Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Evoluzione recente e prospettive di riforma della disciplina comunitaria delle concentrazioni orizzontali

La disciplina sulle concentrazioni ha visto il suo ingresso nella legislazione comunitaria solo pochi anni fa, con il Regolamento 4064/89 del 21 dicembre 1989. Nonostante ciò, in pochi anni di applicazione il controllo sulle concentrazioni si è evoluto ad un ritmo eccezionale. La giurisprudenza accumulata da Tribunale e Corte di Giustizia ha fornito importanti spunti su aspetti controversi di politica industriale, quali il mercato rilevante, il potere di mercato, la collusione e l’oligopolio.
Nel corso del 2001, inoltre, la Commissione Europea ha avviato un ampio dibattito inteso a riformare l’esistente sistema di controllo, conclusosi il 29 gennaio 2004 con l’adozione da parte del Consiglio Europeo del nuovo Regolamento 139/04 sulle concentrazioni.
La Commissione ha voluto in questo modo correggere alcune anomalie presenti nella passata disciplina, in primis quelle attinenti al c.d. standard valutativo comunitario. Questo lavoro intende ripercorrere le tappe fondamentali dell'evoluzione di questa disciplina chiarendone i criteri applicativi e le prospettive di ulteriore riforma.

Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO I Concentrazioni fra imprese: definizione ed evoluzione nel quadro del diritto comunitario antitrust SOMMARIO 1. La nozione generale di concentrazione ~ 1.1. Le fattispecie che realizzano una concentrazione ~ 1.2. La nozione adottata dal legislatore comunitario – 2. La prassi del- la Commissione e la giurisprudenza prima del Regolamento. Le ragioni dell’intervento ~ 2.1. Il caso Continental Can ~ 2.2. Il caso Philip Morris – 3. Il Rego- lamento 4064/89. Campo di applicazione ~ 3.1. La valutazione delle operazioni di concentrazione ~ 3.2. Le modalità di notificazione ~ 3.3. La procedura di controllo ~ 3.4. Le condizioni e gli obblighi ~ 3.5. Le tipologie di rimedi ~ 3.6. Le sanzioni – 4. Ripartizione di competenze tra Commissione ed Autorità nazionali. 1. La nozione generale di concentrazione Per l’economia industriale, una concentrazione si identifica in un: “fenomeno che conduce all’acquisto stabile e duraturo di nuove quote di mercato, mediante processi di crescita esterna (unioni d’imprese già dotate di un proprio potere di mercato) e non di crescita interna (aumento dell’efficacia e della capacità produttiva della medesima impresa)” 1 . 1 M. Notari, La nozione di controllo nella disciplina antitrust, in Rivista delle società – Monografie, n. 20, Milano, Giuffrè, 1996, pag. 22.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Andrea Poggi Contatta »

Composta da 208 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1903 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.