Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I contratti di sponsorizzazione tra esigenze di mercato e tutela della persona

Il lavoro ha ad oggetto l'analisi del contratto di sponsorizzazione ed in particolare della sponsorizzazione sportiva in tutte le sue molteplici sfaccettature. Dopo una disamina del conteuto prattamente giuridico del contratto in esame si passa all'analisi di casi pratici di sponsorizzazione sportiva con uno sguardo al mercato delle sponsorizzazioni calcistiche nei principali paesi europei. L'ultimo capitolo riassume le principali problematiche legate al conflitto ineliminabile tra i diritti della personaità e le dinamiche economiche legate allo sfruttamento della propria immagine o del proprio nome.

Mostra/Nascondi contenuto.
I INTRODUZIONE L’insufficienza del codice civile ad esaurire l’area degli istituti di diritto privato e la conseguente assenza di normativa in numerosi settori dell’esperienza giuridica, trova conferma, nella realtà d’oggi, in tutta quella messe di nuove figure, piø in generale, di strumenti operativi, che la pratica commerciale viene via via ad elaborare. Constatazione quest’ultima che si accompagna al rilievo secondo cui il codice civile avrebbe perduto oggi, almeno in parte, la centralità che aveva un tempo, quando cioè esprimeva i principi fondamentali dei rapporti interprivati. Il codice civile del 1942, se ha provocato una letteratura di vasta portata, non ha avuto, e non poteva avere, sia nel sistema delle fonti, sia nella regolamentazione della realtà pratica, un’efficacia in qualche modo simile a quella che altre codificazioni hanno avuto. Piø volte, nel corso della storia, è stato sottolineato il valore del codice napoleonico e del nostro codice del 1865 nella società borghese per trarre la conclusione che il codice civile del 1942 non ha svolto un ruolo comparabile a quello che tutti riconoscono a quei codici. E ciò deriva essenzialmente dal fatto che, << a brave distanza dalla sua emanazione, il codice civile del 1942 è stato superato dalla nuova Carta costituzionale Repubblicana >>. Superato non soltanto per il valore gerarchicamente superiore riconosciuto dalla nuova Carta alle norme costituzionali e non soltanto per la prevalenza da accordare alla espressione piø recente della volontà legislativa: ma soprattutto perchØ la Costituzione contiene su parecchi punti, principi direttivi

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Economia

Autore: Moreno Bruno Contatta »

Composta da 160 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 308 click dal 08/05/2014.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.