Skip to content

Società e comunicazione nei parchi naturali

Informazioni tesi

  Autore: Pietro Esposto
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Palermo
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Stefano Martelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 376

In Italia, i parchi naturali sono luoghi in cui gli insediamenti abitativi sono diffusi e consistenti, così come di conseguenza risultano essere importanti le varie attività umane che vi si svolgono (l’agricoltura, la pastorizia, l’artigianato, ecc). Oggi in Italia vi sono 20 parchi nazionali istituiti e 4 in attesa di provvedimenti attuativi. Complessivamente essi coprono oltre un milione e mezzo di ettari, pari al 5 % circa della superficie nazionale e interessano il territorio di 471 comuni, 72 comunità montane e 45 province per una popolazione di circa 2,2 milioni di individui . Mentre, considerando i parchi naturali regionali e tutti gli altri tipi di aree protette, la superficie del territorio italiano sottoposta a misure di protezione risulta essere pari al 10,54 %. Una prima lettura di questi dati mostra come i parchi naturali italiani interessano da vicino la vita e soprattutto le attività lavorative di migliaia di individui.
Questo fondamentale aspetto dei parchi naturali è divenuto, negli ultimi anni, un tema dominante sia delle politiche di gestione delle aree protette, sia in generale delle politiche ambientali. I parchi naturali, visti dapprima come vincolo dalle popolazioni locali che vi risiedono, hanno acquisito sempre più la funzione di laboratorio per la sperimentazione di nuove politiche di gestione del territorio, non più basate su un uso indiscriminato e irresponsabile delle risorse naturali, ma orientate dai principi dello sviluppo sostenibile e quindi i parchi naturali si configurano come luoghi in cui è possibile ricucire il legame tra sviluppo economico, sociale e ambientale. In breve, concepiti essenzialmente come vincolo, i parchi si sono delineati in seguito come un progetto politico, economico e sociale del territorio in grado di coniugare sostenibilità ambientale e sviluppo locale. Questo vale soprattutto per quei territori poveri e marginalizzati, cioè esclusi dai processi di urbanizzazione e industrializzazione. In questi casi appunto, l’istituzione di un parco riflette la speranza che esso possa funzionare da “motore di sviluppo” per tali aree sfavorite.
Inoltre, in questo senso, i parchi diventano espressione e veicolo di un variegato universo valoriale. Cioè, oltre ai valori strettamente ecologici, i parchi naturali hanno la capacità di comunicare sia una cultura e un modo diverso di governare il territorio sia i valori locali (le tradizioni, i cibi, i modi di lavorare la terra, ecc.) di un territorio immettendoli in una dimensione nazionale e internazionale. Ciò appare più vero se si considera uno degli aspetti più controversi della globalizzazione, cioè l’emergere delle identità locali [cfr. Martelli 1999: cap. 1 parte II]. In tal senso, è possibile affermare che i parchi sono un potente mezzo per la riscoperta e la diffusione delle mille identità locali e soprattutto essi si inseriscono (e quindi non si pongono in alternativa) nei processi di globalizzazione in atto.
Quello fin qui detto mostra l’importanza che i parchi ricoprono nelle società odierne, essi sono contemporaneamente musei della natura e modi alternativi di gestire il territorio. Tuttavia, questo è un lavoro in cui si vogliono principalmente indagare gli aspetti comunicativi dei parchi naturali. In pratica, due sono gli oggetti di riflessione primari di questa tesi. Il primo, come si è potuto ben capire, è costituito dai parchi naturali e dagli aspetti sociali che li contraddistinguono. Il secondo è rappresentato dall’ente di gestione dei parchi naturali e dalle sue attività di comunicazione. Certo, è ovvio che le attività di comunicazione che si svolgono in un parco naturale sono molteplici. In fin dei conti, se si considerano le diverse comunità locali che vivono in un parco, le tante amministrazioni locali ed enti pubblici che vi hanno sede, così come le innumerevoli attività produttive che vi si svolgono, viene fuori un immenso reticolo comunicativo difficile da interpretare, ma fondamentalmente estraneo alla materia di fondo di questa tesi. La comunicazione dell’ente di gestione di un’area protetta, analizzata a pieno titolo con le categorie proprie della comunicazione pubblica, è, in ultima analisi, l’oggetto di studio principale di questa tesi. In sintesi, i motivi di tale scelta possono essere riassunti considerando sia l’importanza che tale ente ricopre all’interno di un’area protetta, sia il ruolo primario che lo Stato gli ha affidato nella gestione dell’area.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
A. A. 2002/2003 Università degli Studi di Palermo Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione Indirizzo Comunicazione istituzionale e d’impresa Tesi di Laurea in Teoria e Tecniche della Comunicazione pubblica SOCIETÀ E COMUNICAZIONE NEI PARCHI NATURALI Abstract Tesi di: Relatore: Pietro Esposto Ch.mo Prof. Stefano Martelli

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi