Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lo spazio cosmico

La tesi tratta in chiave storica del problema dello spazio extra-atmosferico. Si parla dell'avvento del diritto spaziale come diritto speciale inserito in piena armonia con le norme del diritto internazionale, ma conservando un suo appunto carattere speciale che lo differenza dal diritto marittimo (anche se da questo prende alcune norme in via analogica) e dallo spazio aereo. La tesi tratta poi dei soggetti atti ad esercitare l'attività cosmica; le convenzioni internazionali; il principio della responsabilità internazionale della convenzione del 1972 (accertamento e riparazione del danno).

Mostra/Nascondi contenuto.
9 I Capitolo Il concetto di res communis omnium applicato allo spazio e ai corpi celesti 1.1. Il regime giuridico dello spazio cosmico: sovranità spaziale e sovranità funzionale. Il lancio del primo Sputnik sovietico il 4 ottobre 1957 segna il punto di partenza per lo sviluppo delle attività spaziali. A partire da quella data, esse si sono moltiplicate: dagli incontri tra navicelle spaziali, ad esplorazioni della Luna e degli altri corpi celesti, fin, all’invio di sonde oltre i limiti del sistema solare. Allo stesso tempo sono costantemente aumentate e si sono diversificate le utilizzazioni civili e militari dei satelliti artificiali e di razzi o navette necessari per metterli in orbita: controllo del territorio sorvolato, meteorologia osservazioni astronomiche, esperimenti scientifici, comunicazioni telefoniche, radio e telediffusione, ecc. Se originariamente tali attività spaziali erano prerogativa di due soli Stati, Unione Sovietica e gli Stati Uniti, oggi, invece, esse sono poste in essere da un numero sempre crescente di Paesi anche se, dati i loro costi, non possono ancora definirsi alla portata di tutti. Le attività spaziali in questione ed i problemi giuridici creati dal loro esercizio costituiscono i segni più evidenti della rapida espansione dell’esperienza giuridica in campi assolutamente nuovi. Difatti gli aspetti sensazionali e rivoluzionari propri di queste nuove esperienze hanno richiamato su di sé l’immediata e vasta attenzione della scienza giuridica. Dal punto di vista del diritto internazionale, il problema più importante agitato dal sorgere e dallo svolgimento delle attività spaziali, è quello del loro regime giuridico e del

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Massimo Cristian Porrone Contatta »

Composta da 95 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4938 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.