Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La fiera, vetrina ideale del Made in Italy: il caso Smaak & Stijl

Nel titolo della tesi sono presenti i tre elementi principali del lavoro, ossia il prodotto italiano, la fiera intesa come evento promotore del MADE IN ITALY, e il caso SMAAK & STIJL, una fiera evento olandese completamente dedicata al MADE IN ITALY. Il lavoro è suddiviso in 4 parti, innanzitutto si cerca di spiegare il fenomeno del made in Italy, illustrandone le origini, le caratteristiche, la certificazione e le varie denominazioni esistenti. Poi si parlerà dei prodotti che rendono l'Italia famosa nel mondo, descrivendone gli status symbol, le eccellenze in digitale, e i settori in cui l'Italia detiene una leadership completamente inaspettata. Poi si parlerà del canale fiera e delle fiere italiane più importanti a livello europeo e italiano, per poi analizzare la fiera olandese SMAAK & STIJL,tramite un'intervista sottoposta al direttore, e un test sottoposto a 10 espositori, per analizzarne i punti di forza e di debolezza. Infine si analizza la reputazione del made in Italy in Olanda, esaminando i risultati di un test sottoposto a 250 consumatori olandesi.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Il presente elaborato si pone l’obiettivo di analizzare il tema del “Made in Italy”, inteso come vero e proprio marchio definito da un insieme di valori, immagini e prodotti che rappresentano l'Italia e la rendono facilmente conoscibile e riconoscibile, ma soprattutto apprezzata e ammirata dai consumatori di tutto il mondo. Si vuole prestare particolare attenzione al tema riguardante la qualità che rappresenta un’ulteriore garanzia di sicurezza, salubrità e origine per i consumatori. Il prodotto italiano riscontra un ottimo successo all’estero, nonostante la crisi economica che ha colpito l’Europa a partire dal 2008. L’intento di questo elaborato è proprio quello di mettere in evidenzia il successo italiano all’estero, dimostrando l’abilità dei produttori italiani nel realizzare beni che piacciono al mondo. Il lavoro si suddivide in 4 parti: nel primo capitolo è stata effettuata un'introduzione alla questione del “Made in Italy” con l'intento di spiegare il suo significato e descriverne le principali caratteristiche. Dopo averne illustrato brevemente le origini si vanno ad esaminare le principali peculiarità di questo brand, analizzandolo anche dal punto di vista giuridico attraverso una breve analisi delle principali normative a riguardo. Viene analizzato anche il sistema di certificazione del marchio “Made in Italy”, distinguendolo da altri due marchi simili, il “100% Made in Italy” ed il “100% Handmade in Italy”, specificando per ciascun brand quali sono i requisiti di registrazione del marchio e la prassi per richiedere e ottenere la certificazione. Nel secondo capitolo ,si vuole dimostrare il nesso tra qualità e “Made in Italy” e descrivere quali sono i “numeri uno” famosi ormai in tutto il mondo. L'Italia è conosciuta all'estero per dei “prodotti icona” come ad esempio pizza, pasta e vino, ma descrivere cosi il prodotto “Made in Italy” sarebbe troppo riduttivo, per questo si vanno ad esaminare anche quei settori inaspettati dove il prodotto italiano riesce a superare la concorrenza estera. Inoltre si descrivono i prodotti tipici italiani attraverso l'ausilio di un motore di ricerca completamente dedicato al “Made in Italy”, frutto di un progetto in cui hanno collaborato Google, il Ministero delle Politiche Agricole e Unioncamere. È un ottimo supporto online che permette di scoprire attraverso racconti, immagini, video e documenti storici i beni appartenenti alla tradizione italiana. Nella parte successiva del lavoro si analizza invece il brand italiano nel mondo, partendo dalla descrizione del sistema di distribuzione e delle principali modalità d'ingresso dei Paesi esteri. Successivamente ci si 4

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Economia

Autore: Marzia Bassi Contatta »

Composta da 111 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 443 click dal 12/05/2016.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.