Skip to content

Scrivere è creare - Tecniche per lo sviluppo della produzione scritta

Scrittura creativa

Distogliamo l’attenzione dal tradizionale tema e rivolgiamo il focus a metodi innovativi e assai più stimolanti: la scrittura creativa. Essa può essere guidata o libera, ma in confronto al tema sarà comunque caratterizzata da un tocco in più di originalità ed unicità.
In primo luogo sarà opportuno dare una definizione del concetto di creatività che si può rendere con termini quali intuizione, immaginazione, fantasia, facoltà inventiva, pensiero produttivo e originale. Circa la scrittura creativa non esistono limiti formali o mentali. L’insegnante appoggerà gli studenti nei loro percorsi apprenditivi individuali, alimenterà processi cognitivi ed emozionali mettendo in moto meccanismi interiori degli stessi. Stendere testi propri, persino estetici, sperimentare con la lingua può meravigliare, affascinare e, in più, divertire. Sono gradite trovate bizzarre, non è richiesta la norma, ma, al contrario, appaiono interessanti deviazioni dalla regola, insomma conta più l’originalità dell’esposizione e il contenuto che la correttezza linguistica. L’accento è posto sul saper costruire (e non sul ricostruire). Le proprie “opere” saranno contemplate non solo dall’insegnante, ma anche dagli altri allievi, hanno un pubblico e restano preziose, sono produzioni che terremo in mente per tutta la vita. Suscitano il piacere, e imparare una lingua con affettività positiva facilita l’apprendimento.
Tramite scritti creativi gli studenti conosceranno meglio se stessi, l’insegnante conoscerà meglio i suoi allievi, soprattutto quelli più timidi e taciturni, e anche gli allievi avranno la possibilità di conoscere meglio i loro insegnanti, nel momento in cui rideranno insieme di qualche testo spiritoso, invece d’ascoltare le solite valutazioni spassionate.
Esistono diversi tipi di esercitazioni creative (Rigo 2005: 273):

1. La riscrittura “filtrata” modifica un testo in un altro tenendo conto di filtri di tipo linguistico, cognitivo o pragmatico: Il testo di base subirà variazioni solo in qualche aspetto. Addurremmo come esempio cambiamenti di registri e stili (dall’aulico al familiare, dal colloquiale al formale, ecc., il che non riguarderà solo le opzioni lessicali, ma anche le scelte stilistiche).

2. La riscrittura “multipla” richiede più applicazione dell’attività antecedente.
Si trae ispirazione da un testo di partenza che serve da modello e dal quale si prende spunto per scrivere un testo del tutto diverso (ad esempio cambiamenti di prospettiva, cioè del punto ottico in cui si colloca il narratore, o manipolazioni relative al tipo di testo: da un testo argomentativo si passa a un’intervista).

3. Gli scritti creativi svincolati da strutture precostituite.
Aggiungeremo in questa sede le immagini stimolo che appaiono sotto forme più svariate: foto, dipinti, collage, disegni, caricature, fumetti. Gli apprendenti vengono coinvolti e preparati mentalmente non solo cognitivamente, ma anche emozionalmente. La stimolazione multisensoriale favorisce l’apprendimento.
Inoltre, si sa per esperienza che l’impiego di materiali visuali potenzia la motivazione e genera più attenzione e curiosità di quanto riesca a fare, talvolta, un testo scritto. Un’immagine (diversamente da un testo), di rado, sarà troppo difficile e d’ordinario – variando la consegna - sarà utilizzabile a tutti i livelli di conoscenza linguistica. Se si tratta di illustrazioni provenienti dal paese della lingua d’arrivo rappresenteranno un pezzo di civiltà e d’autenticità: danno un’idea di un’altra cultura e hanno quindi un ruolo centrale per il processo formativo interculturale. Ai fini di destare la fantasia si dovrebbe badare di scegliere immagini il più possibile ambigue oppure surrealistiche che sono un’infrazione della ragione, delle abitudini visive e toccano desideri inconsci, paure, ecc. Tali immagini stuzzicano ed eccitano e sono, di conseguenza, adatte a provocare processi scritti di tipo creativo.

4. I testi liberi prodotti per invenzione, come dialoghi impossibili, testi con parole inesistenti.
Ci permetteremo d’includere attività che (prendendo le mosse da una pagina di romanzo, da un incipit) invitano a scrivere un antefatto, una continuazione di un testo, d’inventare un finale ad una storia, di ampliare un punto lasciato in sospeso, oppure di intervenire in un racconto (parteggiare per qualcuno, tentare di appianare).

5. La scrittura ludica che induce ad usare la lingua in modo insolito e a giocare col linguaggio. [...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Scrivere è creare - Tecniche per lo sviluppo della produzione scritta

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Daniela Mileti Schmitz
  Tipo: Tesi di Master
Master in Master ITALS in didattica della lingua e cultura italiana a stranieri
Anno: 2006
Docente/Relatore: Anna Moni
Istituito da: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 118

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

scrittura
l2
italiano per stranieri
scrittura nel web
produzione scritta
lettera di accompagnamento
ls
lingua speciale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi