Skip to content

Disorganizzazione del pensiero e funzionamento sociale: una indagine sui processi cognitivi in un campione di soggetti schizofrenici

Informazioni tesi

  Autore: Claudia Didio
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2015-16
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Medicina e Chirurgia
  Corso: Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica
  Relatore: Antonella Conestà
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 47

La schizofrenia interessa i domini cognitivi e molti di essi incidono sul funzionamento sociale e la qualità della vita. Numerose meta-analisi presenti in letteratura mostrano il danneggiamento di diverse aree cognitive, quali funzioni intellettive, apprendimento e memoria, attenzione, memoria di lavoro e funzioni esecutive. La disorganizzazione del pensiero è una delle componenti fondamentali della malattia schizofrenica.
La presente indagine propone di: confermare la correlazione tra disturbi cognitivi e disorganizzazione del pensiero; individuare da una parte i cluster che presentano fattori comuni alle disfunzioni cognitive, esaminate con la scala SCoRS, e dall’altra i disturbi formali del pensiero, valutate invece con la scala SCADIS; esaminare l’influenza della disorganizzazione del pensiero sul funzionamento globale.
I sedici pazienti, con diagnosi di schizofrenia del DSM IV-TR (10 uomini e 6 donne) e un periodo di malattia medio-lungo, provengono da due strutture residenziali socio riabilitative (SRSR “Marco Binelli” in Viterbo e “San Giuseppe” in Montefiascone). Tutti i soggetti hanno fornito il consenso per partecipare alla ricerca. Sono state utilizzate 4 scale di valutazione specifiche per i disturbi cognitivi (SCoRS), la disorganizzazione del pensiero (SCADIS), la sintomatologia psicopatologica generale (PANSS) e il funzionamento globale (VGF).
È stata confermata la correlazione positiva del 63% tra deficit cognitivi e disorganizzazione del pensiero (TD), attraverso la correlazione di Pearson. Sono state in seguito individuate le alterazioni riguardanti la memoria di lavoro come predittori dei disturbi formali del pensiero. L’Analisi Fattoriale (FA) ha evidenziato due differenti componenti della dimensione disorganizzata: il pensiero e il linguaggio. Attraverso la FA sono stati individuati tre fattori comuni tra la TD e la VGF spiegando il 64,8% della varianza. La dimensione della disorganizzazione sembra essere associata all’autonomia e alle attività quotidiane, relazioni interpersonale e soddisfazione al contatto.
Questo studio ha messo in luce la correlazione tra i domini cognitivi, la disorganizzazione del pensiero e il funzionamento globale in pazienti affetti da schizofrenia, nonostante non siano ancora ben chiare le modalità.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
AB ST RACT L a sc hiz ofre nia inte re ssa i domini c ognitivi e molti di e ssi inc idono sul funz iona me nto soc ia le e la qua lità de lla vita . Nume rose me ta -a na lisi pre se nti in le tte ra tura mostra no il da nne ggia me nto di dive rse a re e c ognitive , qua li funz ioni inte lle ttive , a ppre ndime nto e me moria , a tte nz ione , me moria di la voro e funz ioni e se c utive . L a disorga niz z a z ione de l pe nsie ro è una de lle c ompone nti fonda me nta li de lla ma la ttia sc hiz ofre nic a . L a pre se nte inda gine propone di: c onfe rma re la c orre la z ione tra disturbi c ognitivi e disorga niz z a z ione de l pe nsie ro; individua re da una pa rte i c luste r c he pre se nta no fa ttori c omuni a lle disfunz ioni c ognitive , e sa mina te c on la sc a la SC oR S, e da ll’a ltra i disturbi forma li de l pe nsie ro, va luta te inve c e c on la sc a la SC ADIS; e sa mina re l’influe nz a de lla disorga niz z a z ione de l pe nsie ro sul funz iona me nto globa le . I se dic i pa z ie nti, c on dia gnosi di sc hiz ofre nia de l DSM IV-T R (10 uomini e 6 donne ) e un pe riodo di ma la ttia me dio-lungo, prove ngono da due strutture re side nz ia li soc io ria bilita tive (SR SR “ Ma rc o B ine lli” in Vite rbo e “ Sa n Giuse ppe ” in Monte fia sc one ). T utti i sogge tti ha nno fornito il c onse nso pe r pa rte c ipa re a lla ric e rc a . Sono sta te utiliz z a te 4 sc a le di va luta z ione spe c ific he pe r i disturbi c ognitivi (SC oR S), la disorga niz z a z ione de l pe nsie ro (SC ADIS), la sintoma tologia psic opa tologic a ge ne ra le (PANSS) e il funz iona me nto globa le (VGF). È sta ta c onfe rma ta la c orre la z ione positiva de l 63% tra de fic it c ognitivi e disorga niz z a z ione de l pe nsie ro (T D), a ttra ve rso la c orre la z ione di Pe a rson. Sono sta te in se guito individua te le a lte ra z ioni rigua rda nti la me moria di la voro c ome pre dittori de i disturbi forma li de l pe nsie ro. L ’Ana lisi Fa ttoria le (FA) ha e vide nz ia to due diffe re nti c ompone nti de lla dime nsione disorga niz z a ta : il pe nsie ro e il lingua ggio. Attra ve rso la FA sono sta ti individua ti tre fa ttori c omuni tra la T D e la VGF spie ga ndo il 64,8% de lla va ria nz a . L a dime nsione de lla disorga niz z a z ione se mbra e sse re a ssoc ia ta a ll’a utonomia e a lle a ttività quotidia ne , re la z ioni inte rpe rsona le e soddisfa z ione a l c onta tto. Que sto studio ha me sso in luc e la c orre la z ione tra i domini c ognitivi, la disorga niz z a z ione de l pe nsie ro e il funz iona me nto globa le in pa z ie nti a ffe tti da sc hiz ofre nia , nonosta nte non sia no a nc ora be n c hia re le moda lità .

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

deficit cognitivi
schizofrenia
disorganizzazione del pensiero
funzionamento sociale
disturbi formali del pensiero

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi