Skip to content

Linea dermocosmetica delle Terme di Salsomaggiore S.p.A.: l'esposizione solare e lo studio di un prodotto a base di acqua termale, in sinergia con un complesso attivatore dell'abbronzatura

Proprietà ed usi dell'Acqua Salsobromoiodica

Da tempo, sia sperimentalmente che clinicamente, sono state dimostrate le numerose virtù terapeutiche delle Acque Salsobromoiodiche, di cui è stata accertata l'influenza sulle ghiandole a secrezione interna: sicuramente sulla tiroide e sull'ovaio, meno chiaramente sull'ipofisi.
Queste agiscono non solo localmente, per le loro proprietà antisettiche e antimicotiche, ma soprattutto come mezzi antiflogistici e risolventi di molti stati infiammatori cronici, refrattari ad altre terapie farmacologiche e fisiche.
Hanno inoltre una capacità antiossidante sia intrinseca, dovuta alla presenza di elementi quali iodio e selenio, che sono in soluzione o legate ad altre biomolecole; sia indiretta, poiché svolgono un'azione stimolante sul corredo antiossidante endogeno modulando positivamente un insieme di enzimi che funzionano da spazzini nei confronti dei radicali liberi.
La sinergia ed il complesso meccanismo delle acque termali di Salsomaggiore, dovuto alla straordinaria ricchezza di sali in essi contenuti, si possono sintetizzare in queste specifiche proprietà terapeutiche:
- azione antinfiammatoria generale, simile a quella dei FANS, senza gli effetti collaterali di tali farmaci
- azione antalgica e stimolante sul sistema endocrino
- azione locale con stimolo dei processi rigenerativi e cicatriziali dei tessuti
- azione antisettica e di ripristino dell'attività mucociliare dell'apparato respiratorio
- azione stimolante il ricambio, la tiroide e l'apparato linfoghiandolare, sede di meccanismi di difesa dell'organismo.

Le acque termali di Salsomaggiore contribuiscono al riequilibrio dell'organismo e sono in grado di prevenire e combattere in modo naturale molti disturbi di carattere reumatico, respiratorio, ginecologico e di agire sulle disfunzioni metaboliche ed ormonali. I trattamenti che si effettuano sono cure balneoterapiche, fangoterapiche, inalatorie singole o in ambiente, cure otoiatriche e ginecologiche.
Questo tipo di trattamenti ha rivelato un'efficacia paragonabile a quella dei farmaci e, in alcuni casi, anche superiore. Si prestano pertanto a potenziare, intervallare o sostituire la terapia farmacologica. A tal proposito le cure termali di Salsomaggiore sono riconosciute come farmaco appunto dal SSN che le concede gratuitamente ad ogni cittadino italiano. Si consigliano due trattamenti l'anno (ogni 6 mesi), della durata di 12 giorni ciascuno.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Linea dermocosmetica delle Terme di Salsomaggiore S.p.A.: l'esposizione solare e lo studio di un prodotto a base di acqua termale, in sinergia con un complesso attivatore dell'abbronzatura

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Micaela Pedretti
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Parma
  Facoltà: Farmacia
  Corso: Scienze e tecnologie farmaceutiche
  Relatore: Alberto Bianchi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 147

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

terme di salsomaggiore, fotosensibilità,
melanina, fototipi, radiazione solare, vit e
acceleratori di pigmentazione e melanogenesi
invecchiamento cutaneo, radicali liberi, ros
esposizione solare, tossicità filtri solari
acqua termale salsobromoiodica, protezione uv
abbronzatura, filtri solari, fotoprotezione spf
linea dermocosmetica, prodotti solari uv index
uva, uvb, uvc, spf, solare, melanina, melanoma
fotoinvecchiamento, unipertan veg, formulazione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi