Skip to content

Informazione e crimini mediali: ''I Diavoli della Bassa Modenese''

Informazioni tesi

  Autore: Mattia Canale
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi Gabriele D'Annunzio di Chieti e Pescara
  Facoltà: Sociologia
  Corso: Scienze giuridiche
  Relatore: Andrea Lombardinilo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 52

Il presente elaborato è frutto di una ricerca in merito allo sviluppo delle sette sataniche, comprendendo anche il modo di agire all'interno di essa, il modo di convivere con determinate convinzioni e soprattutto i vari motivi che portano un adepto a diventare tale. Parleremo anche delle religioni da un punto di vista sociologico e inerente a questo fenomeno.
Tramite l’approfondimento del caso dei Diavoli della Bassa modenese si evince il fatto che è stato tutta una messa in scena da parte degli assistenti sociali e delle istituzioni per interessi personali, personalmente mi chiederò sempre chi pagherà per tutto questo? Solamente chi ha pagato fino ad ora, ovvero persone innocenti, oppure sconteranno i propri errori chi di errori li ha fatti, e anche gravi?

Informazioni tesi

  Autore: Mattia Canale
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi Gabriele D'Annunzio di Chieti e Pescara
  Facoltà: Sociologia
  Corso: Scienze giuridiche
  Relatore: Andrea Lombardinilo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 52

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
13 II. IL FENOMENO DELLE SETTE: CHE COSA SONO? “Entrate per la porta stretta, perché larga è la porta e spaziosa è la via che conduce alla perdizione, e molti sono coloro che entrano per essa. Quanto stretta è invece la porta e angusta la via che conduce alla vita! E pochi sono coloro che la trovano!” Matteo 7:13-29 2.1 Definizioni e caratteristiche «Il termine Setta deriva dal latino “sequor” con il senso di seguire, accompagnare un maestro. All'origine "sectae" erano le scuole degli stoici, degli epicurei e persino dei giureconsulti, per non parlare dei primi cristiani seguaci di una secta (o dottrina) a tutti gli effetti. Con il passare dei secoli il termine è sfociato nell'indicare un universo blindato che blocca e inibisce i rapporti dell'adepto con il mondo esterno, che cerca di spingere il neofita a un taglio netto con la famiglia, gli amici, la scuola o il lavoro e che utilizza di frequente una serie di tecniche molto sofisticate per fiaccare la volontà e indebolire lo spirito critico dei fedeli» 16 . Si tratta di un mondo complesso, di margine, eppure in continua espansione. Il vocabolo “Setta” tende a comunicare un’immagine di organizzazione statica. Ma come per tutte le organizzazioni, anche chi diventa adepto di una qualsiasi Setta si relaziona in modi peculiare, e questi modi cambiano con il passare del tempo. E’ proprio nelle loro funzionalità interne che le sette tendono ad essere diverse e insolite, così è molto più difficile intuire la differenza tra una setta ed un’organizzazione/società aperta. «A volte non si considera il modo in cui una setta opera perché viene erroneamente considerata come gruppi di pazzi, o si pensa che le sette siano uguali ai gruppi normali che solitamente si frequentano» 17 . C’è anche da dire che, la parola “Setta”, negli anni, è stata appunto definita in vari modi, come nel dizionario, ma la “Commissione dei diritti dell’uomo” mise fine a queste varietà di definizioni quando, il 10 Dicembre 1993, ha definito le sette come «raggruppamenti che in alcuni casi si presentano come religioni, le cui pratiche sono suscettibili di cadere sotto i colpi della legislazione che tutela i diritti delle persone o del funzionamento dello Stato di diritto» e descrive così il comportamento settario: «…il rifiuto delle leggi, esercitando vie di fatto, compiendo raggiri, abusi di fiducia, truffe, infrazioni finanziarie e fiscali, maltrattamenti, mancata assistenza a persone in pericolo, incitazioni all’odio razziale, traffico di stupefacenti.». Quindi possiamo dire che una relazione settaria è un tipo di relazione in cui una persona induce volutamente un’altra a divenire 16 G. Cifaldi, Pedofilia tra devianza e criminalità, Giuffrè Editore, Milano, 2004, pp. 117-118. 17 A. Alabiso, Il controllo mentale delle sette, Igorvitale.org 2014. https://www.igorvitale.org/il-controllo-mentale- nelle-sette/

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

media
religione
sette
sette sataniche
crimini mediali
diavoli della bassa modenese

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi