Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le Strategie del settore Legno: un'applicazione del Business Model

La presente tesi è stata realizzata con lo scopo di analizzare quelle che sono le dinamiche che animano le società che operano all’interno della filiera del legno italiano. Partendo da un excursus generale sul settore, si procederà poi nell’analizzare in dettaglio le strategie adottate da queste società, prestando una particolare attenzione al ruolo giocato dalle partnership.
Il primo capitolo avrà lo scopo di definire, capire e analizzare la filiera del legno in Italia. Questa overview macroeconomica, sarà utile poiché fornirà un quadro generale di partenza, in grado di rilevare quelli che sono gli elementi da tenere in particolare considerazione quando si vuole comprendere al meglio questo settore.
L’analisi come detto sarà indirizzata sull’area Italia, ma per definire degli ordini di grandezza, saranno espressi paragoni utili a livello europeo, e in linea minore anche a livello mondo. Partendo dal materiale riguardante la filiera del legno, la prima parte, si concluderà con una serie di considerazioni di pro e contro esplicati attraverso la SWOT Analysis.
Definito questo primo punto, si è voluto poi portare a termine una ricerca ad hoc con lo scopo di acquisire informazioni più specifiche e aderenti alle esigenze poste in essere dallo scopo della tesi, che sottolineiamo essere l’analisi delle strategie del settore del legno in Italia.
Il percorso per realizzare quest’analisi e raggiungere i risultati voluti, sarà realizzato attraverso uno strumento innovativo nel campo della letteratura sui modelli di analisi strategica: Il Business Model Canvas. Per questo motivo, sarà necessario l’inserimento di un capitolo a parte rispetto alle tematiche del settore, per carpire meglio cos’è e come si applica questa tecnica.
In riferimento allo strumento Business Model Canvas, si è realizzato un questionario che ha avuto lo scopo di analizzare le strategie adottate da una serie di società target operanti nel settore del legno. Anche i risultati saranno presentati e analizzati seguendo le logiche del Business Model Canvas.
L’analisi della raccolta dati effettuata grazie al questionario e alla collaborazione di una serie di società avrà lo scopo di analizzare la presenza o meno delle coerenze strategiche fino ad ora messe in atto. A fin di capitolo, grazie ad un software statistico, si raggrupperanno le società oggetto di analisi in tre Cluster, con l’obiettivo di identificare i principali, differenti e analoghi modi di fare business.
In chiusura, nel capitolo finale si affronterà una peculiare strategia di business model adottata da una società del trentino, che attraverso la formula del franchising, esporterà il suo know-how nella creazione di abitazioni eco-sostenibili nei paesi in via di sviluppo.

Mostra/Nascondi contenuto.
14 Grazie alla tecnologia laser, molte segherie si rifanno a modelli matematici per la massimizzazione del tronco (in termini di qualità di tavola, listello, trave estraibile). In questo caso non esiste a priori un taglio standard. In base alla caratteristica di provenienza della pianta, ognuna con particolari caratteristiche di qualità e resistenza, l’algoritmo traccia il taglio ottimale. Ecco alcuni esempi: 1.2.2. Derivati del legno. Il legno massiccio ormai è utilizzato marginalmente, poiché ritenuto costoso e soggetto a deformazioni nel tempo. Queste sue caratteristiche come anticipato lato domanda, sono riconosciute come sinonimo di qualità anche per molti designer, che nonostante gli svantaggi elencati prima, lo preferiscono in gran lunga rispetto ai legni derivati, definiti appunto semilavorati. In linea generale, con il termine semilavorato o prodotto intermedio s’intende un particolare prodotto che necessita di ulteriori lavorazioni per essere commercializzato come prodotto finale. In altre parole, il semilavorato non ha altra funzione che non sia la sua successiva lavorazione. I semilavorati legnosi, che costituiscono il principale materiale di lavorazione per le industrie di prodotti in legno, possono essere raggruppati in quattro categorie:  Pannelli in legno compensato o multistrato;  Pannelli in legno lamellare;

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Federico Comis da Ronco Contatta »

Composta da 133 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 450 click dal 16/11/2016.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.