Skip to content

Problematiche informatico-giuridiche degli SMS e degli MMS

Che cos’è il Mobile Forensics?

Il Mobile Forensics è uno dei settori relativamente nuovi del Digital Forensics; non è ancora linearmente strutturato e completo come il Computer Forensics, poiché i suoi esordi risalgono agli inizi degli anni Duemila, periodo in cui si prevede l’avvio ad una maggiore produzione, e conseguente disponibilità, di apparecchi mobili nel mercato delle telecomunicazioni.
Si tratta di una scienza che, attraverso particolari fasi e con l’uso di metodi accertati, si occupa del recupero di una o più prove digitali (digital evidence) di interesse investigativo presenti in un qualsiasi dispositivo mobile situato direttamente sulla scena del crimine. In particolare, questo elaborato, si dedicherà allo studio delle prove digitali contenute nei telefoni cellulari: si cercherà di capire, grazie anche all’ausilio delle diverse procedure del processo di Mobile Forensics attuate durante l’intera indagine informatica, come acquisire correttamente gli SMS e gli MMS ai fini della loro piena validità e utilizzabilità in un giudizio.
Per iniziare l’approfondimento di questa branca, si ricorda innanzitutto che i suoi obiettivi d’indagine vertono sui cosiddetti Small Scale Digital Device (SSDD), cioè su quelle apparecchiature digitali di piccole dimensioni, dette “unità”, che possono essere tenute comodamente nella mano (handheld device), la cui caratteristica fondamentale è quindi la portabilità. Inoltre, grazie alle loro funzionalità sempre più innovative e potenti, questi apparecchi dominano ormai la nostra società: essi sono da tempo oggetto di grande interesse per le forze dell’ordine, i consulenti tecnico-informatici e gli investigatori, poiché la loro complessità strutturale li rende sempre più vulnerabili ad attacchi informatici. Precisamente, proprio perché i congegni di ultima generazione sono in grado di contenere una grande quantità di informazioni riguardanti sia le azioni svolte dall’utente che i dati in esse contenuti, sono spesso coinvolti in attività criminali legate al cosiddetto “crimine tradizionale”, quali per esempio spaccio di droga e sostanze stupefacenti in genere, rapine e molestie; ma anche a quello “elettronico”, come furto di informazioni sensibili. Proprio quest’ultima tipologia di crimini sfrutta il fatto che “i telefoni cellulari sono dei veri e propri computer multimediali da tenere in tasca e sono assolutamente ricolmi di dati personali”.
Pur essendo assimilabili a dei personal computer sotto alcuni aspetti, tuttavia, i telefoni cellulari se ne differenziano per altre caratteristiche peculiari. A differenza dei personal computer, infatti, essi sono pensati per un utilizzo più ristretto e personale, e la varietà di tool, (sia hardware che software) sempre in aggiornamento, è più limitata perché legata a una specifica piattaforma o alla casa produttrice del dispositivo. Tali tool vengono usati dal consulente tecnico (forenser o cyber-investigatore) altamente specializzato, per esempio gli esperti delle forze dell’ordine, durante le fasi che contraddistinguono il processo di Mobile Forensics: affinché la prova digitale venga acquisita correttamente durante un’indagine forense, è necessario che si sviluppino una serie di strumenti da utilizzare sia durante l’intero processo di acquisizione, analisi e conservazione della digital evidence ai fini della presentazione della stessa in un giudizio civile o penale, e sia anche per quanto riguarda la verificabilità delle procedure e dei metodi usati dal consulente tecnico.
In altre parole, il forenser deve lavorare garantendo al contempo genuinità ed integrità delle prove, dal momento in cui entra in contatto con il mezzo di prova, sino al momento conclusivo della sua indagine forense. [...]

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

Problematiche informatico-giuridiche degli SMS e degli MMS

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Raffaella Pino
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Giovanni Ziccardi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 174

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

sms
telefonia mobile
reporting
mms
digital evidence
geolocalizzazione
rete telefonica gsm
digital forensics
mobile forensics

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi