Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La gestione dei fondi pensione da parte delle compagnie di assicurazione

Nel lavoro, dopo una rapida panoramica sulla storia del sistema pensionistico in Italia e sulla sua attuale situazione, vengono analizzati il funzionamento e le categorie di fondi pensione. Viene quindi descritta la gestione del fondo, in particolare da parte delle compagnie di assicurazione, cui si dedica anche una breve analisi per spiegarne il funzionamento e le finalità.
Vengono confrontate la gestione attiva e la gestione passiva di un fondo su un periodo di tempo medio-lungo per valutare quale e in quali casi sia la politica maggiormente premiante.
Viene infine analizzata la possibilità e le modalità di commercializzazione del prodotto fondo pensione.

Mostra/Nascondi contenuto.
8 PREFAZIONE Per decenni, il sistema pensionistico pubblico, basato sul cosiddetto �contratto intergenerazionale� e sul meccanismo della ripartizione, � stato l�unico pilastro previdenziale in Italia. Esso ha garantito ai pensionati un elevato rendimento a fronte di un contenuto rischio: tale contraddizione, rispetto alla regola dei mercati finanziari, � stata possibile solo attraverso la formazione di debito a carico delle generazioni future. Tale logica ha determinato una dinamica insostenibile dei flussi del sistema previdenziale e questo, insieme con l�invecchiamento della popolazione, ha generato l�odierna situazione di crisi: il contratto tra le generazioni � stato frutto di un�epoca caratterizzata da elevati tassi di crescita economica e demografica; ora dinamiche della popolazione e dei redditi alquanto diverse ne richiedono un ridisegno finalizzato al rafforzamento della coerenza tra obiettivi e strumenti, al rispetto del vincolo di bilancio e al divieto alla classe politica di generare consenso a breve termine grazie a nuove promesse. Le riforme degli anni Novanta hanno iniziato questa opera di ridisegno, ma la previdenza pubblica non potr� pi� essere sufficiente per costruire la ricchezza pensionistica delle famiglie: soltanto con una previdenza integrativa privata a capitalizzazione che vada ad integrare quella pubblica si potr� contare, durante l�et� senile, su di un reddito tale da consentire il mantenimento del tenore di vita a cui ci si � abituati durante il periodo attivo. La diffusione dei fondi pensione, in termini di numero di iscritti, non potr� che essere graduale nel tempo, ed andr� di pari passo con i risultati della contrattazione collettiva, per quanto riguarda la costituzione di fondi di categoria (o chiusi) per i diversi comparti del lavoro dipendente, e con la volont� dei soggetti emittenti di collocare il prodotto non come mero strumento finanziario, ma come chiave di volta della pianificazione finanziaria della vita di un individuo, per i fondi pensione aperti. I fondi pensione rappresentano non solo una possibilit� di integrazione pensionistica, ma anche il primo effettivo strumento, per una vasta fascia di lavoratori a basso reddito, per

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Mauro Annaccarato Contatta »

Composta da 260 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5424 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 26 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.