Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I valori e il processo decisionale nelle organizzazioni

Abstract
I valori e il processo decisionale nelle organizzazioni

L’idea della ricerca è nata dallo studio di un caso di un’importante multinazionale che fa dei suoi valori dichiarati uno strumento per prendere decisioni di business e una risorsa nei processi di reclutamento, formazione e autoanalisi organizzativa. Il problema di partenza è stato: ‘Come i valori influenzano i principali processi organizzativi? Qual è il rapporto tra i valori dell’organizzazione e il processo decisionale nella stessa?’
Per valori intendiamo un’organizzazione durevole di credenze e atteggiamenti su cosa bisognerebbe perseguire, da ciò ne consegue che orientano il comportamento e la presa di decisione (Bellotto, 1997). Per processo decisionale intendiamo il processo attivato in risposta ad un problema; consiste nell’analizzare vari corsi d’azione e nel selezionarne uno per raggiungere il risultato desiderato ovvero la soluzione (March, 1994). L’approccio teorico di riferimento è un approccio psico-sociale (Lewin, 1972) che considera le organizzazioni come sistemi complessi autostrutturantesi in rapporto alla mission e alle caratteristiche dell’ambiente esterno con il quale scambiano materia (prodotti o servizi) e informazioni.
Le organizzazioni creano una propria cultura d’impresa (Schein, 1999) definita come l’insieme dei valori, dei modelli di comportamento, delle norme e degli assunti di base (convinzioni e sentimenti impliciti e condivisi) dell’organizzazione. La cultura ha funzioni di integrazione all’interno e adattamento all’esterno dell’organizzazione. La ricerca si pone, inoltre, come possibile risposta alle esigenze di crescita e di sviluppo poste dalle organizzazioni nell’era post-industriale, caratterizzata da un approccio alla complessità.
Gli obiettivi della ricerca sono i seguenti:
a- Esplorare il sistema dei valori in un campione di lavoratori e analizzare i valori dominanti e le loro relazioni.
b- Esplorare il sistema dei valori in un campione di lavoratori della stessa organizzazione e rilevare i valori organizzativi dominanti.
c- Rilevare la componente relazionale del processo decisionale nel campione dei lavoratori attraverso una serie di domande esplorative. Esplorare i fattori sottostanti al questionario DMQ-01 forma esplorativa.
d- Esplorare la relazione tra le variabili dei valori (WIS/SVP) e le risposte alla domande sul processo decisionale (DMQ-01) date dai lavoratori di varie organizzazioni.
e- Elaborare un modello operativo sulla base dei risultati ottenuti.

Mostra/Nascondi contenuto.
Abstract I valori e il processo decisionale nelle organizzazioni L’idea della ricerca è nata dallo studio di un caso di un’importante multinazionale che fa dei suoi valori dichiarati uno strumento per prendere decisioni di business e una risorsa nei processi di reclutamento, formazione e autoanalisi organizzativa. Il problema di partenza è stato: ‘Come i valori influenzano i principali processi organizzativi? Qual è il rapporto tra i valori dell’organizzazione e il processo decisionale nella stessa?’ Per valori intendiamo un’organizzazione durevole di credenze e atteggiamenti su cosa bisognerebbe perseguire, da ciò ne consegue che orientano il comportamento e la presa di decisione (Bellotto, 1997). Per processo decisionale intendiamo il processo attivato in risposta ad un problema; consiste nell’analizzare vari corsi d’azione e nel selezionarne uno per raggiungere il risultato desiderato ovvero la soluzione (March, 1994). L’approccio teorico di riferimento è un approccio psico-sociale (Lewin, 1972) che considera le organizzazioni come sistemi complessi autostrutturantesi in rapporto alla mission e alle caratteristiche dell’ambiente esterno con il quale scambiano materia (prodotti o servizi) e informazioni. Le organizzazioni creano una propria cultura d’impresa (Schein, 1999) definita come l’insieme dei valori, dei modelli di comportamento, delle norme e degli assunti di base (convinzioni e sentimenti impliciti e condivisi) dell’organizzazione. La cultura ha funzioni di integrazione all’interno e adattamento all’esterno dell’organizzazione. La ricerca si pone, inoltre, come possibile risposta alle esigenze di crescita e di sviluppo poste dalle organizzazioni nell’era post- industriale, caratterizzata da un approccio alla complessità.

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Maria Cristina Perica Contatta »

Composta da 214 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8929 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.