Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'integrazione dei sistemi di post-trading in Europa: un'analisi economica

In questa tesi è stata analizzata l’integrazione dei sistemi di post-trading europei.
Poiché vi è un grande divario di costi nel regolamento delle transazioni transfrontaliere rispetto a quelle domestiche, soprattutto anche in confronto al sistema americano, sono state approfondite le problematiche esistenti, le origini dei costi e dei rischi, i dibattiti organizzati per favorire una migliore efficienza ed è stata effettuata una valutazione economica dei CSDs e ICSDs europei, sulla base dei bilanci dei vari depositari per il periodo 1998-2002, focalizzando l’attenzione sulle fonti di ricavo, sulla redditività e dell’efficienza produttiva di tali sistemi.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Durante gli anni della mia esperienza universitaria, ho affrontato molti argomenti che mi sarebbe piaciuto analizzare più approfonditamente. Arrivato al quarto anno, con gli ultimi esami da sostenere, sono cresciuti in me i dubbi e le paure di un normale studente che si appresta a sostenere l’ultima “fatica” prima della laurea: la tesi. Scambiando opinioni e confronti con i miei compagni di corso, sembrava che tutti sapessero cosa fare, come scrivere, quando laurearsi, come se la tesi l’avessero già scritta nella testa e l’unica fatica fosse stata solo quella di trascriverla da formato “cerebrale” a cartaceo. Ebbene, io non avevo tutta la sicurezza dei miei colleghi. La mia idea iniziale era quella di analizzare l’integrazione delle borse europee. Come un normale studente di economia dei mercati finanziari, questo argomento suscitava in me un grande interesse. Da diverso tempo si parlava infatti di progetti di fusione falliti (progetto IX) o meno (Euronext), di creazione di nuovi mercati (ATS) e di demutualizzazione delle borse. Erano passati solo un paio di anni dalla bolla speculativa, poi “scoppiata”, con tragici risultati per moltissimi piccoli risparmiatori, tra cui i miei sfortunati genitori. Ricordo ancora con simpatia quando al primo e al secondo anno ci ritrovavamo alla mattina e parlavamo delle quotazioni di Tiscali quando era “solo” a 240 €, considerandoci tutti degli analisti infallibili. Quanti bei ricordi! Ritornando alla mia tesi, fra gli argomenti trattati durante le lezioni di uno dei miei ultimi esami e di cui ho trovato anche materiale su internet vi era un progetto di creare una borsa europea. Purtroppo tale progetto, da molti auspicato ai fini di una maggiore integrazione dei mercati finanziari europei, non può trovare realizzazione almeno nel breve periodo, a causa dei molti interessi in gioco (soprattutto reddituali), delle diversità in ambito regolamentare e fiscale e di tutti i problemi che possono nascere quando si decide di creare qualcosa di nuovo. In poche parole tutti vogliono sempre creare cose nuove, utili, efficienti, ma quando si tratta di realizzarle, nessuno vuole rinunciare ai propri profitti, al

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Marco Scivittaro Contatta »

Composta da 235 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1267 click dal 18/05/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.