Il consumo dell'alcol tra i giovani. Un confronto tra Trapani e Agrigento nelle risposte e nei consumi

Questo lavoro vuole offrire una visione di cosa sia l'alcol oggi, accennando ai modelli di consumo giovanili più pericolosi, ed analizzando dati inerenti alla situazione italiana, siciliana e delle province di Trapani ed Agrigento.
Vengono prese anche in considerazione le risposte ai consumi delle due province, che risultano, dati i differenti consumi, molto diverse.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Perché questo lavoro? L’idea di questo lavoro è nata quasi per caso, figlia di diverse riflessioni maturate durante il mio tirocinio del terzo anno presso il Ser.t di Agrigento. Questa esperienza formativa era quella che desideravo sin dal primo anno di università, in quanto la ritenevo abbastanza ‘forte’ da potermi offrire una chiara idea di come sarebbe stato il lavoro di assistente sociale e, sin dal primo giorno, le mie aspettative furono rispettate. Di quell’esperienza, un particolare giudizio mi è rimasto tuttora impresso, ovvero che dalle dipendenze molte persone non riescono ad uscire, e che spesso servizi che in genere trattano le dipendenze possono solo limitare i danni, impegnandosi a far mantenere all’utenza uno stile di vita dignitoso. Nelle settimane che seguirono dall’inizio del tirocinio, portai a termine diversi colloqui, sia al Ser.t che alla casa circondariale di Agrigento 1 , con diverse tipologie di utenti, e rimasi impressionato da come tutti gli utenti, sebbene ci scontrassimo di volta in volta con l’assunzione di diverse sostanze, avessero un elemento in comune, ovvero il consumo di alcol. Le operatrici lo spiegavano col fatto che l’alcol è la sostanza che un ragazzo può trovare con maggiore facilità e che spesso è proprio quella che conduce al consumo di droghe leggere e pesanti ed è quindi alla base delle gravi conseguenze fisiche che ne seguiranno. Questa realtà, che mi fu riferita come se fosse la notizia più normale al mondo, mi lasciò perplesso e mi fece riflettere su tutti i miei sabato sera. Poteva essere vero? Potevano dei quattordicenni, poco più che dei bambini, bere cocktail? In qualche occasione, capitava di notare ragazzini che a tarda notte erano ancora fuori di casa e in qualche rara occasione vedevo con loro bottiglie di birra, ma non ci feci mai troppa attenzione, pensando principalmente che alla loro età, probabilmente, a quell’ora ero a letto o a giocare con qualche videogames. 1 Il carcere Petrusa. 1

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Sociali

Autore: Gianluca Di Martino Contatta »

Composta da 51 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1028 click dal 15/12/2014.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.