Skip to content

Un modello per l'analisi delle crisi in un currency peg: il caso brasiliano

Informazioni tesi

  Autore: Marco Somalvico
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia delle Istituzioni e dei Mercati Finanziari
  Relatore: Francesco Giavazzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 184

L’obiettivo di questo lavoro va ricercato nel tentativo di ripercorrere il cammino dell’economia brasiliana tra stabilizzazione, svalutazione ed inflazione, cercando di derivare delle osservazioni che abbiano valore in un contesto il più generale possibile.
Il punto di partenza del il nostro lavoro è rappresentato dal Plano Real (1994). Il Piano si è basato, per buona misura, sull’ancoraggio del tasso di cambio della neonata valuta brasiliana (il real) col dollaro, attraverso l’adozione di un regime di cambio convenzionalmente conosciuto come crawling peg.
Obiettivo del secondo capitolo è quello di testare la sostenibilità a medio-lungo termine del crawling peg, fornendo una stima delle one-month ahead probabilities, ovvero, della probabilità, stimata per ogni t, che il regime di cambio collassi entro l’inizio del tempo (t+1). Al riguardo, assumerà una importanza decisiva la stima della probabilità di collasso del regime alla vigilia della svalutazione del real del gennaio 1999. In base al risultato ottenuto, sarà possibile argomentare sul grado di discrezionalità adoperato dalle Autorità brasiliane nella decisione di lasciar fluttuare il tasso di cambio. In altre parole: tale decisione è stata una scelta obbligata oppure, al contrario, sarebbe stato possibile continuare col vecchio regime? Per rispondere a questo interrogativo applicheremo il modello monetarista di Cumby e Van Wijnberger al Brasile.
Il passaggio successivo del nostro lavoro andrà nella direzione di domandarsi il perché a forti svalutazioni discrete del tasso di cambio nominale non abbiano seguito altrettanto drammatiche impennate del tasso d’inflazione.
Nel capitolo tre, basato essenzialmente sul lavoro di Goldfajn e da Costa Werlang, si affronterà con un approccio empirico la tematica dei pass-through coefficients tra deprezzamento ed inflazione, ovvero, la misura percentuale con cui il deprezzamento del tasso di cambio nominale si riflette sulla crescita dei prezzi. Il capitolo, essendo costruito sui dati empirici di un campione di paesi riferiti all’ultimo ventennio, prescinde dal singolo caso del Brasile. Saranno poi operate analisi diversificate in base a criteri geografici ed economici, affinchè si possano individuare le differenze tra diversi gruppi di paesi maggiormente omogenei tra loro.
L’obiettivo è quello di individuare le determinanti del pass-through coefficients, nonché la loro importanza relativa. In quest’ottica, il lavoro assume un’importante valenza nell’ambito della previsione ex-ante dell’inflazione futura. Saranno testate l’importanza dell’inflazione pre-esistente, della sopravvalutazione del tasso di cambio reale, della GDP deviation e del grado di apertura dell’economia al fine di determinare il pass-through coefficient tra deprezzamento e crescita dei prezzi.
Nel capitolo quattro proseguiremo ad addentrarci nella tematica del rapporto tra deprezzamento ed inflazione, cercando di rispondere alla seguente domanda: “perché l’inflazione non è esplosa in seguito ai recenti episodi di svalutazione del tasso di cambio nominale”? La nostra analisi, basata essenzialmente sul lavoro di Burstein, Eichenbaum e Rebelo, provvederà ad analizzare le caratteristiche principali del comportamento dei prezzi in seguito a recenti episodi di svalutazione e ad effettuare un esercizio di price accounting attraverso il quale sarà possibile comprendere la dinamica dell’evoluzione dei prezzi includendo nuove ipotesi sempre più aderenti alla realtà. Si costruirà inoltre un modello neoclassico tradables/non-tradables. In particolare, saranno presi in considerazione l’effetto del riaggiustamento del prezzo relativo tra beni tradables e beni non-tradables, l’inclusione dei servizi di distribuzione, del “flight from quality” e delle frizioni sul mercato del credito, i quali concorreranno ad illustrare il perchè della scarsa crescita dei prezzi in rapporto al deprezzamento del tasso di cambio nominale. Il modello sarà poi applicato ai casi del Messico e della Corea del Sud, producendo un utile parametro di confronto per episodi analoghi, non ultimo quello brasiliano.
Il capitolo cinque, infine, rappresenterà un ideale completamento del lavoro precedentemente svolto, presentando un’analisi dell’evoluzione dei prezzi in Brasile in seguito alla svalutazione del real di gennaio 1999. In particolare, è stato dato risalto all’introduzione di un sistema formale di inflation targeting ed al rapporto tra politica monetaria e crescita dei prezzi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
RIASSUNTO 1 - IL CRAWLING PEG BRASILIANO: UN MODELLO DI CRISI DI CAMBIO Il Plano Real e le alterne vicende riguardanti l’evoluzione del tasso di cambio in Brasile nella seconda metà degli anni ’90 ci offrono un ottimo spunto per indagare sulla sostenibilità a medio-lungo termine dei regimi di cambi convenzionalmente chiamati crawling peg regimes, vale a dire regimi nei quali il tasso di cambio é svalutato ad un tasso costantemente preannunciato dalle Autorità Monetarie al mercato. Questa politica è stata utilizzata in Brasile dal marzo 1995 fino alla fine del 1998. Il paese è stato per anni afflitto dall’iperinflazione; i numerosi piani introdotti durante gli anni ’80 per stabilizzare la economia si rivelarono fallimentari, non riuscendo ad arrestare la pericolosa spirale inflazionistica. Nel 1993 il ministro dell’economia F. H. Cardoso e la sua equipe economica introdussero il Plano Real, ambizioso ed inedito programma che si prefissava di sconfiggere l’iperinflazione mediante un complesso mix di riforme fiscali e monetarie, tra le quali il cambio di valuta e l’introduzione del Real, nel luglio 1994, dopo un periodo transitorio in cui un meccanismo di progressiva disindicizzazione dell’economia avrebbe permesso la stabilizzazione dei prezzi e dei salari. Il Piano ebbe effettivamente successo nello sconfiggere l’iperinflazione. Ciò nonostante, l’economia brasiliana mostrò di non aver affatto abbandonato quella fragilità che si pensava di aver seppellito con l’introduzione del Piano, come dimostrarono l’impatto della crisi dei pagamenti messicana del 1994 e, in maniera ancor più veemente, le ripercussioni della crisi asiatica del 1997 e quelle della moratoria dei pagamenti russa del 1998. Il pensiero dominante della letteratura sembra indicare proprio nell’exchange rate management la causa sia della avvenuta stabilizzazione dell’economia e sia della fragilità della stessa in fronte a shocks esterni. Appare quindi doverosa una seria riflessione su come sia stata condotta la politica di cambio nella seconda metà degli anni ’90, anche e soprattutto alla luce della svalutazione del real occorsa nel gennaio ’99, peraltro largamente attesa dai mercati internazionali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]it

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

brasile
currency peg
econometria
inflazione
svalutazione
tassi di cambio
stabilizzazione economica
real
economia brasiliana
piano real
crawling peg
svalutazione del real
crisi economiche
regimi di cambio

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi