Skip to content

Resa delle citazioni nell'interpretazione consecutiva dei discorsi di Hugo Chávez

Il golpe fallito e la via democratica

Il 3 febbraio 1992 era il giorno prestabilito per mettere in atto il golpe, che non ebbe il successo sperato. Quel giorno il presidente Carlos Andrés Pérez era appena rientrato a Maiquetia dopo essere stato in Svizzera per partecipare al Forum Economico di Davos; ad attenderlo c’era inaspettatamente il Ministro della Difesa per scortarlo fino alla residenza presidenziale a causa di alcune voci su un possibile sequestro. Dopo qualche ora il presidente verrà di nuovo scortato fino a Palazzo Miraflores, in quanto era stato avvertito di una ribellione nello stato petrolifero dello Zulia (Mastrantonio, Miranda 2007: 129).


Intanto Chávez e altri suoi uomini si erano infiltrati nel Museo Storico Militare di Caracas per trasmettere un messaggio attraverso la televisione di stato ma, al posto del suo messaggio, in tv vide Carlos Andrés Pérez che da un’emittente privata invitava la popolazione alla calma e dava per fallito il colpo di stato. Il golpista decise di arrendersi, nonostante tutte le principali città del Venezuela fossero state raggiunte dai suoi uomini. Il presidente Pérez ricevette le chiamate di solidarietà di George Bush e Fidel Castro; quest’ultimo gli era amico per il merito di aver ricucito i rapporti tra Venezuela e Cuba dopo la rottura del 1961 e la messa al bando di Cuba dall’Osa nel 1964 per una storia di aiuti militari ai guerriglieri venezuelani (Ibid. 131).
Il 4 febbraio Chávez fece una mossa astuta, che gli valse la popolarità e gli assicurò un futuro in politica: trasmise un messaggio televisivo in cui si assumeva la responsabilità del fallito golpe e prometteva che la sconfitta era ‘por ahora’, una frase che lo ha reso celebre (Barrera, Marcano 2007: 135).
Chávez passò due anni in carcere, dove lesse un libro di Fidel Castro e insieme ai rivoltosi elaborò un piano che si ispirava a El general en su laberinto, opera di García Marquez, basata su Simón Bolívar (Ibid. 162). In quei giorni approfondì il culto bolivariano e tenne infauste corrispondenze epistolari, soprattutto con un militare del gruppo neo-nazista argentino dei ‘carapintadas’, Raúl De Sagastizabal, grazie al quale avrebbe conosciuto Norberto Ceresole, un sociologo militare a cui il golpista militare si ispirò moltissimo (Mastrantonio, Miranda 2007: 133).
Intanto era salito al potere l’ex leader del partito Copei, nonché suo fondatore, Rafael Caldera. Il neoeletto presidente si distinse per le sue idee di integrazione e di comprensione verso i golpisti e per la politica di lotta alla corruzione e al malgoverno. Il 27 marzo 1994 decise di firmare un ‘sobreseimiento’, una sospensiva che lasciò senza corso un procedimento per tutti i ribelli del 1992, con la condizione che abbandonassero l’esercito (Ibid. 134). Chávez e i suoi colleghi ritornarono liberi e poterono partecipare alla vita politica.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Resa delle citazioni nell'interpretazione consecutiva dei discorsi di Hugo Chávez

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Elisa Croci
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Macerata
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale
  Relatore: Mercedes Ariza
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 187

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

interpretazione consecutiva
retorica
intertestualità
argomentazione
citazioni
discorsi politici
hugo chavez
argomento d'autorità
vita di hugo chávez

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi