Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il valore pedagogico del viaggio; dalle sue origini utopiche ai moderni racconti di fantascienza

Il viaggio così come è stato trattato in letteratura. Dai viaggi utopici, alla fantasia nel mondo vittoriano, ai racconti fantasy e di fantascienza.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Invenzione, utopia, ipotesi fantastiche sono da sempre manifestazioni di uno stato di crisi, di inadattamento dell’individuo ai termini del destino, delle società alla loro determinata configurazione storica e alle loro stabilite vie di sviluppo. Lo scontento, la noia, l’insopprimibile bisogno di evasione risultano però, allo stesso tempo, molle dell’affermazione vitale e quindi stimolo al progresso. In questa insufficienza di adattamento, dalla quale derivano le esigenze, le tendenze o i desideri, si può ritrovare la radice della creatività. Sorgendo infatti in risposta alle nostre aspirazioni ed eccitazioni, la costruzione dell’immaginazione ha tendenza a prendere realtà nella vita. Grazie agl’impulsi che vi sono insiti, l’immaginazione tende a divenire creatrice, ossia effettiva, attiva, capace di trasformare ciò su cui è concentrata la sua azione. Di conseguenza, la nuova immagine creata rimane impressa come un calco nel nostro cervello che, senza difficoltà, riesce a modificare la propria struttura sotto l’influsso di stimoli esterni, e di tali modificazioni, purchè gli eccitamenti che le hanno causate siano stati sufficientemente forti e frequenti, conserva le tracce.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Gabriele Dario Manzini Contatta »

Composta da 112 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7553 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.