Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lesioni peristomali. Prevenzione, trattamento, educazione del caregiver

Il termine "stoma" deriva dal greco e significa apertura, bocca. Una stomia pertanto è l'apertura di un varco che consente all'organismo di espellere feci o urine da una nuova apertura collocata sull'addome, quando le vie naturali sono state compromesse a causa di una grave patologia, quali ad esempio tumori, lesioni dell'apparato digerente o urinario, gravi infiammazioni, etc.
Una stomia non è solo un intervento indispensabile dal punto di vista medico. Essa segna anche una svolta nella vita del paziente.
Il paziente stomizzato necessita di un'assistenza personalizzata e professionalmente specializzata. Le figure che aiutano il paziente in questo percorso riabilitativo sono, ad esempio, l'urologo, lo psicologo, l'infermiere stomaterapista, il chirurgo.
Il presente lavoro, nei tre capitoli in cui esso si svolge, oltre a fornirci delle nozioni generali riguardanti le stomie e le relative tecniche di gestione e di cura, quest'ultima da erogare nel periodo pre e post operatorio, ci permetterà di concentrarci sul ruolo dell'infermiere stomaterapista.
L'infermiere stomaterapista è il professionista che, dopo aver conseguito la laurea in infermieristica, ha continuato la formazione specializzandosi su tutto ciò che ruota intorno alle stomie, a partire dalle patologie che possono condurre al loro confezionamento, fino ad arrivare alla medicazione delle ferite.
Come vedremo, la ferita è una soluzione di continuo di uno o più tessuti del corpo, che viene definita in base alla modalità con cui si determina e ai tempi di guarigione. Le principali tipologie di ferite, classificate in base al tempo di guarigione, sono le ferite acute e le ferite croniche: le ferite acute che il professionista sanitario deve più frequentemente trattare sono le ferite chirurgiche; le lesioni cutanee croniche sono rappresentate da tutte le lesioni cutanee che non raggiungono lo stato di riparazione tissutale entro otto / dieci settimane dalla loro insorgenza.
Per il trattamento di una ferita acuta come quella dovuta alla stomia, sempre più frequentemente si ricorre all'utilizzo di medicazioni avanzate.
Per medicazioni avanzate si intendono quelle medicazioni che, interagendo con le lesioni cutanee, creano e mantengono un microambiente ottimale, idoneo ad accelerare il processo ripartivo fisiologico, gestendo i "prodotti della ferita".
Il presente lavoro, attraverso una dettagliata analisi di tutte le caratteristiche di queste nuove tecnologie mediche, intende offrire una panoramica generale in merito a tutto ciò che ruota intorno alle medicazioni avanzate per la cura delle stomie.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INT R ODUZ IONE Il te rmine “ stoma ” de riva da l gre c o e signific a ape rtura , boc c a . Una stomia pe rta nto è l’a pe rtura di un va rc o c he c onse nte a ll’orga nismo di e spe lle re fe c i o urine da una nuova a pe rtura c olloc a ta sull’a ddome , qua ndo le vie na tura li sono sta te c omprome sse a c a usa di una gra ve pa tologia , qua li a d e se mpio tumori, le sioni de ll’a ppa ra to dige re nte o urina rio, gra vi infia mma z ioni, e tc . Una stomia non è solo un inte rve nto indispe nsa bile da l punto di vista me dic o. E ssa se gna a nc he una svolta ne lla vita de l pa z ie nte . Il pa z ie nte stomiz z a to ne c e ssita di un’a ssiste nz a pe rsona liz z a ta e profe ssiona lme nte spe c ia liz z a ta . L e figure c he a iuta no il pa z ie nte in que sto pe rc orso ria bilita tivo sono, a d e se mpio, l’urologo, lo psic ologo, l’infe rmie re stoma te ra pista , il c hirurgo. Il pre se nte la voro, ne i tre c a pitoli in c ui e sso si svolge , oltre a fornirc i de lle noz ioni ge ne ra li rigua rda nti le stomie e le re la tive te c nic he di ge stione e di c ura , que st’ultima da e roga re ne l pe riodo pre e post ope ra torio, c i pe rme tte rà di c onc e ntra rc i sul ruolo de ll’infe rmie re stoma te ra pista . L ’infe rmie re stoma te ra pista è il profe ssionista c he , dopo a ve r c onse guito la la ure a in infe rmie ristic a , ha c ontinua to la forma z ione spe c ia liz z a ndosi su tutto c iò c he ruota intorno a lle stomie , a pa rtire da lle pa tologie c he possono c ondurre a l loro c onfe z iona me nto, fino a d a rriva re a lla me dic a z ione de lle fe rite . C ome ve dre mo, la fe rita è una soluz ione di c ontinuo di uno o più te ssuti de l c orpo, c he vie ne de finita in ba se a lla moda lità c on c ui si de te rmina e a i te mpi di gua rigione . L e princ ipa li tipologie di fe rite , c la ssific a te in ba se a l te mpo di gua rigione , sono le fe rite a c ute e le fe rite c ronic he : le fe rite a c ute c he il profe ssionista sa nita rio de ve più fre que nte me nte tra tta re sono le fe rite c hirurgic he ; le le sioni c uta ne e c ronic he sono ra ppre se nta te da tutte le le sioni c uta ne e c he non ra ggiungono lo sta to di ripa ra z ione tissuta le e ntro otto / die c i se ttima ne da lla loro insorge nz a . Pe r il tra tta me nto di una fe rita a c uta c ome que lla dovuta a lla stomia , se mpre più fre que nte me nte si ric orre a ll’utiliz z o di me dic a z ioni a va nz a te . Pe r me dic a z ioni a va nz a te si inte ndono que lle me dic a z ioni c he , inte ra ge ndo c on le le sioni c uta ne e , c re a no e ma nte ngono un mic roa mbie nte ottima le , idone o a d a c c e le ra re il proc e sso ripa rtivo fisiologic o, ge ste ndo i “ prodotti de lla fe rita ” .

Tesi di Master

Autore: Pamela Colantoni Contatta »

Composta da 50 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 112 click dal 15/01/2018.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.