Skip to content

Comunicare l'information technology

Informazioni tesi

  Autore: Giuseppe De Angelis
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Libera Univ. degli Studi Maria SS.Assunta-(LUMSA) di Roma
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Tecnica pubblicitaria
  Relatore: Riccardo Dusi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 115

L’obiettivo di emergere e farsi “notare” grazie ad un piano di comunicazione ben strutturato: la sfida della Confor Informatica S.p.A., tipico esempio di PMI nel settore dell’Information Technology.
In questa sede verrà trattato l’approccio che dovrebbe avere una PMI nel comunicare al mondo esterno le proprie competenze, le proprie soluzioni, i propri prodotti ed il proprio valore aggiunto al fine di poter accrescere la sua posizione nello schema percettivo dei possibili clienti o partner.
L’Information Technology è un mercato estremamente difficile che ha vissuto negli ultimi anni andamenti oscillatori di un certo livello. Infatti, se tra il 1997 ed il 2000 le aziende che operano in questo settore hanno potuto accrescere il loro fatturato in termini percentuali con incrementi nell’ordine delle decine, dal 2001 con la generale diminuzione degli investimenti e quindi la generale difficoltà dei vari mercati, le stesse aziende hanno attraversato e stanno tuttora attraversando, un momento di serie difficoltà: molte di esse sono fallite, altre hanno dovuto cambiare radicalmente la loro tipologia di business e di mercato, altre ancora, sono state acquisite da imprese più grandi, oppure hanno dovuto rivedere il loro approccio per cercare di subire il meno possibile gli effetti di questa recessione economica.
La stragrande maggioranza delle PMI del settore dell’Information Technology però, non si è ancora dotata, o lo ha fatto da pochissimo di una struttura marketing che abbia imposto un approccio strutturato alla comunicazione market-oriented. Spesso queste imprese hanno effettuato azioni estemporanee dettate da alcune opportunità, oppure dettate dalla necessità di “farsi vedere” in particolari occasioni come nelle fiere, nei forum o nei convegni. Di certo però, è difficile calcolare i risultati di queste campagne perché i feed-back possibili potrebbero essere stati alterati dalle particolarità di quei precisi momenti.
La Confor Informatica rientra in questa categoria delle aziende che non hanno mai affrontato sistematicamente il discorso della comunicazione.
Nella prima parte di questa introduzione ho parlato volutamente di approccio al marketing in senso lato perché un piano di comunicazione deve partire da questo tipo di visione delle cose e ne condivide i punti essenziali, logicamente adattati e messi a punto sugli aspetti tipici dell’argomento specifico.
Un piano di comunicazione, come un piano di marketing, ha quattro asset fondamentali: analisi, strategia, pianificazione e controllo. Quindi la tesi rispecchierà in pieno questa struttura al fine di poter rappresentare una pietra su cui poter far partire un progetto di promozione del brand e dei suoi prodotti.
Per poter studiare una corretta ed efficace strategia di comunicazione è fondamentale conoscere i numeri; questo è necessario perché le ricerche di mercato attualizzate alla situazione specifica di Confor Informatica devono portare all’individuazione degli spazi o delle opportunità su cui puntare il piano di comunicazione in accordo con quello di marketing. Sarebbe stupido andare ad investire denaro in particolari segmenti di mercato che non siano ben presenziati dall’offerta Confor oppure poco attrattivi per i clienti. Bisogna perciò capire a fondo qual è la realtà in cui l’impresa si muove.
Tirando un pochino le somme, si evince che il mercato dell’informatica sta sempre più andando verso i settori del software e dei servizi. L’elemento però di novità è che la domanda del mercato si sta spingendo verso l’integrazione dei due settori. L’offerta deve quindi avere questo valore aggiunto di unione delle due caratteristiche al fine di riuscire ad implementare sistemi e soluzioni altamente specializzate che vadano a soddisfare completamente i particolari bisogni delle aziende clienti. Anche nell’IT è perciò arrivato il concetto di estrema personalizzazione dell’offerta che da diverso tempo interessa altri mercati, anche quelli di massa.
Sempre per contenere i costi ed ottenere buoni risconti, la strada di accordi di co-marketing è una delle più conosciute e che va sfruttata. Questi accordi permettono di limitare le spese ad un investimento che va ad aggiungersi al contributo di una o più aziende.
Una voce assai importante cui ancora non è stato fatto riferimento è la comunicazione interna, da molte aziende sottovalutata come leva strategica fondamentale per la crescita del business. L’obiettivo è sicuramente migliorare la conoscenza dei prodotti e delle aree tematiche di offerta da parte della forza vendita.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE L’obiettivo di emergere e “farsi notare” grazie ad un piano di comunicazione ben strutturato: la sfida della Confor Informatica S.p.A., tipico esempio di PMI nel settore dell’Information Technology. In questa sede verrà trattato l’approccio che dovrebbe avere una PMI nel comunicare al mondo esterno le proprie competenze, le proprie soluzioni, i propri prodotti ed il proprio valore aggiunto al fine di poter accrescere la sua posizione nello schema percettivo dei possibili clienti o partner. L’Information Technology 1 è un mercato estremamente difficile che ha vissuto negli ultimi anni andamenti oscillatori di un certo livello. Infatti, se tra il 1997 ed il 2000 le aziende che operano in questo settore hanno potuto accrescere il loro fatturato in termini percentuali con incrementi nell’ordine delle decine, dal 2001 con la generale diminuzione degli investimenti e quindi la generale difficoltà dei vari mercati, le stesse aziende hanno attraversato e stanno tuttora attraversando, un momento di serie difficoltà: molte di esse sono fallite, altre hanno dovuto cambiare radicalmente la loro tipologia di business e di mercato, altre ancora, sono state acquisite da imprese più grandi, oppure hanno dovuto rivedere il loro approccio per cercare di subire il meno possibile gli effetti di questa recessione economica. Parleremo poi più diffusamente e con termini numerici suffraganti di queste tendenze che hanno modificato e stanno tuttora modificando la realtà dell’ICT 2 . Dal quadro generale che è stato fatto come prologo a questa trattazione, si evince che le aziende di questo segmento di mercato, per sopravvivere (che è lo scopo principale di un’impresa) e per cercare di accrescere il loro business, 1 Tecnologie informatiche. 2 Acronimo di Information and Communication Technology.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi