Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Robert Mapplethorpe e Patti Smith. Tra arte e vita

L’oggetto della mia tesi riguarda la vita e le esperienze formative della poetessa del rock Patti Smith e del fotografo Robert Mapplethorpe.
Coetanei, nati entrambi nel 1946 si incontrano per la prima volta a New York nel 1967 e da allora le loro vite rimasero legate sentimentalmente e artisticamente fino alla morte di Mapplethorpe nel 1989 in seguito a complicanze dovute all’AIDS.
Legati da una reciproca passione per l’arte svilupparono coscienza di sé e delle proprie vocazioni nella fervente New York tra la fine degli anni Sessanta e Settanta.
Condivisero insieme una stanza al Chelsea Hotel, celebre per i numerosi artisti che vi abitarono. Robert ricevette in regalo da un’amica la sua prima macchina Polaroid, da quel momento sviluppò un interesse per la fotografia evolvendosi tecnicamente.
Patti scrisse diversi libri di poesie e abbozzò disegni prima di dedicarsi alla sua carriera di rockstar, due passioni che maturò durante la sua infanzia.
Sono state da me analizzate le copertine dei dischi che Mapplethorpe ha realizzato insieme a Patti, a partire dalla cover di Horses l’album di esordio della cantante pubblicato nel 1975 fino a Dream Of Life, il disco che segnò il suo ritorno nel 1988 dopo nove anni di assenza dal panorama musicale. Robert scattò con una Hasselbald i suoi capolavori, tra cui The X Portfolio che lo rese celebre.
Una serie di fotografie molto forti, immagini in cui fedelmente alla sua poetica, cancella il confine tra foto d’arte e foto commerciale destinata al mercato pornografico adottando soggetti e temi tipici dell’hardcore inserendoli in un contesto d’immagine d’arte.
Durante gli ultimi mesi di vita di Mapplethorpe fu allestita la sua prima retrospettiva in un museo americano, il Whitney Museum of American Art a cui seguì la mostra The Perfect Moment oggetto di svariate controversie.
Mapplehtorpe è stato un personaggio controverso, paradigmatico, la sua arte e quella di Patti Smith verrà presa come fonte d’ispirazione da vari artisti.
Poco prima della morte di Robert, Patti gli promise che un giorno avrebbe scritto un libro raccontando la loro storia.
Citando il romanzo di Jean Cocteau, i due amici sono stati gli enfants terribles descritti nel romanzo autobiografico Just Kids; la loro creatività ha distrutto le barriere tra arte e vita fondendosi in un unico parallelo percorso.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione L’oggetto della mia tesi riguarda la vita e le esperienze formative della poetessa del rock Patti Smith e del fotografo Robert Mapplethorpe. Coetanei, nati entrambi nel 1946 si incontrano per la prima volta a New York nel 1967 e da allora le loro vite rimasero legate sentimentalmente e artisticamente fino alla morte di Mapplethorpe nel 1989 in seguito a complicanze dovute all’AIDS. Legati da una reciproca passione per l’arte svilupparono coscienza di sé e delle proprie vocazioni nella fervente New York tra la fine degli anni Sessanta e Settanta. Condivisero insieme una stanza al Chelsea Hotel, celebre per i numerosi artisti che vi abitarono. Robert ricevette in regalo da un’amica la sua prima macchina Polaroid, da quel momento sviluppò un interesse per la fotografia evolvendosi tecnicamente. Patti scrisse diversi libri di poesie e abbozzò disegni prima di dedicarsi alla sua carriera di rockstar, due passioni che maturò durante la sua infanzia. Sono state da me analizzate le copertine dei dischi che Mapplethorpe ha realizzato insieme a Patti, a partire dalla cover di Horses l’album di esordio della cantante pubblicato nel 1975 fino a Dream Of Life, il disco che segnò il suo ritorno nel 1988 dopo nove anni di assenza dal panorama musicale. Robert scattò con una Hasselbald i suoi capolavori, tra cui The X Portfolio che lo rese celebre. Una serie di fotografie molto forti, immagini in cui fedelmente alla sua poetica, cancella il confine tra foto d’arte e foto commerciale destinata al mercato pornografico adottando soggetti e temi tipici dell’hardcore inserendoli in un contesto d’immagine d’arte. Durante gli ultimi mesi di vita di Mapplethorpe fu allestita la sua prima retrospettiva in un museo americano, il Whitney Museum of American Art a cui seguì la mostra The Perfect Moment oggetto di svariate controversie. Mapplehtorpe è stato un personaggio controverso, paradigmatico, la sua arte e quella di Patti Smith verrà presa come fonte d’ispirazione da vari artisti. Poco prima della morte di Robert, Patti gli promise che un giorno avrebbe scritto un libro raccontando la loro storia. Citando il romanzo di Jean Cocteau, i due amici sono stati gli enfants terribles descritti nel romanzo autobiografico Just Kids; la loro creatività ha distrutto le barriere tra arte e vita fondendosi in un unico parallelo percorso.

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Stefano Andreoli Contatta »

Composta da 62 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 137 click dal 07/07/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.