Skip to content

Il problema della categorizzazione delle variabili continue in Epidemiologia

Il superamento dell’analisi categorica: una panoramica delle alternative

L'alternativa all'analisi categorica è l'analisi delle variabili su scala continua, che può avvenire seguendo due approcci: quello parametrico e quello non-parametrico.
Il concetto di non parametrico non implica che non vi siano parametri, quanto piuttosto il fatto che tali parametri sono flessibili e non specificati a priori, dato che non assumono una particolare struttura e distribuzione del modello.
Ciò le rende attraenti, poiché, avendo meno assunzioni rispetto alle parametriche, possono essere utilizzate in un campo più vasto rispetto ad esse, specialmente per quanto riguarda l'analisi esplorativa dei dati, in modo da poter poi selezionare un adeguato modello parametrico per essi. Tra i loro vantaggi c'è la robustezza, malgrado esse siano meno potenti laddove un test parametrico sarebbe più adeguato. Inoltre, non facendo nessuna ipotesi sulla distribuzione a priori, possono facilmente modellare dati fortemente asimmetrici, non lineari e con valori anomali.
Di converso, sono estremamente dipendenti dai dati, cosa che le rende difficilmente trasferibili, tendenti all'overfitting, con un errore standard più alto rispetto ai parametrici, e di difficile interpretazione, in quanto richiedono un'estensiva tabulazione dei risultati e dei grafici, oltre al problema della fluttuazione delle curve (né vi sono indicazioni chiare su quanto si debba "lisciare" una curva, con le conseguenti problematiche). [...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Il problema della categorizzazione delle variabili continue in Epidemiologia

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Domenico Politi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Milano - Bicocca
  Facoltà: Scienze Statistiche
  Corso: Scienze statistiche
  Relatore: Antonella Zambon
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 44

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

statistica
epidemiologia
analisi dei dati
splines
categorizzazione
modelli statistici
polinomi frazionali
controllo del bias
confronto tra modelli
fitting

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi