Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Elaborazione di un sistema per lo studio dell'Immagine del Corpo in Psicopatologia

La prima parte della tesi è una rassegna della nozione dei concetti che fanno riferimento all'esperienza del proprio corpo in Neurologia, Psicologia, Psichiatria: corpo fantasma, schema corporeo, cenestesi, corpo fantasmatico, corpo erogeno, corpo tonico, confini corporei, vissuto corporeo, immagine corporea o (immagine del corpo) ecc.
Nella seconda parte si passa in rassegna la psicopatologia dell'immagine corporea. Nella parte terza vengono descritti gli strumenti di valutazione dell'immagine corporea. Nella quarta parte viene descritta nei particolari (perché sia riproducibile) l'elaborazione di un nuovo strumento di misura della percezione dimensionale del proprio corpo (sia whole body che body parts) e della "body dissatisfaction" e dell' "ideal body"

Mostra/Nascondi contenuto.
2 I.1 Il c or po i n me di c i na e psi c hi atr i a: c onsi de r az i oni pr e l i mi nar i L a pa rola "c orpo" vie ne usa ta in Me dic ina pe r rife rirsi a l c orpo a na tomic o e fisiologic o e a lle va rie pa tologie d'orga no. In a mbito ne urologic o e , a nc or più in Psic hia tria , la noz ione di c orpo e le proble ma tic he a d e sso re la tive dive nta no diffic ili da de finirsi. Sc he ma C orpore o, Imma gine de l C orpo, Vissuto C orpore o, C orpo Pe rc e pito, C orpo T onic o, C orpo E roge no, C orpo Fa nta sma tic o, C onfini C orpore i, ra ppre se nta no solo una pa rte de lla te rminologia usa ta pe r te nta re di de finire la c orpore ità o e spe rie nz a de l proprio c orpo. L a moltitudine de lle e spre ssioni e , a volte , l'uso c on più signific a ti di uno ste sso te rmine , porta a d a mbiguità e diffic oltà inte rpre ta tive solo in pa rte supe ra bili, c onside ra ndo te rmini e de finiz ioni ne ll'a mbito de lle te orie a c ui fa nno rife rime nto. In ogni c a so, c e rta me nte , ogge tto di studio non è il c orpo biologic o in sé , ma que sto in re la z ione c on la vita psic hic a ; é l'e spe rie nz a c orpore a , é c ome l'individuo spe rime nta il suo c orpo e c ome si struttura e d e volve que sta e spe rie nz a (25). L a c orpore ità quindi c oinvolge molti a spe tti psic ofisiologic i e psic ologic i: da que lli de lle se nsa z ioni, de lle pe rc e z ioni, a que lli c ognitivi a que lli a ffe ttivi, a lle re la z ioni soc ia li (18). Oggi c 'è un rinnova to inte re sse pe r gli studi in que sto c a mpo e , proba bilme nte , c iò è a nc he dovuto a ll'e sige nz a se ntita di un a pproc c io olistic o a lla pe rsona , a d una tota lità psic ofisic a . C i si a dde ntra c omunque in un c a mpo dove forse è diffic ile c oglie re de i "fa tti", ma a nc or più de i "signific a ti", pe rc hé , c ome sostie ne Ga limbe rti, < < pa rla re de l c orpo non signific a rife rirsi a d un ogge tto de l mondo, ma a c iò c he disc hiude un mondo, que llo c he sc orgo in proc into di a gire , o pa ra liz z a to da llo sgua rdo de ll'a ltro, o inc ora ggia to da un ge sto, o pie ga to da l dolore , non è il mio c orpo, ma sono io> > (33). I.2 L e pr i me osse r vaz i oni e te or i e I.2.1 L 'Ar to F antasma e la Ce ne ste si L e prime rifle ssioni sul proble ma de lla c orpore ità si ritrova no in a mbito ne urologic o, ba sa te su osse rva z ioni e de sc riz ioni de l fe nome no de ll'Arto Fa nta sma e di c onse gue nz e di le sioni c e re bra li. L a prima de sc riz ione de ll'Arto Fa nta sma risa le a l XVI se c olo e d è dovuta a l c hirurgo Ambroise Pa rè e , suc c e ssiva me nte se ne sono inte re ssa ti Mitc he ll e C ha rc ot (48). Ma la prima ve ra c onc e ttua liz z a z ione si ha c on la noz ione di Sc he ma C orpore o, a nc he se que sta potre bbe c onside ra rsi e re de de ll'a ntic o c onc e tto di C e ne ste si o C ine ste sia . All'iniz io de l 19° se c olo il fisiologo R e il de nominò C e ne ste si "il c a os indiffe re nz ia to de lle se nsa z ioni c he da ogni pa rte de l c orpo ve ngono c ontinua me nte tra sme sse a l se nsorium c ioè a l c e ntro ne rvoso de lle a ffe re nz e se nsoria li". Più ta rdi, Pe isse de nomina C e ne ste si un se ntime nto tra mite il qua le l'Io a vve rte il c orpo c ome suo. Que sto c onc e tto è sta to a lungo utiliz z a to, e in pa rte re siste a nc ora oggi, pe r indic a re il c omple sso di se nsa z ioni inte rne , prove nie nti da ogni pa rte de l c orpo e tra sme sso a i c e ntri ne rvosi supe riori, de te rmina ndo, in

Tesi di Laurea

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Emanuele Orlandi Contatta »

Composta da 73 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 39 click dal 20/02/2018.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.