Skip to content

L'affettività alla prova del carcere: disciplina vigente e prospettive di riforma

Informazioni tesi

  Autore: Roberta Rametta
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Fabrizio Siracusano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 168

L’elaborato tratta, muovendo dalla consapevolezza che la detenzione incide sulle dinamiche e sulla stabilità dei rapporti familiari, dell’affettività in carcere e dalla attuale mancanza di un’effettiva istituzionalizzazione.
L’intento è quello di provare la peculiare rilevanza che ha, durante la carcerazione, la salvaguardia di stabili e vivi legami familiari.
E’ evidente che il mantenimento di solide relazioni affettive non possa che giovare al detenuto, il quale nutrendo aspettative di vita futura e proiettandosi con maggiore facilità all’interno della comunità familiare e sociale, si approccerà alla detenzione con minor astio. Lo provano i numerosi studi condotti in materia, i quali evidenziano che l’impossibilità di soddisfare un impulso innato ed insopprimibile non possa che condurre e/o accentuare la desocializzazione e rallentare, ostacolare nei casi più estremi, una completa risocializzazione ed il conseguente reinserimento nella comunità sociale e familiare.
Deve ritenersi che, favorire l’integrazione ed intervenire incrementando gli stimoli affettivi provenienti dall’esterno, sembrerebbe l’unica alternativa in grado di correggere le conseguenze dannose ed ovviare all’afflittività della detenzione. La stessa Corte costituzionale è giunta ad asserire (sent. 301/2012) che l’effettivo riconoscimento di un diritto all’affettività, intesa anche come sessualità, sia una “esigenza reale e fortemente avvertita”.
Provata, poi, la difficoltà cui il legislatore va incontro nel disciplinare compiutamente la materia, ci si sofferma sui vari progetti di riforma che nel corso dell’evoluzione storica si sono succeduti (particolare attenzione è rivolta ai lavori recentemente svolti dalla Commissione presieduta dal prof. Glauco Giostra) e sulle ragioni che indussero a non percorrere la via della innovazione.
Infine, si conclude volgendo lo sguardo al panorama internazionale, in cui sono state accolte le soluzioni più disparate, a tutela di un bisogno e di un diritto fondamentale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
85 Capitolo III Carcerazione e dinamiche familiari: l’importanza delle relazioni affettive. Nei capitoli precedenti mi sono limitata a delineare quei processi storici e giuridici che ci hanno condotti alla disciplina odierna e ad esaminare le linee generali della normativa vigente. Descritto il panorama in cui il giurista si trova ad operare ed il detenuto a “vivere”, ritengo sia necessario soffermarsi e trattare dei vari tentativi di riforma che si sono succeduti nel corso dell’evoluzione storica; parallelamente cercherò di far luce sui bisogni sottesi a ciascun intervento e sulle ragioni che indussero a ritenere che potesse essere prematura l’introduzione di strumenti che meglio favorissero i contatti, anche fisici, con i propri familiari. Dedicherò la parte restante del mio elaborato alla disamina degli effetti che la carcerazione ha sui detenuti e sui familiari, cercando di provare che la privazione delle relazioni affettive è causa, in una elevatissima percentuale di casi, di disturbi disadattivi che

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

diritto penitenziario
affettività in carcere
permessi premio e di necessità
colloqui frequenza e durata
corrispondenza epistolare e telefonica
istituzioni totali di erving goffmann
disadattamento al contesto carcerario
sesso in carcere e le love rooms
progetto giostra
commissione giostra

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi