Skip to content

Maternità, genitorialità e rapporto di lavoro: indagine sulla tutela e discipline a confronto

Informazioni tesi

  Autore: Gabriele Castagnoli
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2014-15
  Università: Università degli Studi di Perugia
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Indirizzo forense
  Relatore: Stefano Bellomo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 151

Il lavoro si struttura in tre capitoli: un primo, riguardante l’archè della legislazione italiana in materia, si estende nel tempo fino all’avvento della Costituzione repubblicana.
Più specificamente, in seno ad esso, si è tentato di mettere in evidenza le ragioni che hanno portato lo Stato ad emanare i primi provvedimenti a sostegno della maternità, mostrando al contempo i tratti salienti delle riforme attuate nel complesso periodo a cavallo delle due guerre mondiali e cercando, infine, di dare il dovuto risalto ai principi costituzionali che hanno mosso, ed anche oggi muovono, l’intervento legislativo.
Il secondo capitolo è invece incentrato sui successivi sviluppi della normativa. Il riferimento, in particolare, va agli effetti prodotti dall’entrata in vigore della Carta costituzionale, prima, e dall’influsso della giurisprudenza e delle istituzioni comunitarie, poi, sulle scelte passate e presenti del legislatore nazionale. Speciale attenzione è stata riservata all’attività normativa degli anni ’70 e ad alcune decisioni della Corte Costituzionale; fondamentali per permettere di muovere i primi passi verso l’attuale modello di regolamentazione.
All’interno dello stesso capitolo si è proceduto, tra l’altro, alla scomposizione ed all’analisi delle vigenti disposizioni, e ciò sia allo scopo di farne emergere le principali caratteristiche - e, con essi, gli istituti da queste regolati - sia per fornire una base utile per il prosieguo dell’esame.
Con il terzo ed ultimo capitolo ci si è rivolti, infatti, oltre i confini italiani.
Mediante una panoramica degli atti di diritto internazionale e, ancor più, attraverso l’osservazione delle soluzioni offerte dai sistemi di Welfare di alcune tra le più importanti nazioni europee si è tentato di tratteggiare, nei suo elementi fondamentali, l’attuale modello di tutela comunitario così come questo appare agli occhi di un giurista.
L’intero corso della trattazione ha, insomma, quale obiettivo costante quello di far emergere gli istituti a sostegno dei genitori lavoratori, compendiando e compararando, sempre e comunque nel rispetto dei fisiologici limiti di una tesi di laura, le numerose tappe evolutive e le profonde differenze disseminate lungo lo sviluppo spaziotemporale delle diverse esperienze legislative.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione: Discutere di una tematica come quella oggetto di questo elaborato significa affrontare un tema che va ben al di là della semplice trattazione giuridica. In esso si agitano innumerevoli questioni: relative al passato come al presente, di carattere sociale quanto economico, di rilievo individuale come collettivo. E’ stata necessaria, pertanto, un’impegnativa opera di ricerca e sintesi mirata, in primo luogo, al reperimento di tutte le nozioni essenziali ad una conoscenza il più possibile approfondita dell’argomento e, successivamente, a dare coerenza ed omogeneità alle numerose e variegate informazioni ricavate dalla lettura dei numerosi testi consultati. L’elaborato non è che il frutto di quest’opera d’indagine ed assemblaggio e suo fine ultimo è esclusivamente quello di mostrare in modo (si spera) lineare e comprensibile l’evoluzione che ha avuto, nel corso dei decenni, la regolamentazione in tutela della maternità, sul cui terreno è stata posta - e si pone tutt’ora - la complessa e spesso conflittuale dicotomia “produzione- riproduzione”. Il lavoro si struttura in tre capitoli: un primo, riguardante l’archè della legislazione italiana in materia, si estende nel tempo fino all’avvento della Costituzione repubblicana. Più specificamente, in seno ad esso, si è tentato di mettere in evidenza le ragioni che hanno portato lo Stato ad emanare i primi provvedimenti a sostegno della maternità, mostrando al contempo i tratti salienti delle riforme attuate nel complesso periodo a cavallo delle due guerre mondiali e cercando, infine, di dare il dovuto risalto ai principi costituzionali che hanno mosso, ed anche oggi muovono, l’intervento legislativo. Il secondo capitolo è invece incentrato sui successivi sviluppi della normativa. Il riferimento, in particolare, va agli effetti prodotti dall’entrata in vigore della Carta costituzionale, prima, e dall’influsso della giurisprudenza e delle istituzioni comunitarie, poi, sulle scelte passate e presenti del legislatore nazionale. Speciale attenzione è stata riservata all’attività normativa degli anni ’70 e ad alcune decisioni della Corte Costituzionale; fondamentali per permettere di muovere i primi passi verso l’attuale modello di regolamentazione. All’interno dello stesso capitolo si è proceduto, tra l’altro, alla scomposizione ed all’analisi delle vigenti disposizioni, e ciò sia allo scopo di farne emergere le 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

rapporto di lavoro
genitorialità
astensione
maternità
divieto di licenziamento
indennità
congedi
congedo
astensioni
genitori lavoratori

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi