Skip to content

Marketing del vino 2.0: il web marketing come strategia aziendale e le sue applicazioni nel settore vitivinivolo

Informazioni tesi

  Autore: Ivana Poggio
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Agraria
  Corso: Viticoltura ed Enologia
  Relatore: Stefano Massaglia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 43

La presente relazione finale intende tracciare una breve analisi sul contributo del marketing digitale e del social media marketing per l'industria del vino con l'obiettivo di aumentare la consapevolezza dell'importanza di una strategia digitale per un'azienda vitivinicola al fine di rimanere competitiva, in un mercato dove è probabile che si verifichino rapidamente nuove tendenze e le cantine debbano adattarsi. La filiera del vino, oggi, sta attraversando una delle fasi più difficili della storia moderna: la pandemia causata dal Covid-19. Il vino però in questa emergenza è diventato l'elemento di socializzazione per antonomasia; tra l'essere connessi costantemente e l'obbligo di restare a casa rimane uno dei modi per continuare a intrattenere relazioni sociali a distanza. La realtà attuale è, così, l'emblema di come i social media possano essere usati da imprenditori e manager del vino come uno strumento concreto e operativo, elaborando strategie ad hoc, per continuare a comunicare ed a interagire con i clienti e riuscire a commercializzare le proprie produzioni. Le aziende si trovano nel bel mezzo di un'evoluzione digitale che non possono più ignorare, perché ciò comporterebbe essere escluse dal mercato, al contrario entrare a far parte della rete potrebbe offrire nuove opportunità di business e di differenziazione; nuove dinamiche, linguaggi e strumenti di comunicazione consentirebbero all'azienda di rimanere costantemente aggiornata sulle nuove tendenze di consumo, facendo sì di avvicinare nuove categorie di consumatori e ampliare il proprio mercato.
La principale forma di marketing digitale è il marketing in entrata o inbound marketing, basato sullo stretto rapporto tra la società e le sue prospettive o i clienti, che hanno espresso volontariamente il loro interesse per i prodotti di un'azienda (basato sulla sottoscrizione a newsletter, blog o social network).
Il successo o il fallimento della comunicazione online di un'azienda dipende in larga misura dalla qualità del suo content marketing. Oltre a promuovere contenuti di qualità, i digital marketer devono intraprendere un'analisi del target al fine di adattare il loro contenuto e scegliere il modo giusto di promuoverlo.
Questa prima parte del documento vuole definire anche il concetto di content marketing e l'importanza che ha all'interno delle politiche di marketing, nonché i mezzi adeguati a svilupparne una corretta strategia.
La seconda parte dell'elaborato mira a definire una breve guida su come comunicare il vino online e analizzare nel dettaglio una serie di strumenti che le cantine possono scegliere di sfruttare per raccontare un'immagine di sé stesse e dei prodotti che offrono sul mercato.
Il terzo, e ultimo capitolo, intende esaminare gli atteggiamenti e le percezioni dei proprietari delle cantine riguardo l'uso dei social media nel marketing e nella promozione dell'enoturismo online, andando a sottolineare le strategie di marketing delle piccole cantine e il ruolo del Web all'interno di tali strategie.

Informazioni tesi

  Autore: Ivana Poggio
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Agraria
  Corso: Viticoltura ed Enologia
  Relatore: Stefano Massaglia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 43

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Il vino è il frutto di una serie di elementi che spaziano dalle caratteristiche organolettiche e sensoriali, alle tradizioni culturali dei luoghi di provenienza; sinonimo di identità territoriale, è un valore aggiunto per il prodotto e per l’intero territorio. È fondamentale porre “l’elemento culturale” del vino nell’ambito del web, perché possa contribuire ad enfatizzare e a far emergere la tipicità e il potenziale comunicativo del prodotto. L’Italia possiede un consistente numero di vitigni, da cui derivano altrettante considerevoli varietà di vini. Tale numerosità non rappresenta un vantaggio competitivo, poiché troppo spesso il consumatore incontra difficoltà nell’individuare delle differenze esistenti e nell’apprezzare la qualità dei prodotti. (Cavallo, 2016). Il modo di vivere la comunicazione è mutato velocemente, prima con l’avvento di Internet e in seguito con la crescita e diffusione esponenziale dei media digitali. La prima grande trasformazione riguarda l’utente della rete, il quale non è più un soggetto passivo, ovvero, non si limita solo ad informarsi delle notizie online, ma lui stesso produce contenuti e partecipa attivamente alle conversazioni che si tengono nel web. Il blog e i social media, ad esempio, sono spazi web utilizzati per parlare dei propri interessi, in modo del tutto personale e senza filtri; sono diventati dei veri e propri luoghi di aggregazione e di opinioni dove possono emergere aspetti importanti di un’identità aziendale. L'ultimo Global Digital Report, ovvero le ultime statistiche social da conoscere, evidenziano come gli utenti di Internet aumentino di oltre un milione ogni giorno. Il report "Digital in 2019" rivela che sono: 4,39 miliardi gli utenti internet nel 2019, con un aumento di 366 milioni. 3,48 miliardi gli utenti dei social media nel 2019, con un totale mondiale in crescita di 288 milioni. Secondo l’indagine Global Digital Report 2019, sono quasi 55 milioni gli italiani che accedono ad Internet e 35 milioni gli utenti social su una popolazione totale di 59,25 milioni di persone 1 . Questi dati chiariscono quanto sia fondamentale cambiare la propria visione della rete: per sopravvivere al mercato, oggi, è necessario includere la rete nella strategia di marketing aziendale. Le aziende si trovano nel bel mezzo di un’evoluzione digitale che non possono più ignorare, perché ciò comporterebbe 1 www.studiosamo.it/global-digital-2019-statistiche-social/ (30/03/’20)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

web marketing
marketing digitale
social media
wine marketing
social media marketing
inbound marketing
content marketing
covid-19
filiera del vino
vino social

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi