Skip to content

Mercati finanziari: investitori e trappole mentali

The Priority Pyramid

The Priority Pyramid è stata creata da MoneySense ed è basata sulla Piramide dei bisogni di Maslow (1954).

Questa volta i gradini della piramide non rappresentano i bisogni primari e secondari degli esseri umani, ma le materie riguardanti la gestione dei risparmi degli investitori alle quali verrà assegnata una scala di priorità in modo da ottenere buoni risultati in termini di efficienza. Anche gli investimenti infatti hanno degli obiettivi da raggiungere e finché non si sarà raggiunto il primo obiettivo è sconsigliabile passare al successivo.

Partiamo quindi con il leggere la piramide dal basso e procedendo verso l’alto:
• cash flow: prima di effettuare una spesa qualsiasi dobbiamo essere sicuri che quanto guadagniamo è superiore a quello che spenderemo. Se non lo è allora sarà meglio trovare una nuova fonte di guadagno oppure fare una revisione delle spese e tagliare quelle meno importanti.

• debito: al secondo gradino troviamo i debiti. Il consiglio è quello di cercare di estinguerli il più presto possibile; specialmente se abbiamo una carta di credito con la quale rischiamo di pagare degli interessi e se questi crescono in proporzione allo scorrere del tempo.

• risparmio: è buona norma mettere da parte una piccola parte dei nostri guadagni in modo da coprire le spese improvvise e incrementare la base monetaria con la quale potersi assicurare un futuro, investendoli in modo consapevole.

• tasse: il consiglio è di stare attenti, nel caso in cui abbiate creato un piano di risparmio, ai costi e alle commissioni applicati dalla banca scegliendo la soluzione più trasparente e con delle spese minori.

• performance dell’investimento: la fase più importante per arrivare al gradino finale ê quella che la maggior parte degli investitori sottovaluta. E’ sconsigliabile scegliere le opportunità d’investimento che sembrano più brillanti al momento, è meglio optare per delle opzioni più semplici che cerchino di far combaciare il rendimento con l’indice di riferimento e che allo stesso tempo vi permettano di diversificare il vostro portafoglio per ridurne il rischio.

• ottimizzare i rendimenti: una volta che il risparmiatore ha raggiunto i suoi obiettivi può focalizzarsi su altri orizzonti o massimizzare quelli che già raggiunto. Ad esempio può utilizzare i ricavi che ha ottenuto per creare un nuovo portafoglio che tenda a migliorare nel tempo il suo stile di vita.

Per gestire al meglio le proprie finanze personali è importante quindi che l’investitore si focalizzi su un obiettivo ben preciso e si attivi per portarlo a termine con il massimo impegno, e solo una volta che lo ha raggiunto può passare all’obiettivo successivo.
Investire significa quindi operare delle scelte riguardanti l’allocazione dei propri risparmi avendo a disposizione una serie di alternative, scegliendo con metodo e coerenza seguendo principi regole e criteri prefissati. Ma le scelte razionali vengono distorte o vincolate dalle emozioni e dagli istinti. Ogni investitore dispone di un suo proprio stile cognitivo.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Mercati finanziari: investitori e trappole mentali

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Luigia Barzaghi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2016-17
  Università: Università Telematica "E-Campus"
  Facoltà: Economia
  Corso: Psicoeconomia
  Relatore: Giancarlo Cocco
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 123

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

decision making
truffe
euristica
kahneman
bias
teoria del prospetto
teoria dell'utilità attesa
euristica della disponibilità
euristica della rappresentatività
trappole mentali

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi