Skip to content

Problematiche informatico-giuridiche degli SMS e degli MMS

Estratto della Tesi di Raffaella Pino

Estratto dalla tesi: Problematiche informatico-giuridiche degli SMS e degli MMS
21 
3. Il Telefono Cellulare 
 
Il Telefono Cellulare (o semplicemente Cellulare) è un apparecchio radio ricetrasmittente 
di piccole dimensioni, adoperato nei sistemi di telefonia cellulare per la 
comunicazione tramite reti wireless. Esso è stato inventato dall’ingegnere elettronico 
Martin Cooper, pioniere indiscusso della telefonia mobile e direttore della sezione di 
ricerca e sviluppo della Motorola (uno dei maggiori produttori di telefoni cellulari). 
Il primo modello di telefono cellulare era denominato Motorola Dyna Tac, con il quale 
il 3 aprile 1973 l’Inventore effettua la sua prima chiamata pubblica di fronte a 
giornalisti e passanti in una delle strade di New York, in centro a Manhattan: è con 
Cooper, pertanto, che si aggiunge un nuovo tassello al progresso tecnologico, 
raggiungere una persona invece di un luogo, con un genere di comunicazione senza 
fili di tipo personale e portatile
9
. 
Per di più, con il grande sviluppo repentino della telefonia cellulare e dei relativi 
servizi, il moderno terminale radiomobile è diventato da semplice apparecchio per 
pochi ad un vero e proprio bene di consumo, quasi indispensabile, di prima necessità. 
Infatti, il telefono cellulare è considerato uno status symbol: quasi il 65% della 
popolazione mondiale, soprattutto i giovani che lo utilizzano maggiormente per 
inviare messaggi brevi, ne possiede almeno uno. La sua diffusione, che ha ormai 
sorpassato quella del telefono fisso, ha modificato fortemente la vita di ogni 
individuo, sia nella percezione del tempo e dello spazio e sia nel modo di 
comunicare e di stare insieme. Il cellulare, dunque, è il primo apparecchio 
portatile che permette alle persone di dialogare a distanza di chilometri le une dalle 
altre, non solo effettuando chiamate ma anche inviando, in qualsiasi luogo si trovino 
gli utenti e ad ogni ora, messaggi o e-mail, senza preoccuparsi di recare disturbo 
all’eventuale destinatario che, a sua volta, quando lo riterrà più opportuno, 
risponderà. 
L’accesso del terminale radiomobile, in questo caso soprattutto del PDA
10
 (sigla di 
Personal Digital oppure Data Assistant, il palmare), ad Internet è una delle principali 
ragioni che spiega la sua enorme diffusione perché, questa accessibilità, ha favorito 
maggiormente le conversazioni per mezzo dei social network, quali Facebook o Twitter, 
consultabili e aggiornabili anche via messaggio. 
I telefoni cellulari, ulteriormente, hanno apportato un cambiamento radicale culturale 
e sociale, soprattutto spostando le relazioni, sempre più frequenti e astratte, dal 
                                                           
9
 M. Shiels, “A chat with the man behind mobiles”, in BBC NEWS, 
http://news.bbc.co.uk/2/hi/uk_news/2963619.stm (Ultimo accesso: 30/4/2012). 
10
 PDA: composto dalle parole inglesi palm, palma e top, cima, è paragonabile ad un computer portatile 
ed è detto anche palmare per le sue dimensioni ridotte che consentono di poterlo utilizzare tenendolo 
in mano. Originariamente erano nati per gestire dati personali, appuntamenti e oggi sono qualcosa di 
più difficile da definire. Dotato di un word processor, con annesso controllo ortografico e dizionario, è 
composto da un’agenda elettronica, una calcolatrice, permette l’invio e la ricezione di fax e messaggi di 
posta elettronica, la navigazione Internet e la consultazione di banche dati e archivi aziendali. in 
particolare i PDA sono caratterizzati da connettività a corto raggio (Bluetooth e Wi-Fi) e tipicamente 
mancano della parte di connettività a reti per i cellulari, eccezione per i RIM o Blackbarry dove i loro 
contenuti vengono spinti sul terminale da server remoti connessi alla rete cellulare. I comandi vengono 
dati principalmente mediante una penna. I sistemi operativi che fanno da padroni in questo strumento 
sono: Palm OS, WebOS, Windows CE/ Mobile/ Phone, Blackbarry, Rim OS, iOS per IPad e IPod. 
Disponibile all’indirizzo Internet: http://www.sapere.it/enciclopedia/palm+top.html (Ultimo accesso: 
21/5/2012).

Estratto dalla tesi:

Problematiche informatico-giuridiche degli SMS e degli MMS

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Raffaella Pino
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Giovanni Ziccardi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 174

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

sms
telefonia mobile
reporting
mms
digital evidence
geolocalizzazione
rete telefonica gsm
digital forensics
mobile forensics

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi