Skip to content

Mobilità elettrica: analisi del settore, definizione dei modelli di business e alternative di collaborazione tra i player

Progetto smartCEM

Il progetto smartCEM è un'iniziativa che si articola in diversi pilot sviluppati nelle città di : Barcellona, Gipuzkoa - San Sebastian, Newcastle e Torino.
I servizi ICT proposti da smartCEM hanno l'obbiettivo di facilitare la condivisione di utilizzo di veicoli, favorire il trasporto pubblico e la gestione della distribuzione di merci nelle città. Inoltre essi tendono ad ottimizzare le performance dei veicoli elettrici, migliorando la consapevolezza sulla loro utilità ed il grado di soddisfazione da parte del grande pubblico, incrementando quindi la fiducia degli utilizzatori finali nei confronti di questa nuova forma di mobilità. In tal modo i risultati di smartCEM contribuiranno a supportare la fase di startup di tale tipo di mobilità ed un maggiore sviluppo di una mobilità elettrica intelligente e integrata. Tutto ciò tenendo presenti gli obiettivi di riduzione delle emissioni da combustibili fossili previste dalla unione europea e la conseguente necessità di avviare una nuova fase di radicale dismissione del sistema di trasporto attuale.
I servizi offerti da smartCEM sono i seguenti:

. Navigazione per EVs: un'unità di bordo permette all'utente di programmare la sua destinazione; l'unità illustra l'intero percorso, basandosi su principi di eco-navigazione, calcolato per meglio adattarsi alle necessità del veicolo. Il dispositivo illustra anche eventuali punti di interesse quali le stazioni di ricarica, mostrandone la disponibilità in tempo reale, e include un sistema di gestione della batteria in grado di calcolare il punto di ricarica disponibile ottimale basandosi sul livello di carica del veicolo dell'utente e sullo stile di guida di quest'ultimo.

. Guida efficiente per EVs: l'utente guida un EV dotato di un sistema smartCEM che valuta il suo stile di guida prendendo in considerazione le necessità del veicolo. Il servizio fornisce all'utente tutte le informazioni di cui potrebbe avere bisogno per massimizzare l'efficienza e l'eco-sostenibilità del suo modo di condurre il veicolo. Il servizio tiene sotto controllo lo stile di guida e i parametri di utilizzo del veicolo.

. Pianificazione degli spostamenti con EVs integrati: l'utente intenzionato ad utilizzare i trasporti pubblici per recarsi in un determinato luogo impiega un sistema basato su WEB per pianificare lo spostamento, in grado di mostrargli la miglior combinazione di trasporti pubblici multimodali per una data tratta. Questo strumento include il car-sharing o lo scooter-sharing, che integrano l'impiego di veicoli elettrici nell'offerta di trasporto pubblico e permette all'utente di prenotare e pagare per l'utilizzo di tali EV in tempo reale.

. Gestione delle stazioni di ricarica per EVs: Il sistema di gestione delle stazioni di ricarica smartCEM fornisce le seguenti informazioni e servizi: livello di funzionamento della stazione, gestione energetica della stazione, status del gestore della rete elettrica, stima della percorrenza residua, prenotazione, pagamento e pianificazione per l'utilizzo della stazione.

. Gestione dello sharing di EVs: un dispositivo di bordo registra le informazioni relative alle performance del veicolo e le invia all'infrastruttura. Queste informazioni, che includono la localizzazione, il monitoraggio, la prenotazione e il pagamento dei veicoli, sono vitali per il funzionamento dei servizi smartCEM.

Il progetto pilota di Barcellona nel quadro di smartCEM si basa sull'impiego di motocicli e scooter elettrici. Entrando più nello specifico, è stato realizzato un servizio avanzato di sharing aperto per scooter elettrici, che include l'introduzione di una soluzione basata su concetti quali la "mobilità su richiesta", le infrastrutture intelligenti, la tariffazione dinamica e sistemi d'incentivazione per gli utenti. I motocicli disponibili sono 45 e i punti di ricarica ammontano a 234.
Nella regione autonoma dei Paesi Baschi in Spagna, smartCEM testerà un bus ibrido e uno schema di car sharing elettrico. Il progetto pilota di Gipuzkoa - San Sebastian utilizzerà un autobus ibrido da utilizzare su due itinerari di autobus al fine di favorire la mobilità elettrica nelle aree urbane. La seconda applicazione ad essere testata sarà un servizio di car sharing elettrico operante in ambiente urbano e interurbano. Nella fase operativa del progetto verranno messi a disposizione veicoli
completamente elettrici e veicoli ibridi in car sharing. Attualmente sono disponibili trenta vetture elettriche, un autobus ibrido e trentatre punti di ricarica.
Il progetto pilota di Newcastle si basa sul know-how esistente in merito ai veicoli elettrici. Più nello specifico, le attività comprendono veicoli elettrici compatti ad uso urbano e puntano a sviluppare un'interfaccia di guida eco-efficiente smartCEM per tali veicoli. Questo permette ai servizi erogati mediante smartCEM di essere testati e valutati su un considerevole parco veicoli già ad un avanzato stadio di maturità tecnologica. Le vetture disponibili sono 44, i punti di ricarica circa 200 ma saranno incrementati fino ad arrivare a 1300.
Il pilot realizzato a Torino è particolarmente focalizzato sui veicoli commerciali elettrici. Ciò consente di realizzare un progetto di integrazione di veicoli a basso impatto ambientale nella filiera del trasporto commerciale urbano. A Torino i servizi di van sharing saranno dedicati a utilizzatori quali fornitori di servizi logistici tramite la condivisione di veicoli commerciali leggeri a basso impatto ambientale. Il servizio è destinato soprattutto agli operatori che esercitano nel centro della città in zone a traffico limitato, che caricano e scaricano più volte a settimana e trasportano oggetti relativamente voluminosi. Il progetto pilota di Torino nell'ambito di smartCEM offrirà l'opportunità di valutare la potenzialità di integrazione di veicoli commerciali leggeri elettrici nell'ambito di una flotta per il van-sharing urbano. Al momento sono disponibili 15 veicoli tra van e auto ma i punti di ricarica sono solamente due.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Mobilità elettrica: analisi del settore, definizione dei modelli di business e alternative di collaborazione tra i player

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Edoardo Pio
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Management
  Relatore: Michela Marchiori
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 165

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

mobilità sostenibile
electric vehicles
veicoli elettrici
progetti pilota
colonnine ricarica
e mobility
ricarica pubblica
evse
green mobility

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi