Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Tabagismo: opzioni di intervento e ruolo dell'infermiere

OBIETTIVO: Approfondire le strategie per aiutare i fumatori a vincere la dipendenza dal fumo di tabacco
MATERIALI E METODI:
Campo di indagine: la ricerca è stata condotta nel mese di Luglio 2014 presso i CTT (Centri Trattamento Tabagismo) dell’ASL TO1, ASL TO2, ASL TO3 e ASL TO5
Campione: 18 soggetti (10 infermieri e 8 medici) selezionati secondo un campionamento di convenienza.
Strumento di indagine: intervista semistrutturata di 5 domande aperte:
Strategie e trattamenti per curare i tabagisti.
Importanza per l’operatore di essere ex tabagista per curare queste persone.
Conoscenza di altri metodi (omeopatia, medicina alternativa,ecc).
La passione per il lavoro dell’operatore permette al paziente tabagista di avere adesione al trattamento?
Importanza del ruolo dell’operatore all’interno del CTT e/o nella comunità.
Analisi quantitativa dei dati
RISULTATI: La terapia farmacologica più utilizzata nei suddetti CTT è quella con Vareniclina (15 CTT su 16) e con gli NRT (Terapia Sostitutiva della nicotina 6 CTT su 16). Un’altra terapia molto utilizzata in questi CTT è il Counselling. Ci sono diversi tipi di Counselling, vi è il CMI - Counselling Motivazionale individuale (praticato da 13 CTT su 16), il CCCi - Counselling Cognitivo-Comportamentale individuale (praticato da soli 3 CTT su 16) e il CCCg - Counselling Cognitivo-Comportamentale di gruppo (solo 2 CTT su 16); infine i GFT - Gruppi Fumatori in Trattamento (praticato da 8 CTT su 16).
DISCUSSIONE: L’indagine, pur esaminando un numero limitato di persone, è in linea con gli studi e le evidenze della letteratura scientifica:
Terapia Farmacologica: Vareniclina (Evidenza Ι A) e gli NRT (Evidenza I A)
Counseling: CMI (Evidenza I A), CCCi e CCCg ( Evidenza I A) e i GFT (Pvalue < 0.001)
I metodi complementari più conosciuti sono risultati essere l’Acudetox (15 CTT su 16), l’Ipnosi (11 CTT su 16) e l’Agopuntura classica (10 CTT su 16).
L’importanza dell’operatore di essere ex tabagisti per curare queste persone è risultata essere per lo più relativa per 8 CTT su16, non importante per 6 CTT su 16 ed importante per 2 CTT su 16
La passione per il lavoro dell’operatore permette al paziente tabagista di avere adesione al trattamento (16 CTT su 16)
L’importanza del ruolo dell’operatore all’interno del CTT e/o nella comunità è risultata essere importante per 14 CTT su 16, mentre i restanti CTT sarebbe stato opportuno che gli utenti / pazienti rispondessero a questa domanda

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE L’obiettivo della tesi è di approfondire le strategie per aiutare i fumatori a vincere la dipendenza dal fumo di tabacco. La scelta di quest’argomento è avvenuta perché il tabagismo è un problema diffuso, non sempre considerato in modo serio e di conseguenza, il trattamento è affrontato in modo poco efficace, nonostante le numerose campagne di sensibilizzazione contro il fumo. In seconda battuta la scelta è stata effettuata in base all’esperienza da tirocinante infermiere, ex tabagista, che assiste persone tabagiste con comportamenti disfunzionali rispetto alla cura di patologie concomitanti (BPCO, cardiopatie, neoplasie). Queste persone sottovalutano il rischio che corrono esponendosi quotidianamente ai danni da fumo. La letteratura scientifica è ricca di studi sperimentali che trattano la cessazione dal fumo e le tecniche che possono favorire un’adesione al trattamento della disassuefazione dal tabagismo. Le argomentazioni presentate nella tesi sono supportate dalla letteratura e da un’indagine rivolta agli esperti sul campo. Il lavoro di tesi è stato svolto mediante:  La consultazione delle Banche dati internazionali: PubMed, Cochrane, Ovid e Wiley Library. Gli articoli selezionati sono fondati su meta-analisi di RCT(forza di raccomandazione della prova di efficacia Ι a), revisioni sistematiche(forza di raccomandazione della prova di efficacia Ι a) e studi clinici sperimentali, quali RCT (forza di raccomandazione della prova di efficacia Ι b).  La consultazione di testi:  Cardano M. Tecniche di ricerca qualitativa: percorsi di ricerca nelle scienze sociali. Roma: Carocci, 2003.  Atkinson R. L' intervista narrativa. Raccontare la storia di sé nella ricerca formativa, organizzativa e sociale. Milano: Cortina Raffaello, 2002.  American Psychiatric Association. DSM-IV-TR. Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali. Text Revision. ICD-10/ICD-9-CM. Milano: Elsevier Masson, 2007.  L’esecuzione d’interviste semi-strutturate rivolte ai responsabili e agli infermieri esperti dei Centri Trattamenti Tabagisti e/o Ambulatorio Anti- Fumo presenti nel territorio di Torino.

Laurea liv.I

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Mattia Monarda Contatta »

Composta da 133 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1776 click dal 02/05/2016.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.