Skip to content

Comunicare Brera

Informazioni tesi

  Autore: Serena Tralli
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2001-02
  Università: Politecnico di Milano
  Facoltà: Design e Arti
  Corso: Disegno Industriale
  Relatore: Gianni Forcolini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 161

Brera è sinonimo di arte diffusa, di cultura multiforme, di luoghi d’incontro e “di passeggio”.
L’obiettivo di questo lavoro è COMUNICARE BRERA all’interno di Brera stessa, esteriorizzare, dare valore alla sua “particolarità”, al fine di caratterizzarla maggiormente, di aprirla verso il mondo dei passanti, accentuandone l’espressività e l’unicità, attraverso un sistema di segnalazione proprio, poliedrico e diffuso.

Nel primo capitolo si analizza il concetto di “comunicazione” prima in senso lato, applicandolo alle esperienze in atto nella città di Milano, poi, in particolare, attraverso l’analisi delle differenti soluzioni tipologiche utilizzate per la segnaletica. Infine si analizza l’illuminazione che, attraverso la sua evoluzione storica, è da intendersi non solo per il suo valore funzione, ma come elemento multiforme e comunicativo, essenziale nelle ore serali.

Nel secondo capito si analizza la realtà di “Brera”, attraverso: la localizzazione nel territorio cittadino, il rilievo di elementi storici, sociali e fisici, l’individuazione e classificazione delle realtà presenti e caratterizzanti. L’analisi è finalizzata a tracciare tre ipotetici percorsi di visita.

Nel terzo capitolo si evidenziano “i segnali di Brera”, lo stato dell’arte, e da questi si profilano gli obiettivi progettuali.

Il quarto capitolo entra nel merito di un modello progettuale, di “un segnale per Brera” in grado di comunicare la cultura, l’arte, il “sapere” in senso lato e l’unicità dei diversi siti. Un segnale presente in tre differenti tipologie e collocato in punti diversi del quartiere al fine di comunicare su più livelli e rispondere adeguatamente e in modo completo ai differenti modi di entrare in relazione con la zona.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1. Comunicare “ non c’è LUOGO, infatti, che non implichi e stimoli in noi, più o meno consapevolmente, un sentimento di condivisione e dunque una possibilità di comunicazione” S. Boeri (1) Concetto di comunicazione La comunicazione, è tra le attività vitali, dopo quelle di respirare e nutrirsi. Si comunica sostanzialmente per informare, instaurare rapporti, manifestare un’emozione. Il fenomeno comunicativo può essere considerato dualistico, facendo riferimento al suo essere strumentale e diretto o strutturale e indiretto. Nel primo caso avviene un’iterazione tra due, o un numero limitato di persone, nel secondo vi è la presenza di una struttura organizzata in grado di raggiungere la massa. Nell’ambito di questa proposta progettuale si prende in considerazione la prima di queste due valenze, approfondendo il concetto di comunicazione. Questa è un processo che può essere reversibile, sviluppato in modo circolare secondo un’interazione tra comunicazione e informazione. Da questa definizione va differenziata, seppur in modo prevalentemente teorico, quella di informazione, cioè quel processo a senso unico che parte dalla sorgente e si ferma al ricevente flusso di nozioni che parte dalla sorgente per giungere, attraverso determinati canali, al ricevente che ne percepisce l’insieme dei segni, li elabora, li confronta ed infine li conserva nella memoria. Nella realtà comunque informazione e comunicazione non sono sempre così facilmente distinguibili. Al centro dell’azione comunicativa vi è il messaggio, l’elemento cardine del processo di rappresentazione tra la realtà e la sua immagine. Attraverso il segno avviene il passaggio alla rappresentazione, che può accentuare, migliorare, trascurare tutto ciò che è più o meno funzionale al progetto comunicativo. Fondamentale è il ruolo della comunicazione nel fare in modo che uno spazio sia accessibile e fruibile, fornendo all’utente un sistema di coordinate spazio-temporali sia esterne che interne alla percezione. A questo scopo un luogo comunica se interpretato da un sistema di elementi informativi aggiunti, distribuiti lungo i suoi percorsi, al fine di garantire una chiara comprensione dello spazio stesso, diventando una sorta di manuale d’istruzione per l’uso. Spesso il rapporto che si ha con un oggetto, e in questo caso con uno spazio, è condizionato, e a volte coincide, con il grado di conoscenza, comprensione e relazione che si ha di esso e di conseguenza con la qualità dello spazio comunicativo. La comunicazione che, in questo caso, va studiata e considerata è certamente, più di ogni altra, quella visiva. 1.1 Comunicazione strumentale e diretta Vs. informazione Messaggio Segno Istruzioni d’uso 18

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

brera
comunicazione
design
milano
illuminazione pubblica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi