Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il commercio elettronico nelle strategie di sviluppo delle Pmi

Internet è la parola d’ordine per accedere a quella che è comunemente chiamata “Web economy” o “New economy”. Oggi, la parola new viene sempre più spesso usata per alludere a qualcosa di inedito, di inaudito e di sorprendente che accade nell’economia. Ma quasi mai si capisce bene in cosa consista la novità, o, per differenza, in quale aspetto sia da considerare “vecchia” l’economia che si è abituati a frequentare e a rappresentare. Risulta opportuno, in sede introduttiva, richiamare concetti economici con cui delineare un mercato che, grazie ad Internet, rispetta principi, sempre esistiti, ma mai soddisfatti. Attraverso tale approccio, di fronte a timori generali si può, quindi, affermare che la “new economy is stronger than you think “. Questa forza è legata ad un modello economico e di business che funziona perfettamente da solo, in cui sia la domanda (consumatori) sia l’offerta (imprese) ci guadagnano.
Le aziende che vogliono scegliere la strada del commercio elettronico saranno costrette a comprendere ed accettare queste diverse leggi economiche, modificando le proprie strategie e rivedendo i propri modelli commerciali. In tale contesto, è parso opportuno svolgere un approfondimento specifico relativo all’utilizzo della Rete da parte delle aziende che costituiscono l’asse portante del nostro sistema economico: PMI. Anche nell’ambito dell’Internet economy, tali imprese hanno un ruolo decisivo, potendo esercitare uno straordinario effetto “pull” per l’introduzione di questa nuova realtà economica in Italia. In ogni caso, la Rete e le attività ad essa correlate, e-commerce ed e-business, possono innalzare la competitività delle imprese minori, creando i presupposti affinché esse non risultino perdenti nel processo di trasformazione dei mercati, cui si sta assistendo.
Partendo da questi presupposti che giustificano l'importanza di questo lavoro di tesi, esso si concretizza con un'analisi dei cambiamenti strategico-organizzativi che le imprese di limitate dimensioni devono affrontare per tradurre Internet e le attività ad essere correlate in un vantaggio competitivo.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Il ruolo di Internet destinato a cambiare profondamente la nostra vita, il modo di rapportarci agli altri, l�organizzazione delle nostre attivit� ed il nostro rapporto rispetto allo spazio ed al tempo � ormai chiaro, anche per chi ha dubbi sul fatto che tutto ci� possa accadere con la velocit� prevista dagli addetti ai lavori. Altrettanto evidente � l�impatto sull�organizzazione dell�attivit� economica, penetrando profondamente nella vita delle imprese. Con riferimento a questo ultimo punto, � parso opportuno svolgere un approfondimento specifico relativo all�utilizzo della Rete da parte delle aziende che costituiscono l�asse portante del nostro sistema economico. Infatti, soprattutto per l�Italia, il mantenimento di quote di mercato significative in certi settori ormai globali, l�ingresso in aree geografiche di recente apertura al commercio internazionale, l�adattamento dei prodotti/servizi alle mutevoli esigenze dei clienti, sono state possibili grazie alla flessibilit� e all�intraprendenza delle piccole e medie imprese (PMI). Tali considerazioni supportano, quindi, la tesi di Charles Darwin, in base alla quale: �Non sono le specie più forti quelle che sopravvivono e neppure quelle più intelligenti, ma quelle più capaci di rispondere ai cambiamenti”. Anche nell�ambito dell�Internet economy, le PMI hanno un ruolo decisivo, potendo esercitare uno straordinario effetto “pull” per l�introduzione di questa nuova realt� economica in Italia. In ogni caso, la Rete e le attivit� ad essa correlate, e-commerce ed e-business, possono innalzare la competitivit� delle imprese minori, creando i presupposti affinch� esse non risultino perdenti nel processo di trasformazione dei mercati, cui si sta assistendo Tali osservazioni richiedono un�analisi pi� approfondita delle potenzialit� di Internet nell�incentivare lo sviluppo di una PMI, nonch� il raggiungimento di una posizione competitiva stabile nel tempo rispetto alle imprese operanti nello stesso mercato. Le strategie di crescita, data la stretta relazione tra strategia adottata dall�impresa e struttura dell�organizzazione, si riflettono sulle modalit� con cui l�imprenditore adatta l�organizzazione ad i nuovi obiettivi di business, nella consapevolezza che il come si decide influenza il cosa si decide. Al seguito di un�analisi strategica ed organizzativa delle iniziative di commercio

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Antonella Giorgini Contatta »

Composta da 288 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4572 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 31 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.