Skip to content

Ricerca e selezione del personale

Le prove di gruppo

Le prove di gruppo rappresentano un ulteriore strumento di selezione utilizzabile per perseguire l'identificazione del candidato più idoneo all'inserimento nella posizione ricercata. A differenza del colloquio individuale che si esplica in una dinamica tra selezionatore e candidato, esse pongono il candidato in una posizione di incontro e confronto con altri candidati anch'essi aspiranti alla medesima posizione. Concretamente, una prova di gruppo è costituita da un compito che i candidati devono svolgere interagendo tra loro. Il numero dei candidati non è casuale ma dipende dalle caratteristiche del compito assegnato e generalmente può variare tra i 6 e i 10 candidati.
Le prove di gruppo consentono ai selezionatori di raccogliere indicazione relative soprattutto alla sfera comportamentale del candidato per esempio nel diagnosticare i problemi, relazionarsi, prendere decisioni, gestire il tempo e i materiali a disposizione. La scelta delle prove di gruppo da utilizzare è molto importante perché grazie ad esse si rilevano delle caratteristiche comportamentali che tuttavia rappresentano solo una parte delle caratteristiche dei candidati e per questo il selezionatore dovrà dare delle priorità capendo quali siano le caratteristiche principali da analizzare che il candidato ideale dovrà mettere in gioco nella futura posizione. Grazie anche alle direttive derivanti dalla person specification il selezionatore dovrà decidere dunque le prove più idonee e sarà lui stesso a doverle ideare e mettere a punto fornendo ai candidati tutti gli strumenti necessari.
La letteratura a riguardo è difficile che proponga delle prove "pronte all'uso" proprio perché devono essere strettamente legate al contesto. Qui di seguito ripropongo le prove di gruppo più utilizzati anche se è opportuno ricordare ulteriormente che probabilmente verranno leggermente modificate dal selezionatore per adattarle al contesto. [...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Ricerca e selezione del personale

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Stefano Marini
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze dell'amministrazione e consulenza del lavoro
  Relatore: Sonia Bertolini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 50

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi