Skip to content

Roger Casement - The Amazon Journal

The Amazon Journal

The Amazon Journal è un documento molto importante redatto da Casement durante il suo viaggio nel Putumayo per conto del governo inglese. Si tratta di un resoconto molto dettagliato sulla situazione che Casement si è trovato di fronte una volta giunto nelle zone in cui si effettuava la raccolta, il trasporto e la gestione della gomma. Le vicende narrate coprono un lasso di tempo che va dal 23 settembre 1910 al 6 dicembre 1911. Ogni circostanza è riportata con precisione e dovizia di particolari, senza tema di “far nomi” anche di personaggi che dovevano apparire come piuttosto pericolosi, come ad esempio il cosiddetto “barone della gomma” Julius Arana, il quale, secondo le annotazioni di Casement, era fra coloro che spiccavano per atrocità commesse sui nativi e, naturalmente, per gli ingenti carichi di gomma che riusciva ad ammassare.

Una delle peculiarità di questo rapporto risiede nel fatto che non solo egli ha intervistato le vittime (che naturalmente, non appena capivano di potersi fidare, denunciavano atrocità inimmaginabili), ma anche i persecutori, mostrando come alcuni di loro si rendevano ben conto della situazione (che perpetravano comunque, spesso anche spinti da necessità) mentre altri negavano impunemente qualsiasi evidenza (nel Journal Casement è attonito davanti alla “incredulità” del British consul del luogo, che davanti ai segni delle frustate sulla schiena dei nativi continuava a difendere o trovare in qualche modo delle attenuanti per un sistema che, in fin dei conti, rimpinguava enormemente le casse dello Stato).

L’importanza di questo documento tuttavia non concerne soltanto la denuncia del si può dire genocidio degli Indios avvenuto impunemente nella regione del Putumayo. Chiaramente questo suo aspetto umanitario è di grande rilevanza per le ragioni precedentemente analizzate, la messa a nudo di un sistema di pura e sregolata brutalità nel solito nome del profitto...una brutalità però come tollerata, e dunque “protetta” dallo stesso governo britannico che, come già visto, traeva ingenti profitti dal mercato della gomma. Questo “diario” che Casement scrive “giorno e notte” era un’accusa troppo forte all’Impero. Succede a questo punto un fatto.

Roger Casement parla di queste sue annotazioni al Presidente della Commissione Parlamentare scelta nella lettera (citata in nota) del 1912, in cui ne sostiene l’importanza sociopolitica, e il desiderio di averlo “typed”, battuto a macchina, così che ne fosse più agevole la lettura e in modo da poter raggiungere più facilmente l’attenzione pubblica. Tempo dopo, nel gennaio del 1913, Roberts scrive a Casement chiedendogli il diario, che prontamente viene spedito nello stesso mese. Il manoscritto va alle stampe e Casement ne riceve una copia. Tra le carte e i documenti riconsegnati alla famiglia di Casement da Scotland Yard dopo la sua esecuzione, non c’è traccia del diario originale, che verrà affidato alla National Library of Ireland solo nel 1951.

L’“altra” importanza che il Journal ha è da definirsi in termini direi filologici. Come già detto, durante il processo che infine decretò l’impiccagione di Casement, cominciarono a circolare fra le mani di personaggi influenti (non solo della giuria) i cosiddetti Black Diaries. Di cosa si trattava? Erano essi documenti autentici o forgeries? Ebbene, il The Amazon Journal è stato un elemento cruciale nella rivalutazione di tutta la questione in quanto gli elementi raccontati nei documenti risalgono allo stesso periodo, e se per lungo tempo si è creduto che i Black Diaries fossero autentici, in seguito alla riesamina del Journal la faccenda è stata rimessa in discussione, tanto che ancora oggi il dibattito non è giunto ad una conclusione convincente.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Roger Casement - The Amazon Journal

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Sabrina Venti
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lingue e letterature moderne euroamericane
  Relatore: Iolanda Plescia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 290

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi