Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

"Amy Foster" di Joseph Conrad: dal racconto al film, dal film al racconto

(...) Sarà alla luce della questione dell’adattamento che prenderemo qui in esame i rapporti tra cinema e letteratura, facendo riferimento al racconto breve Amy Foster di Joseph Conrad e alla relativa trasposizione cinematografica Swept from the Sea.
La tesi su Amy Foster nasce con l'intento di evidenziare punti in comune e differenze tra l'opera letteraria e la versione cinematografica. Nella prima parte dell'elaborato si delinea in modo dettagliato la trama del racconto breve e quali siano in generale le procedure dell'adattamento cinematografico, mentre nella seconda parte ci si sofferma sul processo di adattamento di Swept from the Sea e sulle relative differenze tra il film e il racconto.
A conclusione della tesi si propone l'analisi di una scena del film prendendo in esame le scelte traduttive adottate nella versione cinematografica italiana e in quella spagnola.
La scelta di analizzare Amy Foster è stata incentivata dalla visione della versione cinematografica che ha portato alla luce, casualmente, un' opera probabilmente sfuggita alla maggior parte dei lettori e critici e dotata di una versione filmica poco conosciuta, ma con temi di profonda attualità quali: l'amore, l'esilio, l'emarginazione, i pregiudizi, lo straniamento dalla società e le barriere linguistiche. Temi che verranno approfonditi nell'elaborato e che hanno caratterizzato la vita dell'autore stesso.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione Per poter esaminare che tipo di rapporti ci siano tra letteratura e cinema, bisogna innanzitutto precisare che la settima arte, o arte cinematografica, si colloca a metà strada tra letteratura e teatro. Esattamente come avviene nella letteratura, anche il cinema descrive, narra, racconta; e, come avviene nel teatro, il cinema mostra, rappresenta, fa vedere. Le materie d'espressione utilizzate nei due campi sono diverse: la letteratura si avvale delle parole scritte, mentre il cinema utilizza le immagini, la musica, i rumori, le parole pronunciate e i segni grafici. Dunque, per poter approfondire le loro relazioni, sarà necessario tener conto di ciò che hanno in comune e di ciò che hanno di diverso. Un aspetto particolare del discorso su cinema e letteratura è quello concernente l’adattamento, ovvero la trasposizione audiovisiva di un’opera letteraria. Affrontare tale questione significa da un lato tenere conto, come abbiamo detto, dei rapporti tra le due forme, dall’altro individuare quelle procedure e strategie specifiche che designano l’adattamento in quanto tale e che, provvisoriamente, potremmo rinvenire lungo tre grandi direttrici: che cosa nel corso dell’adattamento il film aggiunge, sottrae e varia del testo di partenza. (Aiello, 2009) Sarà alla luce della questione dell’adattamento che prenderemo qui in esame i rapporti tra cinema e letteratura, facendo riferimento al racconto breve Amy Foster di Joseph Conrad e alla relativa trasposizione cinematografica Swept from the Sea. La tesi su Amy Foster nasce con l'intento di evidenziare punti in comune e differenze tra l'opera letteraria e la versione cinematografica. Nella prima parte dell'elaborato si delinea in modo dettagliato la trama del racconto breve e quali siano in generale le procedure dell'adattamento cinematografico, mentre nella seconda parte ci si sofferma sul processo di adattamento di Swept from the Sea e sulle relative differenze tra il film e il racconto. A conclusione della tesi si propone l'analisi di una scena del film prendendo in esame le scelte traduttive adottate nella versione cinematografica italiana e in quella spagnola. La scelta di analizzare Amy Foster è stata incentivata dalla visione della versione cinematografica che ha portato alla luce, casualmente, un' opera probabilmente sfuggita alla

Laurea liv.I

Facoltà: interpretariato e traduzione

Autore: Silvia Minicilli Contatta »

Composta da 41 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 944 click dal 04/07/2014.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.