Skip to content

Le Pmi, i parchi scientifici e l'innovazione tecnologica: un caso del settore tessile/abbigliamento

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Buquicchio
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1994-95
  Università: Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia Aziendale
  Relatore: Rino Ferrata
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 272

Il lavoro è suddiviso in quattro capitoli, nel primo dei quali viene presentata un’approfondita analisi del settore nel quale l’azienda in esame opera, il Tessile/Abbigliamento (T/A). Oltre ad un’analisi storica dell’evoluzione del sistema T/A, si presenta la situazione attuale del mercato italiano, con delle ipotesi riguardo ai possibili sviluppi futuri del settore. La seconda parte del capitolo analizza più in dettaglio quali siano le problematiche e le opportunità derivanti dall’adozione di innovazioni tecnologiche nel sistema T/A. Il secondo capitolo offre uno “spaccato” di quelli che sono i principali spazi per la cooperazione tra le PMI, con un particolare riguardo a quelle del sistema T/A. Vengono analizzati quindi i sistemi di imprese quali le costellazioni ed i distretti industriali. Infine, si descrivono le principali opportunità che un Parco Scientifico e Tecnologico può fornire alle PMI, per sviluppare in maniera professionale le proprie idee imprenditoriali.

Il terzo capitolo è incentrato sull’esperienza empirica che ha visto protagonisti la Manifattura Settebello e Tecnopolis Novus Ortus. In questa parte sono analizzate le principali problematiche che l’azienda pugliese ha affrontato, nonché quelle che dovrà affrontare, per la totale implementazione delle innovazioni, introdotte nel 1991 e nel 1994. Il quarto ed ultimo capitolo presenta una metodologia per la valutazione dei fabbisogni di innovazione per le PMI. Situata più a valle rispetto alle problematiche riguardanti l’analisi dei beni immateriali e del patrimonio tecnologico, il problema della definizione del fabbisogno di innovazione è stato completamente trascurato dalla letteratura. In questo capitolo viene proposta una metodologia che possa essere di supporto ai vari criteri di valutazione del patrimonio tecnologico aziendale. L’ambizione è quella di fornire uno strumento il più possibile utile al management della piccola impresa, troppe volte insensibile agli argomenti di gestione dell’innovazione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione. La crescente importanza del cambiamento tecnologico, manifestatasi princi- palmente attraverso l’emergere di nuove industrie ad alta intensità di tecnologia, si è evoluta da un ruolo di semplice fattore concorrente alla determinazione del successo economico di una Nazione, attribuitole negli ultimi anni ‘70, fino ad una posizione di obiettivo irrinunciabile dei programmatori economici a livello nazionale. Il Giappone tenta di rispondere ai cambiamenti dei trend della domanda e del contesto politico internazionale ed alle pressioni concorrenziali dei Paesi di nuova indu- strializzazione, puntando, in un orizzonte di lungo periodo, sullo sviluppo tecnologico e sulla ricerca di base. Gli Stati Uniti, di fronte al deterioramento dei settori industriali tradizionali (causa fondamentale del deficit della loro bilancia commerciale), tendono a sfruttare la loro leadership nei settori tecnologicamente avanzati, per attivare la rigene- razione complessiva delle attività manifatturiere. L’Europa, ed al suo interno i Paesi del- la Comunità Economica, tra molteplici difficoltà e sfuggendo a logiche di strategie pu- ramente indicative dello sviluppo, sta faticosamente costruendo una vigorosa politica tecnologica e di ricerca, al fine di recuperare la sua identità, specificità e competitività. Per i Paesi meno sviluppati dell’OCSE, aggrediti contemporaneamente dalla concor- renza dei Paesi di nuova industrializzazione e delle economie forti, assume carattere di urgenza l’adeguamento delle loro capacità a competere sia sul fronte dei prezzi sia su quello del contenuto innovativo delle produzioni. Così, mentre gli approcci per l’incoraggiamento di imprese ed industrie high- technology-based sono differenti da Stato a Stato, c’è per contro poco disaccordo sul

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi