Skip to content

Traduzione, analisi e commento traduttologico di un concept album: The Wall (Pink Floyd)

Le traduzioni dei testi di The Wall: aspetti generici

Se a) la dominante del prototesto – ovvero, secondo Jakobson, la componente essenziale attorno alla quale si focalizza un testo, la quale ne assicura l'integrità – è di tipo assoluto e la traduzione è dunque precisa; b) il piano dell'espressione dell'originale domina il metatesto che la forma stilistica e sintattica del prototesto si appropriano completamente, stravolgendo le regole di costruzione della lingua ricevente e piegandole a quelle della lingua emittente, al fine di creare un metatesto che funga da ausilio alla comprensione del testo originale, il testo a fronte diviene allora la nota esplicativa al prototesto. Questi, considerato nell'insieme dei ventisei brani musicali, è un'intera allegoria della società contemporanea basata sull'ipotetica costruzione di un muro attorno al singolo individuo, stereotipato dal protagonista, Floyd Pinkerton, o più semplicemente Pink. Egli rappresenta l'alter-ego di quel Roger Waters che, durante una delle ultime date del tour relativo all'album precedente, è protagonista, suo malgrado, di uno spiacevole episodio. Come è ricordato, «in più di un'occasione Waters in scena si ritrova a polemizzare con il pubblico, e addirittura, a Montreal, il bassista sputa a un ragazzo delle prime file». I concerti stanno diventando esperienze piuttosto alienanti, che portano il bassista a rendersi conto che tra il gruppo e il pubblico vi era oramai un distacco. Quale migliore allegoria poteva descrivere questa situazione se non un elemento separatore come un muro? Nasce così l'idea del titolo per un nuovo album, The Wall, appunto, che sarebbe uscito il 30 novembre 1979.

Ritornando ai testi, è importante, prima di addentrarci nell'analisi dei testi tradotti, constatare che il contenuto sembra godere della medesima importanza della forma e anzi la struttura in versi è l'unica possibile, trattandosi di testi scritti per essere cantati e trascritti all'interno del booklet del supporto musicale in cui sono incisi. Ad ogni riga di testo, infatti, va fatto corrispondere un certo numero di sillabe ed il testo può essere costruito in rime, a piacimento del proprio autore. Si aggiunga che album come The Wall sono annoverati tra i concept album, la cui particolarità consiste nel tema unico attorno a cui tutti i testi ruotano o, come nel nostro caso, sviluppano complessivamente una storia.

Se è ovvio che da un punto di vista musicale si debba parlare di ascoltatore modello, intendendo con questa definizione una persona che ami il gruppo musicale in questione e ne segua il percorso musicale disco dopo disco, l'individuazione del lettore modello nel caso specifico è un po' meno scontata. Si tratta senza dubbio di un appassionato al gruppo musicale e dunque alla sua musica, ma, al tempo stesso, anche di un conoscitore della lingua inglese, che sia almeno in grado di conoscere, leggere, capire e non ultimo tradurre almeno il senso dei testi, siano essi stampati nel booklet all'interno del supporto musicale o editi all'interno di libri tematici, al fine di fornire, almeno, una traduzione “senso per senso”. Non va trascurato che una traduzione pubblicata dopo meno di nove anni dall'uscita del disco cui i testi tradotti si riferiscono non influisce sulla scienza della traduzione, in quanto i cambiamenti e i progressi conseguiti in questo campo non comportano un cambiamento rilevante del lettore modello e della strategia traduttiva. Piuttosto, per avvicinare e incentivare l'interesse di lettori e ascoltatori contemporanei – appartenenti a questo periodo temporale – servirebbero riedizioni dei testi di traduzioni suddetti.

Come si è già detto, infatti, la traduzione è rivolta a lettori coevi e per questo motivo è effimera e richiede sempre un rinnovamento. Per di più, vanno presi in considerazione i cambiamenti che nella seconda metà del Novecento hanno investito la terminologia della traduttologia andando a definirla in diverse lingue, senza dimenticare che la lingua italiana è letta, potenzialmente, solo da italiani e perciò il lettore empirico delle traduzioni italiane è solo italiano. Per questo motivo, trattandosi nel nostro caso di testi moderni in versi, concordiamo nell'adozione di un criterio meno rigido, in cui la strategia traduttiva venga scelta di volta in volta, auspicando però all'utilizzo della strategia addomesticante, che prenda in considerazione il destinatario a cui il testo è rivolto e al quale interessa una traduzione che sia il più possibile comprensibile nella sua lingua.

Del resto, le traduzioni di testi musicali vengono editate e figurano in genere all'interno di saggi critici come il primo passo necessario all'analisi e alla spiegazione di testi risalenti a qualche anno prima, dunque deve essere presente un grande interesse nel pubblico verso quegli specifici testi, quel tipo di musica e quel gruppo musicale e anche la critica deve essere concorde nel decretarne l'ampio consenso. Perciò la traduzione addomesticante costringe a riconoscere l'esistenza e ad assecondare le esigenze di un lettore che potrebbe essere invogliato alla scoperta della traduzione di testi musicali nella propria lingua. La traduzione addomesticante potrebbe essere ricondotta, per le sue finalità, a quella che Etkind nella sua enumerazione definisce Traduzione-Informazione, anche alla luce del fatto che in questa categoria di traduzioni vengono incluse le letterali.

L'obiettivo di questa traduzione potrà dirsi raggiunto se essa riuscirà a mantenere, adottando la strategia che più si ritiene opportuna, l'equivalenza di significato tra il prototesto e il metatesto.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Traduzione, analisi e commento traduttologico di un concept album: The Wall (Pink Floyd)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Federico Favaro
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2014-15
  Università: Università degli Studi di Udine
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Traduzione e Mediazione Culturale
  Relatore: Deborah Saidero
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 129

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi
traduzione
pink floyd
the wall
concept album
commento traduttologico

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi