Skip to content

La visualizzazione di dati biomedici eterogenei quale ausilio alla decisione

Informazioni tesi

  Autore: Mauro Mencarelli
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1998-99
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Elettronica
  Relatore: Carlo Marchesi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 125

L’informazione disponibile al clinico per prendere decisioni diagnostico-terapeutiche è quasi sempre non univoca. Essa dunque presuppone da parte del clinico particolare equilibrio, sensibilità nel valutare i dati disponibili, situandoli nello specifico del singolo paziente, senza mitizzare il protocollo di riferimento proposto dalla letteratura.
Questo atteggiamento del clinico non viene in generale agevolato dallo sviluppo della tecnologia biomedica, che è più orientata alla produzione quantitativa di dati piuttosto che al loro recupero organizzato in modo conforme alle conoscenze disponibili.
Inoltre, attuali tendenze della medicina quali l’affermarsi della evidence-based medicine, oppure l’allargamento della base dei pazienti, dovuto all’offerta di prestazioni sanitarie attraverso Internet, aumentano la richiesta di strumenti di ausilio alla decisione.
E’ bene sottolineare che tale ausilio deve essere confinato ad una fase di preelaborazione dell’informazione disponibile in modo oggettivo, e deve consentire al clinico la verifica interattiva dell’analisi compiuta ad ogni livello di approfondimento.
Le impostazioni metodologiche correnti sono raggruppabili in due categorie: metodi pilotati dai dati e metodi pilotati da modelli. Entrambe le categorie devono consentire al clinico quella verifica interattiva la cui importanza è stata già messa in luce.
Ecco dunque la motivazione di questo studio: valutare con la massima generalità l’opportunità ed i modi offerti al clinico per interagire con i dati oggettivi disponibili.
Benché i risultati di questo studio siano generali, ovvi motivi di ordine pratico ci consentono di realizzarli e sperimentarli in una sola delle classi metodologiche elencate: quella dell’esplorazione statistica dei dati. Tale categoria di metodi è tutt’altro che esigua, racchiudendo una molteplicità di metodi utili per individuare preliminarmente quelle direzioni “privilegiate” di indagine che sono ricavabili dall’esame del vettore aleatorio, che racchiude la struttura statistica dei dati da esplorare. Si intuisce subito che non è possibile condurre lo studio sino alla sperimentazione sul campo conservando un orizzonte di indagine così vasto. Dunque operiamo la scelta di individuare quale metodo di riferimento l’analisi dell’omogeneità, poiché consente di rappresentare le grandezze in modo uniforme (indipendentemente dalla loro natura) e di inserire nella casistica anche soggetti con profilo paziente non completamente noto.
I dati ed i risultati, ottenuti con i vari metodi scelti, per essere efficaci e fornire al clinico indicazioni significative in maniera immediata, necessitano della mediazione di opportuni strumenti di rappresentazione grafica. Per questo, nostro ulteriore obiettivo è affrontare lo studio dei limiti percettivi del sistema visivo umano. Tale studio è teso a ricavare delle indicazioni che, osservate nella rappresentazione dei dati, permettano di ottenere delle forme di visualizzazione efficienti.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
________________________________________________________________________ 1 Premessa _________________________________________________________________ L’informazione disponibile al clinico per prendere decisioni diagnostico-terapeutiche è quasi sempre non univoca. Essa dunque presuppone da parte del clinico particolare equilibrio, sensibilità, determinazione nel valutare i dati disponibili, situandoli nello specifico del singolo paziente, senza mitizzare il valore del protocollo di riferimento proposto dalla letteratura. Questo atteggiamento del clinico non viene in generale agevolato dallo sviluppo della tecnologia biomedica, che è più orientata alla produzione quantitativa di dati piuttosto che al loro recupero organizzato in modo conforme alle conoscenze disponibili. Inoltre, attuali tendenze della medicina quali l’affermarsi della cosiddetta medicina dell’evidenza (evidence-based medicine), oppure l’allargamento della base dei pazienti, sia in qualità che in quantità, proposta dall’offerta di prestazioni sanitarie attraverso la rete WEB, aumentano la richiesta di strumenti di ausilio alla decisione. E’ bene sottolineare fin da ora che tale ausilio deve essere strettamente confinato ad una fase di preelaborazione dell’informazione disponibile in modo oggettivo, e deve consentire al clinico la verifica interattiva dell’analisi compiuta ad ogni livello di approfondimento. Tra le impostazioni metodologiche correnti vanno ricordati i modelli matematici, l’elaborazione di immagini, l’analisi di segnali determinati e/o aleatori, le tecniche di elaborazione ottima del segnale, l’analisi statistica multivariata, i sistemi esperti ed in genere gli strumenti dell’intelligenza artificiale per l’estrazione di conoscenza da basi di dati, tecniche in definitiva raggruppabili in due grandi categorie: metodi pilotati dai dati e metodi pilotati da modelli. Entrambe le categorie, qui sommariamente definite, devono consentire al clinico quella verifica interattiva la cui importanza è stata già messa in luce.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi dell'omogeneità
analisi esplorativa dei dati
analisi statistica multivariata
data mining
informatica medica
analisi di archivi di dati
analisi di dati biomedici
dati biomedici
diagnosi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi