Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Profili di tutela del diritto d'autore in rete, con particolare riferimento a condivisione e streaming

Il presente lavoro ha voluto indagare sia da un punto di vista giuridico, ma anche tenendo conto del contesto tecnologico, la normativa sul diritto d’autore, alla luce dei fatti di cronaca che hanno caratterizzato il mondo virtuale del 2012.
Dal punto di vista giuridico è stata analizzata la differenza della normativa fra i paesi di derivazione civil law e common law. Gli ordinamenti di civil lawsi ispirano al modello introdotto in Francia nei primi anni dell’800 con la codificazione napoleonica, la cui caratteristica è quella di fondare tutto il sistema giuridico sulla mera fonte legislativa. Il legislatore e la legge codificata assumono il ruolo cardine del diritto, ai giudici e alla giurisprudenza viene affidato il compito, subordinato, di applicare la legge attraverso il suo corretto adattamento.
Gli ordinamenti common law, tra cui quello inglese, statunitense e, in generale, di tutti i paesi di matrice anglosassone, sono basati, invece, sul principio giurisprudenziale del carattere vincolante generato dal precedente legale. Su tale assunto l’ordinamento legislativo diventa una fonte normativa di secondo grado, assumendo funzioni di mera cornice all’interno della quale vengono a inserirsi le pronunce dei giudici.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Profili di tutela del diritto d'autore in rete, con particolare riferimento a condivisione e streaming Il diritto d’autore tra Civil Law e Common Law Le innovazioni tecnologiche offerte dal mondo contemporaneo e le vicende giudiziarie accadute durante lo scorso anno, inducono a porsi alcune domande circa la normativa sul diritto d’autore. Il presente lavoro ha voluto indagare sia da un punto di vista giuridico, ma anche tenendo conto del contesto tecnologico, la normativa sul diritto d’autore, alla luce dei fatti di cronaca che hanno caratterizzato il mondo virtuale del 2012. Dal punto di vista giuridico è stata analizzata la differenza della normativa fra i paesi di derivazione civil law e common law. Gli ordinamenti di civil lawsi ispirano al modello introdotto in Francia nei primi anni dell’800 con la codificazione napoleonica, la cui caratteristica è quella di fondare tutto il sistema giuridico sulla mera fonte legislativa. Il legislatore e la legge codificata assumono il ruolo cardine del diritto, ai giudici e alla giurisprudenza viene affidato il compito, subordinato, di applicare la legge attraverso il suo corretto adattamento. Gli ordinamenti common law, tra cui quello inglese, statunitense e, in generale, di tutti i paesi di matrice anglosassone, sono basati, invece, sul principio giurisprudenziale del carattere vincolante generato dal precedente legale. Su tale assunto l’ordinamento legislativo diventa una fonte normativa di secondo grado, assumendo funzioni di mera cornice all’interno della quale vengono a inserirsi le pronunce dei giudici 1 . Sulla base di tali differenze, nell’ordinamento giuridico italiano, è necessario mettere in evidenza che si parla di diritto d’autore e non di copyright, ed è un diritto che viene riconosciuto per la produzione di un’opera dell’ingegno di tipo creativo, poiché la tutela nasce 1 Mattei U., “Common Law: il diritto anglo-americano”,in Trattato di diritto comparato, Utet Edizioni, anno:1992.

Laurea liv.I

Facoltà: Comunicazione media e giornalismo

Autore: Lucia Mancini Contatta »

Composta da 73 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1196 click dal 15/12/2014.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.