Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Metodi valutativi della performance: l'analisi del settore automobilistico

Il presente elaborato affronta la tematica dei metodi valutativi della performance aziendale, attraverso l'analisi del settore automobilistico.
L'analisi del settore automobilistico si inserisce temporalmente fino all'autunno 2013 ed è realizzata attraverso lo studio di tre importanti case produttrici: Fiat S.p.A. , Bmw Group e Ford Motor Company.
Nel primo capitolo, "Metodi valutativi della performance aziendale", è realizzata una panoramica sulla tematica della valutazione della performance aziendale. Infatti, in primo luogo, si analizzano quali possano essere gli obiettivi perseguibili attraverso la valutazione, osservando i diversi contesti in cui questa può essere rilevante e le alternative situazioni in cui può trovare minore spazio ed applicazione. In secondo luogo si realizza un report storico degli sviluppi di questa tematica, ripercorrendo le principali tappe che si sono succedute nel tempo e quindi i diversi metodi e strumenti valutativi elaborati, richiamandone caratteri principali e soprattutto forze e debolezze. In terzo luogo si riporta un'importante area valutativa della performance, sempre più diffusa, che è quella azionaria; di questa si sono richiamati i principali strumenti utili ad una sua completa ed approfondita analisi.
Il secondo capitolo, "Il settore automobilistico", si caratterizza per un rilevante approfondimento sul settore prescelto per la ricerca. Innanzitutto si richiamano gli sviluppi storici, dagli inizi, dell'industria automobilistica, comprendendone anche gli aspetti produttivi, tecnologici ed operativi. Poi si realizza, utilizzando come spartiacque la crisi economico-finanziaria, un'analisi del settore automobilistico dal 2008, specificamente nel mercato americano, europeo ed infine italiano. Successivamente, per le tre società oggetto di studio, si sviluppa un'introduzione che ne riporta gli sviluppi storici, la struttura proprietaria, l'analisi approfondita del fatturato e delle unità vendute, la quota di mercato, lo studio di principali indicatori reddituali e le considerazioni sull'avvenire.
Nel terzo capitolo, "Applicazione, valutazione e confronto degli strumenti di performance", si sviluppa un'analisi approfondita della performance delle tre società, oggetto della ricerca, attraverso tre principali categorie di strumenti valutativi: principali indicatori contabili (indicatori reddituali, indici di redditività, export intensity, indicatori finanziari ecc), multipli di mercato (P/E, P/BV), metodologie di analisi azionaria (grafico di performance relativa e di forza relativa, DDM, beta, volatilità, turnover velocity, indici di Sharpe e Treynor, Z-score e analisi tecnica). La valutazione delle tre aree di studio è realizzata prima singolarmente per ogni azienda e, successivamente, è elaborato un costruttivo confronto.
Il quarto capitolo, "Analisi dell'eventuale correlazione tra misure di performance e andamento del titolo azionario", riporta un'ulteriore analisi che ha l'obiettivo di comprendere le possibili relazioni tra indicatori di performance e trend del titolo azionario. Precisamente non si verifica solo un eventuale allineamento degli andamenti sul piano grafico, in termini cioè di intensità e segno delle variazioni percentuali, ma si sviluppa l'indice di correlazione di Pearson, al fine di individuare se vi è una relazione di tipo lineare, percepibile graficamente attraverso un grafico a dispersione. Sono quindi riportati i risultati di correlazione ottenuti con indicatori reddituali, di creazione del valore e altri di natura residuale, attraverso anche un riepilogo conclusivo della ricerca del capitolo in oggetto.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Il presente elaborato affronta la tematica dei metodi valutativi della performance aziendale, attraverso l'analisi del settore automobilistico. La forte passione nei mercati azionari e il maturo interesse negli ambiti economico-finanziari delle aziende rappresentano le principali motivazioni che hanno guidato la mia scelta verso questo argomento di ricerca. L' analisi del settore automobilistico si inserisce temporalmente fino all' autunno 2013 ed è realizzata attraverso lo studio di tre importanti case produttrici: Fiat S.p.A. , Bmw Group e Ford Motor Company. La prima società, Fiat S.p.A., è rappresentante del nostro paese, anche se sempre più internazionale vista l'acquisizione di Chrysler Group (in questi giorni ormai definitiva); la seconda impresa, Bmw Group, è espressione di un' altra forza europea (tedesca) ed è sempre più presente nei mercati emergenti; infine la terza azienda, Ford Motor Company, è portavoce del mondo statunitense. Gli aspetti approfonditi nell' elaborato rappresentano, di fatto, un intreccio degli ambiti di mio forte interesse: dagli indicatori contabili ai multipli di mercato, dagli indici di bilancio alle valutazioni dei titoli azionari. L' elaborato si compone di quattro capitoli. Nel primo capitolo, "Metodi valutativi della performance aziendale", è realizzata una panoramica sulla tematica della valutazione della performance aziendale. Infatti, in primo luogo, si analizzano quali possano essere gli obiettivi perseguibili attraverso la valutazione, osservando i diversi contesti in cui questa può essere rilevante e le alternative situazioni in cui può trovare minore spazio ed applicazione. In secondo luogo si realizza un report storico degli sviluppi di questa tematica, ripercorrendo le principali tappe che si sono succedute nel tempo e quindi i diversi metodi e strumenti valutativi elaborati, richiamandone caratteri principali e soprattutto forze e debolezze. In terzo luogo si riporta un' importante area valutativa della performance, sempre più

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Antonio Del Principe Contatta »

Composta da 173 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1427 click dal 25/03/2014.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.