Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'associazionismo volontario nel settore alberghiero

L’obiettivo primario di questo lavoro è quello di individuare le varie forme di espansione aziendale e territoriale a disposizione delle imprese alberghiere. L’analisi, qui presentata, è frutto di una ricerca accurata su riviste specializzate, siti internet specifici e su dati provenienti dalla mia esperienza lavorativa di cinque anni presso il “Best Western Hotel Nazionale” di Sanremo, dove attualmente sono impiegato con le mansioni di responsabile marketing e dei rapporti con la sede italiana della Best Western.
Questo elaborato ha la finalità di mostrare come, negli ultimi anni, il mercato italiano si stia adeguando ai modelli americani, perdendo in parte le caratteristiche di cui, probabilmente, è sempre stato più orgoglioso: l’individualità e l’autonomia.
Il presente lavoro, pertanto, esamina innanzi tutto come si è evoluta l’offerta alberghiera italiana e, soprattutto, quali difficoltà ha incontrato e sta incontrando nel suo cammino verso la globalizzazione.
Nel secondo capitolo si affrontano le tematiche relative all’associazionismo analizzandone le caratteristiche, la diffusione, i vantaggi e le molteplici forme sotto le quali si può manifestare consentendo, agli scettici albergatori italiani, di trovare la formula che più si addice alle caratteristiche della loro struttura e che, soprattutto, permette loro di mantenere, almeno in parte od in apparenza, quell’indipendenza a loro tanto cara e di cui vanno fieri.
Il terzo capitolo è dedicato al caso della catena americana “Best Western” la quale, con i suoi 4.100 alberghi nel mondo, di cui 130 in Italia, è un forte esempio di “globalizzazione alberghiera” e di cui ho una conoscenza più approfondita rispetto ad altre realtà aggregative in quanto, come già citato, sono dipendente di un albergo ad essa affiliato.
In questa parte dedicata al “Mondo Best Western”, oltre ad una descrizione generale delle peculiarità della catena, sono approfondite tematiche relative alle modalità di affiliazione, agli standard qualitativi richiesti ad ogni affiliato e al funzionamento del sistema di prenotazione.
Nel quarto capitolo quanto detto relativamente alla Best Western viene messo a confronto con altri esempi di catene alberghiere, delle quali sono sinteticamente riportate la storia, le caratteristiche, le strategie future, le peculiarità e le similarità rispetto alla catena Best Western.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione L’obiettivo primario di questo lavoro è quello di individuare le varie forme di espansione aziendale e territoriale a disposizione delle imprese alberghiere. L’analisi, qui presentata, è frutto di una ricerca accurata su riviste specializzate, siti internet specifici e su dati provenienti dalla mia esperienza lavorativa di cinque anni presso il “Best Western Hotel Nazionale” di Sanremo, dove attualmente sono impiegato con le mansioni di responsabile marketing e dei rapporti con la sede italiana della Best Western. Questo elaborato ha la finalità di mostrare come, negli ultimi anni, il mercato italiano si stia adeguando ai modelli americani, perdendo in parte le caratteristiche di cui, probabilmente, è sempre stato più orgoglioso: l’individualità e l’autonomia. Il presente lavoro, pertanto, esamina innanzi tutto come si è evoluta l’offerta alberghiera italiana e, soprattutto, quali difficoltà ha incontrato e sta incontrando nel suo cammino verso la globalizzazione. Nel secondo capitolo si affrontano le tematiche relative all’associazionismo analizzandone le caratteristiche, la diffusione, i vantaggi e le molteplici forme sotto le quali si può manifestare consentendo, agli scettici albergatori italiani, di trovare la formula che più si addice alle caratteristiche della loro struttura e che, soprattutto,

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Christian Feliciotto Contatta »

Composta da 146 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4477 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.