Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il trasporto passeggeri nella Laguna di Venezia: studio per un’imbarcazione di nuova generazione a ridotto impatto ambientale

L’eco-sostenibilità dei trasporti è, ad oggi, argomento di estremo interesse, specialmente se a rischio vi sono beni unici e di inestimabile valore, qual è la città di Venezia che, con la sua laguna, fa parte del patrimonio mondiale dell’UNESCO. Nel lavoro di tesi si studierà una nuova generazione di imbarcazioni per il trasporto pubblico di passeggeri nella Laguna di Venezia, in grado di navigare nel rispetto dell’ambiente. La rotta prevista per la nuova imbarcazione è la “Linea Arancio” di Alilaguna S.p.A. Tale tratta collega il Terminal Aereoportuale Marco Polo a Piazza San Marco a Venezia. I mezzi che percorrono questa linea passano di fronte a Murano, per proseguire poi nel Canale di Cannaregio, nel Canal Grande e concludendo la rotta davanti alla maestosa piazza San Marco. La soluzione ottimale per il raggiungimento di un elevato standard di mobilità in chiave ecosostenibile è rappresentata dai mezzi a propulsione ibrido-elettrica. Sulle imbarcazioni attualmente operanti, le batterie devono essere affiancate da un motore endotermico, capace di garantire maggiore autonomia di navigazione. L’obiettivo sarà, perciò, massimizzare l’utilizzo del motore elettrico alimentato dalle batterie, in modo da ridurre le emissioni inquinanti, sia dal punto di vista ambientale che acustico. Ciò renderà gli spostamenti rispettosi dell’ambiente circostante e piacevoli per i passeggeri, che potranno così godere delle bellezze del paesaggio.
Prima di iniziare, è d’obbligo approfondire il contesto in cui la nuova imbarcazione si inserirà. Per questo motivo la prima parte della tesi sarà dedicata ad un’analisi della Laguna di Venezia, con particolare attenzione alle unità navali per trasporto passeggeri già presenti in queste acque. Seguirà un excursus dedicato al trasporto pubblico, poiché la tratta scelta per il profilo operativo di riferimento riguarda proprio questa categoria di trasporti.
Si procederà con l’analisi delle imbarcazioni ibride operanti nella Laguna. Una valutazione di questo tipo è fondamentale per determinare le tecnologie disponibili, le potenzialità della propulsione elettrica e per confrontare i risultati cui si giungerà.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 1. INTRODUZIONE L’eco-sostenibilità dei trasporti è, ad oggi, argomento di estremo interesse, specialmente se a rischio vi sono beni unici e di inestimabile valore, qual è la città di Venezia che, con la sua laguna, fa parte del patrimonio mondiale dell’UNESCO. Nel presente lavoro di tesi si studierà una nuova generazione di imbarcazioni per il trasporto pubblico di passeggeri nella Laguna di Venezia, in grado di navigare nel rispetto dell’ambiente. La soluzione ottimale per il raggiungimento di un elevato standard di mobilità in chiave ecosostenibile è rappresentata dai mezzi a propulsione ibrido-elettrica. Sulle imbarcazioni attualmente operanti, le batterie devono essere affiancate da un motore endotermico, capace di garantire maggiore autonomia di navigazione. L’obiettivo sarà, perciò, massimizzare l’utilizzo del motore elettrico alimentato dalle batterie, in modo da ridurre le emissioni inquinanti, sia dal punto di vista ambientale che acustico. Ciò renderà gli spostamenti rispettosi dell’ambiente circostante e piacevoli per i passeggeri, che potranno così godere delle bellezze del paesaggio. Prima di iniziare, è d’obbligo approfondire il contesto in cui la nuova imbarcazione si inserirà. Per questo motivo la prima parte della tesi sarà dedicata ad un’analisi della Laguna di Venezia, con particolare attenzione alle unità navali per trasporto passeggeri già presenti in queste acque. Seguirà un excursus dedicato al trasporto pubblico, poiché la tratta scelta per il profilo operativo di riferimento riguarda proprio questa categoria di trasporti. Si procederà con l’analisi delle imbarcazioni ibride operanti nella Laguna. Una valutazione di questo tipo è fondamentale per determinare le tecnologie disponibili, le potenzialità della propulsione elettrica e per confrontare i risultati cui si giungerà. Non è possibile sviluppare un’imbarcazione di nuova generazione senza lo studio delle norme e dei regolamenti vigenti, poiché essi impongono precisi standard inerenti la progettazione ingegneristica e la navigazione stessa. Qualora non venissero soddisfatti i requisiti minimi, qualsiasi sforzo risulterebbe fine a se stesso, poiché peculiarità dell’ingegneria è proprio la realizzazione pratica di idee innovative.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Ingegneria

Autore: Tommaso Gobbato Contatta »

Composta da 193 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 575 click dal 22/01/2016.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.