Skip to content

Product Placement cinematografico - Il marchio come veicolo pubblicitario

Informazioni tesi

  Autore: Alberto Pinton
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Verona
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Lettere
  Relatore: Giuseppe Pernigo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 88

Nel PRIMO CAPITOLO analizzerò due concetti base del product placement, quello di brand e quello di consumatore. Il brand nei film è ciò che permette il contatto tra il telespettatore e l'azienda, perché attraverso esso, se posizionato in maniera visibile all'interno del film, si interfaccia con lo spettatore. Il consumatore nella definizione ampia del termine è colui che consuma, consuma film e allo stesso tempo diventa consumatore del marchio posizionato del film (questo è l'obiettivo di ogni product placement).
Nel SECONDO CAPITOLO definirò il product placement utilizzando studiosi del fenomeno ed esperti. Nel definire il product placement importante spazio avranno le tipologie di posizionamento, i vantaggi e svantaggi nell'utilizzo di questo strumento di comunicazione e alcune ricerche in ambito internazionale sull'efficacia e l'accettabilità del product placement. Analizzerò, inoltre, il concetto di pubblicità, in senso ampio, e nello specifico la pubblicità ingannevole e occulta, in quanto per anni il product placement è stato considerato, soprattutto in Italia, una forma di pubblicità non palese agli occhi degli spettatori. Concluderò il capitolo con una breve cronistoria del product placement e una panoramica del fenomeno negli Stati Uniti, Paese all'avanguardia e uno tra i primi a riconoscere le sue potenzialità di far presa sugli spettatori.
Nel TERZO CAPITOLO parlerò dell'Italia, nella quale il fenomeno è giunto assai tardi, anche per colpa del vuoto legislativo che l'ha tenuta allo scuro delle potenzialità del product placement. Dopo brevi accenni della storia pubblicitaria italiana, descriverò la normativa italiana, con maggior rilievo per il Decreto Urbani, che ha sancito a tutti gli effetti la legittimità del product placement cinematografico. Infine chiuderà il capitolo un accenno alla disciplina pubblicitaria italiana, nello specifico il "Codice di Autodisciplina Pubblicitaria".
Nel QUARTO CAPITOLO descriverò gli attori principali di un progetto di product placement e quali caratteristiche ha un contratto di placement cinematografico. Mi soffermerò sull'agenzia "JMN & DY", agenzia fondata da Gerardo Conti, importante per il fenomeno.
Infine nel QUINTO CAPITOLO ci sarà un'analisi personale riguardo gli inserimenti in un film recente italiano, con una descrizione dei prodotti utilizzati.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE “Cos’è quella roba ai tuoi piedi? Converse All Star annata 2004! Le migliori!” (Will Smith, Io Robot) Oggetto della mia tesi sarà il fenomeno del product placement cinematografico, come veicolo di messaggi promozionali. L’interesse per questo particolare fenomeno pubblicitario mi è nato durante la visione di una Serie TV americana, nella quale marche di tutti i generi venivano inquadrate con meticolosa insistenza; la presenza di marche e prodotti mi ha fatto capire che, al giorno d’oggi, l’opera cinematografica, lungi dal collocarsi “al di fuori del mondo reale”, si avvale della presenza di prodotti e di marchi, più o meno noti nel mercato, per conferire maggior realismo al testo e al suo contenuto artistico e narrativo e non solo per scopi promozionali. Per questo motivo ho deciso di analizzare con occhi critici questo fenomeno, ancora oscuro alla maggior parte degli spettatori-consumatori italiani ma già assai diffuso e consolidato in moltissimi Paesi del mondo, per coglierne le varie sfaccettature, comprenderne gli aspetti positivi e negativi, i vantaggi e gli svantaggi per le parti interessate e per capire se, ed entro quali limiti, esso è destinato a svilupparsi ulteriormente. Mi hanno introdotto all’argomento e orientato nella stesura del mio lavoro due testi che reputo fondamentali: il primo di Gerardo Corti “Occulta sarà tua sorella! Pubblicità, product placement, persuasione: dalla psicologia subliminale ai nuovi media” ed il secondo di Paolao Bensi & Roberto Paolo Nelli “Il product placement nelle strategie di convergenza della marca nel settore dell’intrattenimento”. In dettaglio: Nel PRIMO CAPITOLO analizzerò due concetti base del product placement, quello di brand e quello di consumatore. Il brand nei film è ciò che permette il contatto tra lo spettatore e l’azienda; il consumatore, nella definizione ampia del termine, è colui che consuma, consuma film e allo stesso tempo diventa consumatore del marchio posizionato del film (questo è l’obiettivo di ogni product placement). Nel SECONDO CAPITOLO definirò il product placement sulla base delle definizioni di alcuni esperti del fenomeno, evidenziando le tipologie di posizionamento, i vantaggi e gli

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi