Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il processo formativo e il bilancio sociale. Dalle conoscenze alle competenze. Dal monitoraggio al bilancio sociale

Il lavoro di tesi intende presentare le pratiche e gli strumenti scelti ed applicati dal 1999 al 2012, anni in cui ho rivestito il ruolo di progettista-coordinatore e di responsabile per l'attività di analisi qualitativa e valutazione di processo nell'ambito delle attività di sperimentazione dell'Autonomia scolastica, del Programma Operativo Nazionale 2000/2006 e 2007/2013 e del Programma Operativo Regionale Campania 2010/2011.
Di tali pratiche e strumenti si intende mettere in evidenza la stretta connessione con gli aspetti teorici ed operativi relativi alle caratteristiche del processo formativo e con il quadro storico sociale, caratterizzato dalla crisi del dualismo degli opposti e dall'affermarsi dell'approccio transdisciplinare.
Un'impostazione che riflette in modo puntuale uno dei punti cardini della ricerca pedagogica: un metodo si ritiene efficace quando interroga costantemente la teoria di riferimento per esplorarne le possibilità ed i limiti (Orefice. P).
Ed è proprio partendo da tale prospettiva che si intende illustrare quanto la ricerca applicata possa fungere da stimolo all'attività di studio e di sperimentazione in ambito valutativo, allorquando essa si pone l'obiettivo di indagare i livelli di rintracciabilità e di applicazione dei principi cardine discendenti dall'elaborazione teorica complessa (la dialogicità, lo sviluppo integrato, la transdisciplinarietà, la flessibilità della progettazione formativa, l'individualizzazione/personalizzazione, la didattica partecipativa/laboratoriale, la valutazione e l'autovalutazione, la riflessività) e di proporre, pertanto, delle linee teorico-operative idonee alla definizione di piani di intervento didattico basati sul rigore scientifico e metodologico, nell'ottica della Ricerca Azione Partecipativa (Orefice P., 2006) e delle nuove prospettive delineate dal Bilancio Sociale.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Il lavoro di tesi intende presentare le pratiche e gli strumenti scelti ed applicati dal 1999 al 2012, anni in cui ho rivestito il ruolo di progettista-coordinatore e di responsabile per l’attività di analisi qualitativa e valutazione di processo nell’ambito delle attività di sperimentazione dell’Autonomia scolastica, del Programma Operativo Nazionale 2000/2006 e 2007/2013 e del Programma Operativo Regionale Campania 2010/2011. Di tali pratiche e strumenti si intende mettere in evidenza la stretta connessione con gli aspetti teorici ed operativi relativi alle caratteristiche del processo formativo e con il quadro storico sociale, caratterizzato dalla crisi del dualismo degli opposti e dall’affermarsi dell’approccio transdisciplinare. Un’impostazione che riflette in modo puntuale uno dei punti cardini della ricerca pedagogica: un metodo si ritiene efficace quando interroga costantemente la teoria di riferimento per esplorarne le possibilità ed i limiti (Orefice. P). Ed è proprio partendo da tale prospettiva che si intende illustrare quanto la ricerca applicata possa fungere da stimolo all’attività di studio e di sperimentazione in ambito valutativo, allorquando essa si pone l’obiettivo di indagare i livelli di rintracciabilità e di applicazione dei principi cardine discendenti dall’elaborazione teorica complessa ( la dialogicità, lo sviluppo integrato, la transdisciplinarietà, la flessibilità della progettazione formativa, l’individualizzazione/personalizzazione, la didattica partecipativa/laboratoriale, la valutazione e l’autovalutazione, la riflessività) e di proporre, pertanto, delle linee teorico-operative idonee alla definizione di piani di intervento didattico basati sul rigore scientifico e metodologico, nell’ottica della Ricerca Azione Partecipativa (Orefice P., 2006) e delle nuove prospettive delineate dal Bilancio Sociale. 1

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Corrado Izzo Contatta »

Composta da 399 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 553 click dal 27/06/2014.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.