Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La gestione strategica: il caso "Calzedonia"

La strategia è il piano che l’azienda deve seguire per raggiungere il suo obiettivo, che guida processo decisionale del management verso il successo aziendale, individuando gli obiettivi da raggiungere tramite una linea di azione prestabilita e l’utilizzo di risorse adeguate.
Indica la capacità di prendere decisioni in grado di condizionare il futuro dell’azienda, finalizzate alla creazione e all’accrescimento di valore, in un intervallo temporale di medio - lungo periodo (quindi pianificabili nell’arco di tre o cinque anni).
Inizialmente il termine “strategia” era considerato un sinonimo di “politica aziendale” ma nel corso degli studi si sono distinti, anche se sono ancora presenti discordanze fra gli studiosi sull’interscambiabilità dei vocaboli. Secondo alcuni, infatti, con “strategia aziendale” si deve intendere solamente il processo decisionale globale, mentre le politiche si riferiscono alle diverse modalità con cui la strategia viene attuata.
La strategia assume quindi un ruolo fondamentale nell’organizzazione, poiché illustra la direzione da seguire in ogni fase del processo decisionale. Permette di coordinare le attività e viene utilizzata come strumento di comunicazione fra il vertice e la struttura operativa, mostrando con chiarezza il percorso che l’impresa intende seguire. Le scelte strategiche sono prioritarie rispetto alle altre operazioni perché finalizzate al raggiungimento di un vantaggio competitivo significativo. Le caratteristiche che garantiscono una corretta pianificazione sono state individuate analizzando le strategie delle aziende che hanno avuto maggior successo.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 1 LA STRATEGIA: RUOLO E CARATTERISTICHE La strategia è il piano che l’azienda deve seguire per raggiungere il suo obiettivo, che guida processo decisionale del management verso il successo aziendale, individuando gli obiettivi da raggiungere tramite una linea di azione prestabilita e l’utilizzo di risorse adeguate. Indica la capacità di prendere decisioni in grado di condizionare il futuro dell’azienda, finalizzate alla creazione e all’accrescimento di valore, in un intervallo temporale di medio - lungo periodo (quindi pianificabili nell’arco di tre o cinque anni). Inizialmente il termine “strategia” era considerato un sinonimo di “politica aziendale” ma nel corso degli studi si sono distinti, anche se sono ancora presenti discordanze fra gli studiosi sull’interscambiabilità dei vocaboli. Secondo alcuni, infatti, con “strategia aziendale” si deve intendere solamente il processo decisionale globale, mentre le politiche si riferiscono alle diverse modalità con cui la strategia viene attuata. La strategia assume quindi un ruolo fondamentale nell’organizzazione, poiché illustra la direzione da seguire in ogni fase del processo decisionale. Permette di coordinare le attività e viene utilizzata come strumento di comunicazione fra il vertice e la struttura operativa, mostrando con chiarezza il percorso che l’impresa intende seguire. Le scelte strategiche sono prioritarie rispetto alle altre operazioni perché finalizzate al raggiungimento di un vantaggio competitivo significativo. Le caratteristiche che garantiscono una corretta pianificazione sono state individuate analizzando le strategie delle aziende che hanno avuto maggior successo.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Camilla Marando Contatta »

Composta da 47 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 468 click dal 23/11/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.