Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Serial killer e serial consumer: il nuovo confine tra Jekyll e Hyde nella produzione seriale

Alla fine dell’Ottocento si verifica il primo vero caso di serial killer moderno della storia: Jack Lo Squartatore. Siamo nell’epoca vittoriana, e la seconda rivoluzione industriale ha trasformato le città in grandi metropoli abitate da migliaia di persone e dove i ritmi della vita sono scanditi dalle macchine. Le nuove tecniche industriali permettono una suddivisione del lavoro, cosiddetto lavoro in serie. Il concetto di serialità viene applicato non solo alla produzione industriale di beni durevoli ma anche alla produzione industriale di massa.
Proprio in questa epoca gli avvenimenti reali, come quello dello squartatore a Londra vengono riportati dapprima nei romanzi e per poi approdare sullo schermo cinematografico. Negli anni la rappresentazione di simili vicende cambia radicalmente tenendo conto del contesto storico sociale e culturale.
Oggi rimane sempre d’attualità la cronaca riguardante i serial killer soprattutto con la nascita di canali dedicati, di film e soprattutto di personaggi che approdano sullo schermo televisivo.
L’oggetto di indagine di questo lavoro è comprendere i cambiamenti nella rappresentazione dell’omicidio seriale nei processi di produzione e consumo seriale, tenendo conto del rapporto tra i protagonisti di questo genere narrativo e i loro lettori o spettatori.
Nel primo capitolo verrà analizzato il contesto nella quale si sviluppano e nascono i primi processi seriali, partendo dai primi esempi di narrativa serializzata con il romanzo d’appendice fino alla nascita di una vera e propria industria culturale di massa. Nel seguente capitolo si terrà conto dei cambiamenti socio culturali e della nascita di nuovi generi letterari con Edgar Allan Poe. Per affrontare nel migliore dei modi l’argomento verrà preso in esame la storia di Jack Lo Squartatore, di come questa abbia aperto la strada a nuovi approcci nei romanzi gialli ed investigativi ma soprattutto come l’esistenza di simili assassini possa sconvolgere l’esistenza nel nuovo mondo moderno. Infine, sarà preso in considerazione il romanzo di Stevenson Lo strano caso del Dottor Jekyll e del Signor Hyde per comprendere nel migliore dei modi le nuove discipline scientifiche che studiano la psiche umana e per aprire le porte alla nuova concezione che ogni essere umano oscilli continuamente tra bene e male.
Nel secondo capitolo si cercherà di spiegare invece la natura dei serial killer, da dove nasce la loro psicopatia, le loro perversioni e di come questi si facciano largo all’interno della società. Inoltre, saranno presi in esame tre film di tre differenti epoche al fine di comprendere come cambia la rappresentazione del serial killer nell’industria cinematografica. Nella parte conclusiva del capitolo invece verranno analizzate le analogie tra i rituali omicidiari e quelli di consumo seriale, tenendo conto di come i processi seriali diventano sempre più legati alla realtà stessa.
Nel capitolo finale saranno presi in considerazione i serial killer televisivi come Hannibal e Dexter considerati post seriali. In particolar modo verrà esaminata l’empatia che si crea tra il protagonista delle citate serie e gli spettatori. Verrà analizzato il cambiamento di rapporto tra lo spettatore moderno e i killer televisivi rispetto a quelli precedenti, le differenze con il passato, l’accettazione da parte dei nuovi spettatori e il cambiamento nel rapporto tra bene e male.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Alla fine dell’Ottocento si verifica il primo vero caso di serial killer moderno della storia: Jack Lo Squartatore. Siamo nell’epoca vittoriana, e la seconda rivoluzione industriale ha trasformato le città in grandi metropoli abitate da migliaia di persone e dove i ritmi della vita sono scanditi dalle macchine. Le nuove tecniche industriali permettono una suddivisione del lavoro, cosiddetto lavoro in serie. Il concetto di serialità viene applicato non solo alla produzione industriale di beni durevoli ma anche alla produzione industriale di massa. Proprio in questa epoca gli avvenimenti reali, come quello dello squartatore a Londra vengono riportati dapprima nei romanzi per poi approdare sullo schermo cinematografico. Negli anni la rappresentazione di simili vicende cambia radicalmente tenendo conto del contesto storico sociale e culturale. Oggi rimane sempre d’attualità la cronaca riguardante i serial killer soprattutto con la nascita di canali dedicati, di film e soprattutto di personaggi che approdano sullo schermo televisivo. L’oggetto di indagine di questo lavoro è comprendere i cambiamenti nella rappresentazione dell’omicidio seriale nei processi di produzione e consumo seriale, tenendo conto del rapporto tra i protagonisti di questo genere narrativo e i loro lettori o spettatori. Nel primo capitolo verrà analizzato il contesto nella quale si sviluppano e nascono i primi processi seriali, partendo dai primi esempi di narrativa serializzata con il romanzo d’appendice fino alla nascita di una vera e propria industria culturale di massa. Nel seguente capitolo si terrà conto dei cambiamenti socio culturali e della nascita di nuovi generi letterari con Edgar Allan Poe. Per affrontare nel migliore dei modi l’argomento verrà preso in esame la storia di Jack Lo Squartatore, di come questa abbia aperto la strada a nuovi approcci nei romanzi gialli ed investigativi ma soprattutto come l’esistenza di simili assassini possa sconvolgere l’esistenza nel nuovo mondo moderno. Infine, sarà preso in considerazione il romanzo di Stevenson Lo strano caso del Dottor Jekyll e del Signor Hyde per comprendere nel migliore dei modi le nuove discipline scientifiche che studiano la

Laurea liv.I

Facoltà: Culture digitali e della comunicazione

Autore: Ciro D'agostino Contatta »

Composta da 49 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1181 click dal 06/11/2014.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.