Skip to content

Investigation of the Role of NFIB and NR4A2 in Resistance to standard Chemotherapy in Triple Negative Breast Cancer

Informazioni tesi

  Autore: Simona Sala
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2015-16
  Università: Università degli Studi di Milano - Bicocca
  Facoltà: Scienze Biotecnologiche
  Corso: Biotecnologie Industriali
  Relatore: Barbara Costa
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 100

Triple negative breast cancer (TNBC), characterized by the lack of expression of the estrogen receptor (ER), progesterone receptor (PR) and human epidermal growth factor receptor 2 (HER2), is the subtype of breast cancer showing the poorest prognosis. Since TNBCs do not respond to anti-estrogen treatments and lack other target therapies, the only available treatment for TNBC is chemotherapy. TNBC patients are initially highly responsive to pre-operative (neoadjuvant) treatment with drugs including taxanes and anthracyclines. However, a lot of TN tumours rapidly develop resistance to a wide variety of chemotherapeutic drugs and continue to progress showing a very poor prognosis.
The studies reported in this thesis are part of a project on triple negative breast cancer, Q-CROC-03, which aims at identifying molecular factors of resistance in TNBCs.
Genomics analysis was on pre and post-chemotherapy TNBCs to determine which molecular factors were enriched for during chemotherapy, i.e. whose expression had increased in the residual post-chemotherapy tumours compared to matched prechemotherapy tumour samples. Here we investigated the functional relevance of NFIB and NR4A2 in doxorubicin or paclitaxel resistance, respectively, of triple negative breast cancers, both of which showed increased expression postchemotherapy.
Nuclear Factor I B (NFIB), a member of the NFI family, is implicated both in activation and in repression of transcription from numerous promoters and has been shown to be an unfavourable prognostic factor in TNBC. An amplicon involving the NFIB gene found in the post chemo specimen of one patient participating to the QCROC- 03 study was also observed in the SUM149 TNBC cell line, suggesting a potential role of this gene in acquisition of drug resistance. In order to understand the biological relevance of NFIB amplification, we examine doxorubicin resistance and cellular migration in NFIB-knockdown SUM149 cells. NFIB knockdown did not affect SUM149 proliferation, doxorubicin resistance, nor did it effect migration in response to insulin, hydrocortisone or FBS. Hence, contrary to what we could expect from studies reported in the literature, our data suggest that, in this particular cell line, NFIB is not involved in the cellular mechanisms examined.
The orphan nuclear receptor NR4A2 is a member of a nuclear receptor superfamily comprising a large number of proteins functioning as transcription factors that control diverse genes participating in a broad spectrum of biological processes, including processes associated with carcinogenesis. NR4A2 showed a >2 fold increased expression in post chemo tumour samples in 6 paired specimens out of 15 and an increased expression of 2.1 (Log2) in the paclitaxel resistant-MDA-MB-436 TNBC cell line versus the parental counterpart. To investigate NR4A2 overexpression impact on paclitaxel resistance, we silenced NR4A2 gene expression in MDA-MB-436 PTXresistance cell line by using siRNAs. Inhibition of NR4A2 expression was accompanied by a reduction in proliferation and by an increase in paclitaxel sensitivity, suggesting a role for NR4A2 in cellular proliferation and paclitaxel resistance in the triple negative breast cancer cell line MDA-MB-436 resistant to paclitaxel.
In conclusion, while our data from NFIB knockdown experiments did not validate our clinical sample data, the findings regarding NR4A2 indicate a potential role for NR4A2 inhibition in TNBC therapy, interfering both with proliferation and drug resistance of PTX-resistant cells. These observations justify further studies on the role of NR4A2 in TNBC PTX-resistant cells.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
10 2 INTRODUCTION 2.1 Breast Cancer Breast cancer (BC) is the second most common cancer in the world and the most frequent among women. According to the most recent data from the web-based platform Global Cancer Observatory (GCO), 1,67 million new breast cancer cases were diagnosed in 2012 (25% of all cancers) worldwide. BC is the fifth cause of death from cancer, with 522000 deaths in the 2012 (12137 in Italy); in the more developed regions BC is, in general, the second cause of cancer death in women, after lung cancer; the first in less developed regions (Globocan 2012). Since the 2008 estimates, by 2012, breast cancer incidence had increased by more than 20%, while mortality had increased by 14%, and the international incidence of female breast cancer will probably reach 3.2 million new cases per year by 2050 (Ziqi et al, 2015). Several risk factors for breast cancer have been well documented; environment, genes, and lifestyle work together to increase or decrease the probability of developing breast cancer. In some cases, it can be a hereditary disease. There are some mutations, as in BRCA1, BRCA2 and p53, which result in a very high risk for breast cancer and which can be passed on from one generation to the next in an autosomal dominant fashion. However, these mutations are rare and account for a small portion of the total breast cancer burden. Some risk factors, the reproductive factors, are associated with prolonged exposure to endogenous oestrogens. These are, for example, early menarche, late menopause and late age at first childbirth. In addition, oral contraceptive and hormone replacement therapy users have been found to be at higher risk than non-users. In contrast, breastfeeding has a protective effect (IARC, 2008; Lacey et al., 2009). Pregnancy also protects against breast cancer probably due to the process of breast tissue differentiation following pregnancy (Ziqi et al, 2015). Age is another risk factor; breast cancer incidence and death rates generally increase with age. Other non-

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

paclitaxel
doxorubicin
triple negative breast cancer
cancro al seno triplo negativo
nfib
nr4a2
resistance to chemotherapy
sum-149
mda-mb-436
resistenza alla chemioterapia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi