Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'educazione fenomenistica nella prospettiva kantiana

La tesi tenta di mostrare come in Kant la filosofia e la pedagogia si possono trovare in un perfetto equilibrio. Quella kantiana rappresenta la prima filosofia limitativa che definisce in un modo del tutto nuovo la struttura dell'epistemologia con quelle della pedagogia, armonizzandole, rendendo possibile il parlare di una epistemologia pedagogica, insistendo nel mantenere come categoria centrale quella di limite.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione La filosofia trascendentale nasce come un’esigenza di carattere epistemologico; rappresenta un tentativo organico di superare o di operare delle correzioni alla metafisica tradizionale, allo scopo kantiano di presentare una futura metafisica che vorrà costituirsi come scienza. Nella speculazione del filosofo di Könisberg categorie come trascendente, trascendentale, noumeno ma anche le stesse categorie aristoteliche, con altre due categorie supplementari, sono riviste, riorganizzate e rese funzionali a necessità teoretiche che, in modo incondizionato ed in un senso criticista, analizzano e determinano pretese di validità. Il kantismo porta con sØ sforzi immani ed una volontà giunonica di sottrarsi dal vorticoso scetticismo humiano, prodotto dalla critica alla causalità ma piø in generale all’induzione come strumenti che ci permettono di inferire una presunta regolarità del cosmo. Dunque, quando si parla di conoscenza e di processo conoscitivo alla maniera di Kant, si deve necessariamente intendere il sottoporre ad una critica “trascendentale” qualsiasi prospettiva gnoseologica che cerca di imporsi con pretese di legittimità, determinando le sue strutture; si tratta di forme, come afferma Kant, la cui fondazione è definita da elementi che rendono possibile l’esperienza; ritenendo che la conoscenza sia empirica ma contingente, Kant si persuase di

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Scienze Cognitive, Psicologiche, Pedagogiche e degli Studi Culturali

Autore: Giovanni Alvaro Contatta »

Composta da 115 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 298 click dal 19/10/2016.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.