Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Marketing Sociale e sostenibilità sociale Nei Paesi del Terzo Mondo

Questo lavoro analizza e approfondisce l' importanza del marketing sociale per aiutare dei progetti nei paesi del terzo mondo nell'era della globalizzazione

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Capitolo primo Il marketing sociale Introduzione Alla fine della seconda guerra mondiale, i capi di stato delle potenze vincitrici si trovarono d’accordo sul fatto che l’esperimento socio economico che essi tentavano, in vista della globalizzazione, doveva, in caso di successo, essere considerato dai singoli paesi come un contributo alla prosperità e alla pace. Per raggiungere gli obiettivi formulati furono create istituzioni multinazionali come le Nazioni Unite ed il Fondo Monetario Internazionale. Qualche dubbio è sorto sull’efficacia dell’ordine post-bellico, con conseguenze potenzialmente nefaste per il futuro della globalizzazione. Di rado si parla di economia globale in riferimento ai cento milioni di cittadini dei paesi industrializzati al di sotto della soglia di povertà, ai trentacinque milioni di disoccupati o al miliardo e trecento milioni di persone che vivono nei paesi in via di sviluppo con meno di un dollaro al giorno. Conciliare la globalizzazione con la sicurezza sociale è dunque un grande compito delle nazioni all’inizio del nuovo millennio. La globalizzazione è il risultato di ben precise decisioni politiche prese all’indomani della seconda guerra mondiale e legittimate all’interno di ciascun paese da un vero e proprio patto tra governanti e lavoratori.

Diploma di Laurea

Facoltà: Scuola di comunicazione internazionale

Autore: Miguel Matos Gomes Contatta »

Composta da 157 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4627 click dal 07/06/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.