Skip to content

La campagna referendaria 2016. Le strategie narrative di Matteo Renzi

Informazioni tesi

  Autore: Alessandro Foresti
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2015-16
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Mass Media e Politica
  Relatore: Sofia Ventura
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 109

Le trasformazione che la comunicazione politica ha subito negli ultimi decenni ha stravolto le modalità attraverso cui si svolge la normale vita politica delle moderne democrazie occidentali.
Le strabilianti innovazioni tecnologiche che hanno contraddistinto tutto il XX secolo nel campo delle telecomunicazioni, hanno profondamente influenzato l’evoluzione della politica facendola entrare nella cosiddetta campagna permanente, una definizione introdotta all’inizio degli anni ottanta che riassume perfettamente lo stato di permanente ricerca del consenso che indirizza le politiche di governo degli esecutivi e dei governanti.
Il mondo politico contemporaneo si distingue per una elevata mediatizzazione della politica, che dovendo contrattare con il mondo dell’informazione registri e codici comunicativi, ha inevitabilmente subito delle pesanti trasformazioni, che principalmente vanno nella direzione di una maggiore influenza e attenzione alle figure dei leader politici, a discapito dei partiti e dei programmi elettorali o di governo. È in questo contesto socio-politico che va inserita la campagna elettorale per l’approvazione della riforma costituzionale che si è svolta in Italia nel 2016.
L’obbiettivo di questo lavoro è quello di analizzare e definire la strategia narrativa impostata da Matteo Renzi durante la campagna referendaria, attraverso la scomposizione in macro-temi del messaggio su cui è stata promossa la riforma costituzionale. I risultati della ricerca verranno commentati alla luce delle dinamiche che governano il mondo della moderna comunicazione politica e delle caratteristiche personali di Matteo Renzi.
Per raggiungere lo scopo la metodologia di ricerca scelta si configura nella raccolta degli interventi e delle dichiarazioni rilasciate da Matteo Renzi, il principale promotore della riforma, dal 12 Aprile 2016, data dell’ultima approvazione in Parlamento, fino al 4 Dicembre 2016, che sarebbe la data del voto referendario.
Le dichiarazioni raccolte comprendono: interviste a telegiornali; interviste e dibattiti in talk show televisivi; interviste rilasciate a quotidiani e periodici, sia in versione cartacea sia in streaming dalle sedi dei quotidiani stessi; interviste radiofoniche; conferenze stampa; interviste a convegni e conferenze non istituzionali; incontri di Basta un Sì; interventi alle Feste dell’Unità e alla manifestazione Leopolda; videoconferenze del #matteorisponde; direzioni del Partito Democratico.
Per mettere in mostra quelle che sono le tematiche che hanno composto il quadro comunicativo della narrazione di Matteo Renzi, sono state isolate le dichiarazioni che si riferiscono direttamente alla riforma costituzionale, evitando di inserire nella analisi temi relativi alla situazione politica contingente o ad argomenti collegati ai singoli elementi tecnico-giuridici che caratterizzano la riforma.
Nel primo capitolo verranno descritti i tratti che definiscono le modalità di funzionamento della comunicazione politica moderna, definendo i processi di trasformazione che hanno contribuito a trasportare la politica nell’era della narrazione e dello storytelling, soffermandosi sul ruolo della, sulla definizione del concetto di campagna permanente, della personalizzazione e della mediatizzazione della politica.
Nel secondo capitolo si analizzerà il profilo politico di Matteo Renzi, il protagonista del lavoro di ricerca, approfondendo gli aspetti biografici, di costruzione dell’immagine e della comunicazione personale che contraddistinguono la sua figura di leader.
Nel terzo capitolo verrà trattato il lavoro di ricerca vero e proprio sulla strategia narrativa di Matteo Renzi utilizzata durante la campagna referendaria del 2016. L’analisi verrà effettuata destrutturando la narrazione referendaria, dando spazio ai temi più toccati da Matteo Renzi durante la campagna elettorale. All’inizio del capitolo il tema della riforma verrà introdotto da un breve riassunto storico dei passi che hanno portato al referendum.
Infine, nella parte conclusiva della tesi si cercherà di dare dei giudizi di valore sulle scelte strategiche di Matteo Renzi analizzate nel terzo capitolo, tenendo conto degli elementi descritti nella prima e nella seconda parte dell’opera.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
8 1.2 – La Personalizzazione della Politica Un testo utile per impostare un discorso sullo sviluppo delle leadership moderne è l’opera di Pogunkte e Webb P. (2005), The Presidentialization of Politics, in cui viene tratteggiata una trasformazione nel modo di concepire l’incarico istituzionale da parte dei capi di governo di molte democrazie occidentali. La direzione di questa mutazione andrebbe rintracciata nell’esigenza dei leader, di costruirsi spazi di autonomia sempre più ampi e di creare un rapporto costante e diretto con l’elettorato. Il processo di presidenzializzazione può essere riassunto come un avanzamento delle prerogative dei capi degli esecutivi nei seguenti ambiti (Pogunkte 2005, 6):  Incremento delle risorse di potere e dell’autonomia del leader all’interno del partito;  Incremento delle risorse di potere e dell’autonomia del leader nella gestione del potere esecutivo dell’esecutivo;  Processo elettorale incentrato maggiormente sulla figura del leader. L’espandersi delle zone di autonomia possono risultare dalla concessione diretta di maggiori poteri formali, oppure dal conferimento di un maggiore peso “personale” al mandato elettorale ricevuto dal voto dagli elettori (ibidem, 9). La particolarità di questo processo risiede nel fatto che, questa pratica viene registrata nelle democrazie in cui la figura di capo del governo non coincide con una carica monocratica

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi